Strategie per opzioni binarie InOut

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Tradingmania.it

Avviso ESMA: Dal 2 luglio 2020 le Opzioni binarie sono vietate in Italia e nei paesi Cee.
Questa pagina rimane a solo scopo informativo.
Se sei interessato al trading online ti consigliamo di valutare il trading CFD il forex e il trading di criptovalute.

Le Opzioni binarie: Come guadagnare con le Strategie

Le Opzioni binarie sono state disponibili al commercio per molti anni come un prodotto semi-ufficiale degli investimenti, aperto solo a banche, istituzioni finanziarie e investitori con elevata capacità nei mercati Over-the-Counter (OTC).

Guida per fare Trading Azioni Bayer in pochi minuti

Tuttavia, dal 2008, la US Securities and Exchange Commission (SEC) ha accolto le raccomandazioni del Comitato Clearing Opzioni (OCC), e ha reso legale e possibile per le opzioni binarie, l’offerta nelle principali borse come “standalone” (strumento finanziario negoziabile).

I progressi della tecnologia, in particolare Internet, ha portato il trading delle opzioni binarie ad essere una delle industrie più popolari e redditizi online.

La semplicità e i rendimenti elevati rendono il trading delle opzioni binarie accessibile a chiunque anche con nessuna esperienza finanziaria!

Opzioni binarie: Concetti di Base

Le opzioni binarie o digitali sono un tipo di opzione definito “esotico” per distinguerle da quelle classiche, definite “plain vanilla”.

Questo tipo di opzioni, poi, rientrano tra le cd “path-independent option” (opzioni indipendenti dal cammino del sottostante), ossia il cui valore finale è in qualche modo non lineare rispetto al valore percorso dal sottostante.

A loro volta queste opzioni possono essere del tipo:
cash or nothing
asset or nothing

Nel primo caso l’opzione ha un payoff (ossia un flusso finale) pari ad una somma prefissata se l’opzione arriva a scadenza in the money.

In particolare potremmo dire che una call digitale del tipo cash or nothing paga al detentore una certa somma X se a scadenza il sottostante è sopra una certa soglia K (lo strike), altrimenti non paga nulla.

Guida per fare Trading Azioni

Maggiori informazioni: Cosa sono le opzioni binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il trading binario per i principianti

Le opzioni binarie sono pensate anche per tutti coloro che sono alle prime armi, che si affacciano per la prima volta in questo settore.

La motivazione principale è che il trading binario è un sistema finanziario semplice da comprendere, ma soprattutto è facile utilizzare le piattaforme dedicate per questo tipo di investimento, di conseguenza anche le persone non esperte possono intraprendere questo tipo di attività.

Inoltre, uno dei maggiori punti di forza è rappresentato dalla possibilità di guadagnare direttamente dal proprio PC, o smartphone, oppure tablet, senza il bisogno di investire grandi quantità di denaro e nemmeno essere degli analisti professionisti. Questo, però, non significa che non bisogna leggere e rimanere aggiornati sui cambiamenti di trading online. È necessario comunque essere in grado di interpretare i grafici e gli andamenti dei diversi asset, ma anche sfruttare i segnali di trading (che vedremo nel dettaglio nel prossimo paragrafo) che vengono forniti dai mercati finanziari e dai vari siti web di analisi.

Bisogna, però, ricordarsi ed essere consapevoli, che si tratta pur sempre di un investimento finanziario, e, quindi esistono dei rischi, anche elevati a volte, di perdere parte o tutto il capitale che si è investito, per questo è essenziale conoscere i segnali e le strategie di trading da adottare.

Opzioni Binarie: Muovere i Primi passi

Per molti le opzioni binarie rappresentano “l’eldorado” del trading binario, la migliore e più efficace risposta a chi cerca opportunità di profitto anche in tempi come questi di forte incertezza economica e crisi finanziaria.

Le opzioni binarie sono facili, veloci, garantiscono percentuali di guadagno elevate e, sopratutto, non richiedono particolari conoscenze tecniche.

Motivi, questi, che spingono sempre più persone, traders esperti e aspiranti tali, a investire e guadagnare con questo nuovo e generoso strumento finanziario.

Molte delle persone che vorrebbero cominciare ad investire con le opzioni binarie, sono spesso scoraggiate a farlo o perchè non sanno effettivamente da dove cominciare o perchè intimorite da una “valanga” di informazioni, giuste o sbagliate che siano, che circolano sui vari siti internet nati allo scopo.

Bene, l’obiettivo di questo articolo è innanzitutto quello di tranquillizzare i “neofiti” circa l’effettiva validità delle opzioni binarie come fonte di guadagno e, secondo, fornire non troppe informazioni generalizzate, bensì poche e semplici regole che i traders alla prima esperienza dovrebbe seguire per introdursi con criterio ad investire in questo nuovo settore.

1. Scelta del broker Opzioni binarie

La regola numero 1 che una persona in procinto di iniziare ad investire parte dei loro risparmi nelle opzioni binarie è quella relativa alla scelta del Broker con il quale aprire un “conto deposito” per effettuare transazioni.

I Broker che noi promuoviamo da queste pagine sono il meglio che attualmente propone il mercato, sia in termini di garanzie ed affidabilità, sia per quanto concerne le percentuali di guadagno delle loro proposte.

Ci teniamo molto ad offrire solamente piattaforme di Broker per la negoziazione di opzioni binarie che siano sicuri, legali e sopratutto certificati ed autorizzati dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) ente addetto al controllo ed alla sicurezza per il trading online.

Opzioni Binarie: Selezione Migliori Broker

Ci teniamo molto ad offrire solamente piattaforme di Broker per la negoziazione di opzioni binarie che siano sicuri, legali e sopratutto certificati ed autorizzati dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) ente addetto al controllo ed alla sicurezza per il trading online.

Brokers Caratteristiche* Premi* Vai al Broker*
Deposito minimo 10€!
Attiva una Demo!
iqotion Recensione
91%*
Conto Vip Gratis!
Conto Esclusivo
BDSwiss Recensione
85%
Piattaforma leader!
Facile da utilizzare!

ETX capital Recensione
85%*

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.

2. Attiva un Conto Demo Opzioni binarie

Il “conto demo” è una particolare tipologia di conto che molti dei Brokers da noi proposti offrono ai loro iscritti.

Esso consiste in una sorta di “conto gioco” con il quale abbiamo a disposizione una certa somma di denaro “virtuale” da utilizzare per fare la dovuta esperienza senza rischiare un solo centesimo dei nostri soldi.

Grazie al Conto Demo studiato per i prinicipianti possiamo esercitarci prima di “tradare” con soldi reali!

Molto utile al fine dell’apprendimento, questa tipologia di “conto demo” è una caratteristica da tenere in considerazione quando si sceglie il Broker per negoziare con le opzioni binarie.

Il “Conto Demo” possiamo utilizzarlo in combinazione con un altro strumento di trading che sta diffondendosi tra gli operatori, vale a dire insieme alla tecnica del “copy trading”.

Nella tabella dei Broker in alto sono presenti tutti i broker opzioni binarie che offrono un conto demo, nota bene che per attivare il conto prova demo bisogna versare il deposito minimo del broker ed attiva l’account.

3. Studio delle Strategie vincenti per Opzioni binarie

Le principali strategie per operare con le opzioni binarie attraverso l’analisi tecnica. Queste strategie vengono utilizzate dai traders delle sale operative di tutte le investment banks mondiali. I seguenti consigli sono alla base dell’operatività quotidiana soprattutto nell’attività intraday, dove l’analisi fondamentale “non arriva”.

L’analisi tecnica è snobbata da molti ma guardata da tutti.

Soprattutto nelle opzioni binarie dove la scadenza dell’operazione è molto ravvicinata, l’utilizzo dell’analisi tecnica è insostituibile. Qui di seguitò vi parlerò degli strumenti più conosciuti e di quelli più sofisticati che vi possono aiutare nel vostro trading online. Le strategie presenti sono riportate a titolo di esempio e non garantiscono alcun profitto certo.

Esempio Video Strategia opzioni binarie

Video Tutorial di una strategia per opzioni binarie con il Broker 24option sulla coppia EUR/USD.

Per quanto riguarda le strategie di trading per le opzioni binarie si tratta di una sorta di regole che ogni trader deve seguire, e si utilizzano per poter prevedere quando è favorevole poter investire all’interno del mercato di riferimento. Inoltre, forniscono ulteriori consigli per investire nel modo migliore.
Le strategie più utilizzate sono quelle che si basano sui i segnali di trading sopra descritti e le migliori, stabilite dal nostro team di esperti, sono:

  • la gabbia riduce le perdite e massimizza i profitti. L’obiettivo primario è trovare una zona di prezzo in cui è possibile ottenere profitto, al minimo dei rischi;
  • l’indice di volatilità implicita comprende i momenti in cui potranno accadere cambi di direzione dell’andamento di un specifico asset;
  • lo spinning Top rappresenta l’ampiezza di un grafico a candela giapponese, ed è possibile ottenere prospettive discrete, in base ai maggiori trend di mercato, in rialzo o in ribasso;
  • i supporti e le resistenze, si può stabilire, in modo semplice, le variazioni del prezzo dell’asset specifico, in cui si vuole investire;
  • le Bande di Bollinger e RSI permetto di indagare le fasi di mercato più estreme in 24 ore;
  • il Rollover consente di minimizzare le perdite. Grazie a questa strategia è possibile ritardare la scadenza della negoziazione.

Tipologie di Opzioni Binarie

le tipologie di opzioni binarie sono molte e ogni broker oltre a offrire le “classiche strategie” presenta delle strategie esclusive proprie del boker, di seguito le Tipologie di Opzioni binarie più utilizzate dai Traders.

Andiamo ad analizzare le Opzioni binarie Classiche con un esempio pratico.

Le Opzioni Binarie Classiche

Le opzioni binarie sono uno strumento finanziario, o meglio, un derivato. Il funzionamento è semplice, parliamo del caso delle opzioni “top/down” (alto/basso), le più usate nel trading delle opzioni binarie classiche.

Gli elementi che costituiscono un’operazione binaria sono:

  • Un capitale da investire;
  • Un Asset quotato: (ad esempio il petrolio, una coppia di valute o un’azione);
  • Una scadenza: che può variare dai 30 secondi fino a un mese;
  • Un rendimento: spesso pari o superiore all’85%.

Quello che devi fare è definire l’Asset, la scadenza e il capitale da investire, mentre il rendimento è stabilito dalla piattaforma.

Realizzare un Guadagno – Opzione “in the money”:

    • Nel caso di opzioni “CALL” si guadagna se, alla scadenza, il prezzo del bene è aumentato;

– Nel caso di opzioni “PUT” si guadagna se, alla scadenza il prezzo del bene è diminuito.

Realizzare una Perdita – Opzione “out of money”:

    • Nel caso di opzioni “CALL” si perde se, alla scadenza, il prezzo del bene è diminuito;

– Nel caso di opzioni “PUT” si perde se, alla scadenza il prezzo del bene è aumentato.

Le opzioni binarie sono un modo di fare trading semplificato ma alla base deve esserci un’analisi del mercato, non stiamo parlando di un gioco ma di una cosa seria.

Da sempre i mercati finanziari hanno prodotto una quantità di ricchezza riservata ad una cerchia ristretta di persone. Le opzioni binarie hanno introdotto la democratizzazione del mercato consentendo a chiunque la possibilità di sedersi al tavolo ghiotto della ricchezza.

Esempio: Ho deciso di investire in opzioni binarie e scelgo come “Asset” la coppia EUR/USD. Lo strike Prince (il prezzo) al momento dell’acquisto dell’opzione é di 100,223 euro, decido di acquistare una opzione Call con un investimento di 25€ e scadenza di 60 secondi.

Se alla scadenza il prezzo è superiore anche di un solo pip, ovvero 100,224, ottengo oltre all’investimento iniziale un ritorno dell’85%, ossia 100+85= 185,00 euro.

I Segnali di mercato e le opzioni binarie: come utilizzarli al meglio e cosa sono

I segnali di trading binario sono ottimi strumenti che vengono offerti solitamente dai broker, ma anche da altre società.
In pratica, i segnali di trading perseguono l’obiettivo di supportare il trader nell’attività quotidiana, cercando di aiutarli nel comprendere al meglio il mercato di riferimento. Questi segnali sono una sorta di indicazioni, che permettono di guidare correttamente l’investitore.

È possibile definire il prezzo di mercato, fondamentalmente, attraverso l’utilizzo di quattro fasi che evidenziano, di conseguenza, i segnali di trading, ovvero:

  • Direzione rialzista, che è caratterizzata dai cosiddetti massimi e minimi crescenti;
  • Direzione ribassista, che è caratterizzata, invece, da massimi e minimi decrescenti;
  • Inversione di tendenza, quando il prezzo cambia la direzione dell’andamento;
  • Continuazione di tendenza, quando il prezzo mantiene un andamento stabile.

Prova il Trading Binario con il broker BDSwiss

Con BDSwiss Tutti ma davvero Tutti possono fare Trading Online!

Tra i primi Broker professionisti ad aver creduto fortemente nel mercato delle Opzioni binarie, BDSwiss è una piattaforma di trading professionale specializzata nel Trading binario.Relativamente giovane (società nata nel 2020), BDSwiss è un Broker affidabile e riconosciuto in ambito Europeo (CySEC), ed è anche tra i pochi ad essere autorizzato ad operare sul Mercato tedesco delle opzioni binarie in virtù di una specifica autorizzazione rilasciatagli dalla Bifin.

Punti di forza del broker BDSwiss

– Piattaforma legale e sicura (Certficata Cysec 199/13)
– Più di 160 Asset diversi (i beni negoziabili con le opzioni binarie oro, eur, dollaro ecc … )
– Piattaforma multilingua raggiungibile anche da dispositivi mobili.
– Trade minimi di soli €5,00 (l’importo minimo accettato per aprire una transazione di mercato)
– Deposito minimo di €100,00 (l’importo minimo accettato per aprire un conto reale)
– Prelievo guadagni veloce e garantito. (prelevare i guadagni non è mai stato così semplice)
Testimonianza inconfutabile della regolarità del Broker è il riconoscimento presso uno dei mercati più regolamentati al mondo, quello tedesco.

Infatti BdS gode del benestare Bifin, organo tedesco, nonché del massimo riconoscimento a livello europeo dato dalla commissione Cipriota CySEC (licenza numero 199/13).

Strategie opzioni binarie: guadagnare 62.50€ in soli 16 minuti

Laureato in Giurisprudenza con Master in Finanza, segue da sempre i principali mercati finanziari mondiali. Appassionato di trading online, scrive di finanza da più di 10 anni.

Sembra impossibile poter guadagnare una cifra simile, ma é ancora più incredibile se, come ti dimostreremo, per guadagnarla devi avere un capitale di soli 200€ e ne devi rischiare solo il 12.5%.

Nelle opzioni binarie le cose impossibili diventano realtà quando il mercato lo permette, così questa cifra può aumentare in funzione del capitale investito, ma ci vogliamo mantenere bassi e cercare di dare la possibilità a tutti di poter conseguire dei guadagni senza correre troppi rischi. I passi da fare sono semplici e comprensibili per chi abbia anche una minima cultura finanziaria.

Prima di vedere come abbiamo ottenuto tale guadagno andiamo a prendere gli ingredienti utili per costruire la nostra fortuna, per plasmare la nostra ricchezza.

Cosa ti serve per guadagnare 62,50€ in soli 16 minuti con questa strategia di opzioni binarie

  • Ti serve un grafico con time frame M1, ove ogni sessione dura solo 60 secondi;
  • Ti serve un indicatore di trading chiamato: “bande di bollinger” ( Indicatore );
  • Ti serve depositare su una piattaforma di broker di opzioni binarie;
  • Ti serve una tendenza di prezzo ben definita;
  • Ti servono 16 minuti del tuo tempo;
  • IMPORTANTE: se apri un conto sul broker IQ Option puoi ricere subito un esclusivo conto demo per testare questa strategia senza ricorrere a soldi reali. Come fare ? Scopri tutti i vantaggi di IQ Option.

IMPORTANTE: ti ricordiamo che in ottemperanza con le disposizioni ESMA in Italia le opzioni binarie NON SONO DESTINATE AD UN PUBBLICO AL DETTAGLIO.

Opzioni binarie rivolte pertanto solo ad un pubblico di clienti professionali.

Spiegazione con grafici della strategia vincente per opzioni binarie

Impostiamo l’indicatore bande di bollinger tendendo presente la regola dell’indicatore: quando il prezzo tocca la banda inferiore, acquistare opzioni binarie call; quando il prezzo tocca la banda superiore acquistare opzioni binarie put.

Come puoi vedere dall’immagine ( immagine originale ottenuta dal nostro reale trading, clicca per ingrandirla ) del nostro investimento, abbiamo una tendenza di tipo ribassista che si evidenzia benissimo.

I giusti segnali ” sicuri ” per guadagnare in opzioni

Il prezzo, come in ogni tendenza che si rispetti scende, ma ha delle fasi in controtendenza, in questo caso le fasi in controtendenza si verificano ogni volta che il prezzo tocca la banda inferiore.

I cerchi che vedi segnati in verde rappresentano gli investimenti andati a buon fine, i cerchi in rosso rappresentano le perdite. Noi abbiamo investito in opzioni binarie 60 secondi di tipo call ogni volta che il prezzo toccava la banda inferire, ottenendo questi risultati:

  • 6 investimenti
  • 1 perdita
  • Ritorno economico per singolo investimento 70%

Ricorda: il virgolettato ” sicuri ” non è stato messo a caso. Nel trading, specialmodo in opzioni, nulla è sicuro e chi ti promette guadagni sicuri, promesse di lauti rendimenti, beh, ti sta solo PRENDENDO IN GIRO.

Noi di Migliorbrokerforex.net attraverso questa strategia abbiamo messo in pratica una tecnica facendo trading reale sul campo e, avendo ottenuto in maniera concreta dei risultati, te la stiamo proponendo.

Nulla di più, nulla di meno.

Il ritorno ottenuto dall’uso della nostra strategia pratica

Abbiamo, come specificato, un capitale di 200€, ovviamente non possiamo rischiare tutto il capitale in una sola operazione di trading, decidiamo quindi di dedicare all’investimento, data l’alta probabilità dei segnali, il 12%, quindi, investiamo solo 25€ ogni volta che si presenta il segnale di trading. In questo caso abbiamo ottenuto quanto segue:

1º acquisto opzione binaria call

2º acquisto opzione binaria call

3º acquisto opzione binaria call

4º acquisto opzione binaria call

5º acquisto opzione binaria call

6º acquisto opzione binaria call

Calcolo dei guadagni risultati

I guadagni ottenuti sono:

1º operazione: 17.50€

2º operazione: 17.50€

3º operazione: 17.50€

4º operazione: 17.50€

5º operazione: -25€

6º operazione: 17.50€

TOTALE

(17.50 x 5) – 25 = 62.50€

Il risultato operativo ci ha portato un guadagno netto di 62.50€ con un investimento di soli 25€ corrispondenti al 12.5% del capitale.

In pratica abbiamo ottenuto un guadagno totale rispetto al capitale investito del 70% ad ogni opzione acquistata e rispetto al capitale totale abbiamo avuto un incremento del 31.25%, il che significa che all’aumentare del capitale investito sarebbe aumentato anche il guadagno mantenendo i parametri inalterati.

Ipotizzando un capitale di €1.000 i guadagni ottenuti sarebbero stati di 1000×31.25%=312,5€.

Puoi infatti mettere subito in pratica la strategia dei 16 minuti che ti abbiamo spiegato in questa guida.

Questo sito infatti ti offre la possibilità di fare dei test di trading in opzioni con una demo LIVE – senza dover registrarsi ed effettuare depositi.

Migliori brokers ( ESMA e NO ESMA ) dove puoi fare trading di opzioni binarie e mettere in pratica questa strategia

Come puoi ben vedere le percentuali di guadagno ottenibili nell’investimento in opzioni binarie sono effettivamente convenienti, e sono convenienti rischiando anche cifre molto basse di capitale.

Per cominciare ti consigliamo di scegliere solo broker regolamentati dall’Unione Europea, diffida sempre di broker di opzioni binarie che non hanno ottenuto la regolare licenza, questa infatti garantisce e tutela l’investitore, offrendo una garanzia di ben 20.000€ per ogni conto, il che significa che qualsiasi cosa accada il tuo capitale è al sicuro, a meno che non sia tu a perderlo, ma ciò se segui le giuste strategie di opzioni binarie come ad esempio questa, non può accadere.

Di seguito trovi i broker di opzioni binarie consigliati e testati, tutti hanno regolare licenza europea e sono SICURI al 100%.

Le migliori strategie per investire con le opzioni CALL e PUT

In questa guida vi illustreremo un approfondimento completo sulle migliori strategie opzioni (non binarie) da utilizzare per i vostri investimenti. Queste, vi permetteranno meglio di capire quale stile di trading utilizzare e quali delle strategie meglio si adattano al vostro stile, non tralasciando mai il fatto che devono essere seguite sempre e soltanto con broker regolamentati per non incorrere in delle truffe.

Abbiamo deciso di proporvi questa serie di strategie per opzioni per il semplice motivo che la conoscenza è fondamentale nel campo del trading online . Non tutti i trader conoscono il mondo delle opzioni , che si suddividono in Opzioni Call e Opzioni Put . Si tratta di strumenti finanziari molto utili che vengono spesso utilizzati per coprire altri investimenti, ma anche in vere e proprie strategie di trading, come vi mostreremo in questo nostro articolo.

Ricordiamo, per chi si è appena avvicinato al mondo del trading online , che le Opzioni (e le relative strategie qui spiegate nel dettaglio) sono completamente differenti dalle Opzioni Binarie: si tratta di due strumenti finanziari differenti, con caratteristiche differenti e funzionamento differente.

Strategia opzioni Covered Call

Trading opzioni: strategia covered call

La strategia Covered Call per opzioni viene utilizzata sia per guadagnare dei profitti extra su una posizione long, sia per proteggere la propria posizione long (rialzista) da una potenziale caduta del prezzo. Per mettere in atto la strategia Covered Call , il trader deve avere aperta una posizione long su un qualsiasi asset. Ciò significa che il trader ha previsto un rialzo nel valore di tale asset; per poter attuare la strategia Covered Call , è necessario che tale rialzo avvenga nel lungo termine, e che quindi la visione nel breve termine sia di tipo neutrale, se non addirittura leggermente ribassista.

Il trader infatti, oltre a tenere aperta la posizione long, andrà a vendere delle opzioni call relative al proprio asset, fissate ad uno strike price superiore al prezzo attuale e con una scadenza per il breve termine.

Per chi non sapesse cosa siano le opzioni call: questo tipo di opzioni ci garantisce il diritto, ma non l’obbligo, di comprare un certo numero di azioni (da noi scelto durante l’acquisto delle Opzioni Call) ad un certo prezzo fissato (chiamato Strike Price), entro una certa data di scadenza. Chi compra Opzioni Call, di solito ha previsioni rialziste sull’andamento di un’azione; viceversa, chi le vende ha previsioni ribassiste o neutre. Quando si comprano delle Opzioni Call, bisogna pagare un determinato “Premio” (una quantità di denaro fissa) al venditore: questi soldi rimarranno al venditore dell’ Opzione Call , indipendentemente dal fatto che poi esercitiamo il diritto di comprare le azioni o meno.

Spieghiamo quindi la strategia Covered Call con un semplice esempio:

Immaginiamo che un trader possieda 100 azioni di una società X, che attualmente vengono scambiate a €25 per azione. Il trader ha aperto una posizione long, rialzista, perché analizzando il grafico e utilizzando gli strumenti dell’analisi tecnica, è arrivato alla conclusione che nel lungo termine il valore delle azioni della società X dovrebbe aumentare. Nel breve termine però, non è in vista nessun rialzo: il trader ritiene che il prezzo rimarrà intorno al livello di €25, perché la spinta rialzista non è ancora sufficiente a dar inizio ad un forte trend.

In questo frangente il trader può mettere in atto una strategia Covered Call. Decide di così vendere una Call Option sulle proprie azioni della società X, con strike price fissato a €27. Vediamo adesso i differenti scenari che possono accadere:

  • Il prezzo delle azioni X, come da previsione del trader, rimane intorno al livello di €25 una volta raggiunta la scadenza dell’ opzione (per esempio, il prezzo è arrivato a toccare quota €25,89). In questo scenario, l’ opzione call non viene riscattata dall’acquirente e quindi il trader si tiene sia il Premio che l’acquirente gli aveva pagato, sia le proprie azioni, in attesa di rivenderle quando arriverà il rialzo da lui pronosticato nel lungo termine.
  • Il prezzo delle azioni X raggiunge lo strike price, superandolo (per esempio raggiungedo i €28,20). In questo caso il rialzo è avvenuto in anticipo rispetto alle previsioni del trader, perciò l’acquirente decide di riscattare l’ Opzione Call , comprandosi così le azioni della società X a €27 l’una, per poi rivenderle al prezzo (maggiore) di mercato. In questo caso il trader si tiene il Premio dell’ Opzione Call , più i soldi derivanti dalla vendita delle azioni: si tratta comunque di profitti limitati, perché il reale prezzo di mercato delle azioni è superiore a quello a cui il trader è costretto a venderle.
  • Il prezzo delle azioni X cala (per esempio raggiungendo i €24,30). In questo l’acquirente dell’ Opzione Call decide di non riscattarla, lasciando al trader il Premio (che funge da ammortizzatore della perdita). A questo punto tocca al trader decidere se vendere le azioni (magari rimanendo anche in profitto grazie al Premio ricevuto), oppure continuare a tenerle in attesa dell’eventuale rialzo previsto inizialmente.

Strategia opzioni Married Put

La strategia Married Put può essere considerata come una sorta di “assicurazione” sulle proprie operazioni. Per fare un esempio, diciamo di aver appena investito sulle azioni della società X, perché pensiamo che vi sarà un rialzo nelle prossime settimane di trading. Vogliamo però lo stesso coprirci da una possibile perdita, quindi vogliamo esser sicuri di ridurre le perdite nel caso avvenga lo scenario opposto; ovvero nel caso che le azioni della società X diminuiscano di valore, anziché aumentare come le nostre previsioni.

Per coprirci, dobbiamo comprare quindi un numero sufficiente di Opzioni Put , scegliendo come sottostante le azioni della società X. A questo punto ci troviamo sia con le azioni della società X, sia con le Opzioni Put relative alla società X.

strategia married put

Le Opzioni Put hanno un costo molto inferiore rispetto all’acquisto delle azioni vere e proprie, poiché come già detto, non si vanno a comprare le azioni, bensì opzioni che hanno le azioni come sottostante. Quando si acquistano Opzioni Put , si paga solamente un “Premio”, cioè una cifra fissata in partenza che è sempre inferiore al prezzo reale delle azioni. Questo Premio va pagato immediatamente quando si comprano le Opzioni Put : se per esempio, il Premio è di $5 ad azione e noi dobbiamo comprare Opzioni Put per coprire 100 azioni, dovremmo spendere in anticipo $500.

Per chi non sapesse cosa siano le Opzioni Put : questo tipo di opzioni ci garantisce il diritto, ma non l’obbligo, di vendere un certo numero di azioni (da noi scelto durante l’acquisto delle Opzioni Put ) ad un certo prezzo fissato (chiamato Strike Price), entro una certa data di scadenza. Chi compra Opzioni Put , di solito ha previsioni ribassiste sull’andamento di un’azione.
Per fare un esempio: tramite le Opzioni Put , compriamo il diritto di vendere 100 azioni di una società a $50 l’una (questo è lo strike price) entro il 15 giugno. Il Premio costa $5 ad azione, quindi paghiamo la controparte con un Premio di $500. A questo punto può accadere:

  • Il prezzo delle azioni, come noi avevamo previsto, cala. Diciamo che raggiunge i $ 40 ad azione prima della scadenza del 15 Giugno. Bene, allora ci conviene esercitare il diritto che ci siamo comprati in precedenza pagando il Premio: compriamo 100 azioni al prezzo corrente, quindi $40, e poi le rivendiamo alla controparte, la quale è costretta a comprarle $50 l’una; la controparte è costretta a pagare le azioni allo strike price fissato, cioè $ 50 ad azione, anche se il prezzo ora è calato. Noi abbiamo si speso $ 4000 per comprare le 100 azioni da rivendere; ma dalla vendita abbiamo guadagnato $ 5000. Abbiamo quindi un profitto di $ 1000, dai quali però dobbiamo decurtare il costo del Premio che avevamo pagato alla controparte. Perciò il nostro vero guadagno è $ 1000 – $ 500, quindi $ 500 di profitto.
  • Il prezzo delle azioni sale, anziché scendere come avevamo previsto. Se il prezzo delle azioni non scende al di sotto dello strike price, quindi dei famosi $ 50 per azione, non ci conviene esercitare il diritto che ci eravamo comprati con le Opzioni Put . Ovvero, preferiamo non acquistare le azioni per poi venderle alla controparte. Perché se per esempio il prezzo attuale è di $ 55, vuol dire che noi compreremmo 100 azioni spendendo $ 5500; ma se esercitassimo il diritto comprato con le Opzioni Put , dovremmo venderle alla controparte allo strike price prefissato: quindi le venderemmo a $ 5000. Perciò dalla vendita subiremmo una perdita di $500; a cui si dovrebbe sommare il Premio pagato all’inizio alla controparte: quindi altri $ 500. Come vedete, se esercitassimo il diritto di vendita, subiremmo una perdita di $ 1000. Per questo motivo lasciamo stare, e non esercitiamo il nostro diritto: in questo scenario abbiamo così subito una perdita di $ 500, anziché del doppio.

Ecco spiegato perché le Opzioni Put vengono usate per ammortizzare le perdite e coprire posizioni long, quindi posizioni rialziste. Si paga un Premio prefissato all’inizio, stabilendo uno strike price per vendere le azioni; ma noi, se utilizziamo la strategia married put , possediamo già tali azioni. Infatti noi puntiamo sul rialzo, e abbiamo comprato le azioni della società X. Al tempo stesso però ci copriamo comprando Opzioni Put per lo stesso numero di azioni. Perciò, gli scenari possibili con la strategia married put saranno:

  • il prezzo delle azioni della società X sale. Andremo a vendere le azioni, guadagnando dal rialzo. Ovviamente però, se il prezzo è salito, vuol dire che non potremmo esercitare il diritto di vendita comprato in precedenza pagando il Premio. Per questo dal nostro profitto ricavato dalla vendita delle azioni, dobbiamo sottrarre il premio pagato per le Opzioni Put .
  • Il prezzo delle azioni della società X scende. A questo punto per ammortizzare la perdita, perché noi possediamo le azioni di tale società, decidiamo di sfruttare il diritto delle Opzioni Put comprate in precedenza. Vendiamo le nostre azioni sfruttando le Opzioni Put , vendendole così allo Strike Price prefissato in precedenza (il quale sarà superiore al prezzo attuale delle azioni). In tal modo riusciamo ad ammortizzare la nostra perdita.

Strategia opzioni Bull Call Spread

La strategia Bull Call Spread richiede di comprare delle Call Option ad un certo strike price, vendendo contemporaneamente lo stesso numero di Call Option (riguardanti lo stesso asset e con la stessa scadenza) ad uno strike price superiore rispetto a quello delle Call Option che si ha comprato.

Questra strategia viene utilizzata quando ci si aspetta un rialzo moderato nel valore di un asset ed il profitto viene calcolato in base alla differenza tra gli strike price delle Call Option che si sono comprate e di quelle che si sono vendute.

strategia opzioni binarie Bull Call Spread

Dato che sappiamo cosa si intende per Call Option (come spiegato nel paragrafo relativo alla strategia Covered Call ), andiamo a spiegare la strategia Bull Call Spread con un rapido esempio.

Immaginiamo che un trader preveda che le azioni della compagnia ABC subiranno un lieve rialzo: attualmente le sue azioni vengono scambiate a €50 per azione. Il trader decide di mettere in pratica la strategia Bull Call Spread: perciò compra 5 Call Option (ogni opzione rappresenta 100 azioni della compagnia ABC) con uno strike price pari a €52, pagando €1 per azione (spesa totale: -€500). Contemporaneamente, il trader vende 5 Call Option (sempre relative alla compagnia ABC, sempre con la stessa scadenza) con uno strike price pari a €55, venendo pagato €0,50 per ogni azione (guadagno totale: +€250).

A questo punto, la spesa totale del trader ammonta a €250 (abbiamo sottratto il guadagno ottenuto dalla vendita al capitale utilizzato per comprare le altre Call Option); inoltre, si ritrova ad aver comprato 5 Call Option con strike price a €52, oltre ad aver venduto 5 Call Option con strike price a €56.

Vediamo insieme gli scenari possibili:

  • Una volta passata la scadenza, il valore delle azioni ABC è pari a €56. A questo punto, il trader decide di esercitare il diritto delle 5 Call Option che aveva comprato, per prendere le relative 500 azioni allo strike price di €52 per azione (spesa totale: -€26.000). Una volta in possesso di queste azioni, pagate molto meno dell’attuale prezzo (che è pari a €56 per azione), il trader deve rivenderle all’acquirente che gli aveva comprato le 5 Call Option con strike price di €55 (guadagno totale: +€27.500). Il guadagno totale del trader grazie alla strategia Bull Call Spread è pari alla differenza tra i due importi: quindi +€1500, da cui dobbiamo sottrarre i €250 di spese iniziali per mettere in atto la strategia (totale: +€1250).
  • Una volta passata la scadenza, il valore delle azioni ABC è pari a €54. In questo caso solamente le 5 Call Option che il trader aveva comprato risulta in the money: infatti, il trader decide di esercitare il diritto di comprare le 500 azioni a €52 l’una (lo strike price fissato), spendendo €26.000. A questo punto può rivenderle al prezzo corrente di mercato di €54 l’una, per un totale di €27.000, con un guadagno quindi di +€1000, dai quali però dobbiamo sottrarre i costi iniziali (i famosi €250): quindi +€750.
  • Una volta passata la scadenza, il valore delle azioni ABC è pari a €49. In questo caso nessuna delle due opzioni è in the money ed il trader non acquista le azioni della ABC tramite le 5 Call Option che aveva comprato (altrimenti dovrebbe pagarle €52 l’una, prezzo superiore a quello attuale). Non avendo niente da rivendere, e dato che nemmeno l’acquirente delle altre 5 Call Option ha deciso di acquistare le azioni, il trader subisce una perdita di €250 (i costi totali per mettere in pratica la strategia ).

Strategia opzioni Bear Put Spread

La strategia Bear Put Spread è molto simile alla strategia Bull Call Spread, solamente che funziona “in maniera opposta”, utilizzando le opzioni Put .

La strategia Bear Put Spread richiede di comprare delle Put Option ad un certo strike price, vendendo contemporaneamente lo stesso numero di Put Option (riguardanti lo stesso asset e con la stessa scadenza) ad uno strike price inferiore rispetto a quello delle Put Option che si ha comprato.

Questra strategia viene utilizzata quando ci si aspetta un ribasso moderato nel valore di un asset ed il profitto viene calcolato in base alla differenza tra gli strike price delle Put Option che si sono comprate e di quelle che si sono vendute.

Dato che sappiamo cosa si intende per Put Option (come spiegato nel paragrafo relativo alla strategia Covered Call ), andiamo a spiegare la strategia Bear Put Spread con un rapido esempio.

Immaginiamo che un trader preveda che le azioni della compagnia ABC subiranno un ribasso: attualmente le sue azioni vengono scambiate a €37 per azione. Il trader decide di mettere in pratica la strategia Bear Put Spread: perciò compra una Put Option (che rappresenta 100 azioni della compagnia ABC) con uno strike price pari a €40, pagando €4 per azione (spesa totale: -€400). Contemporaneamente, il trader vende una Put Option (sempre relative alla compagnia ABC, sempre con la stessa scadenza) con uno strike price pari a €35, venendo pagato €1 per ogni azione (guadagno totale: +€100).

A questo punto, la spesa totale del trader ammonta a €300 (abbiamo sottratto il guadagno ottenuto dalla vendita al capitale utilizzato per comprare l’altra Put Option); inoltre, si ritrova ad aver comprato una Put Option con strike price a €40, oltre ad aver venduto una Put Option con strike price a €35. Perciò il massimo guadagno avviene quando il valore delle azioni ABC scende al di sotto dei €35: in questo caso il guadagno massimo sarà pari a €200. Nel caso opposto, con il prezzo che invece che scendere ha continuato a salire (superando i €40), ci ritroveremo con una perdita massima pari a €300 (la cifra investita per mettere in pratica la strategia ).

Strategia Opzioni Protective Collar

La strategia Protective Put viene utilizzata dai trader che vogliono proteggere le proprie posizioni in profitto da movimenti bruschi del mercato.

La prima parte della strategia riguarda la protezione dei propri profitti. Se abbiamo una posizione long su un titolo azionario (e siamo in profitto), dobbiamo comprare una Opzione Put sullo stesso titolo azionario. Tramite l’ Opzione Put , abbiamo il diritto (ma non l’obbligo) di vendere le nostre azioni ad un certo prezzo fissato (strike price) prima che finisca la scadenza per l’ Opzione stessa. In questo modo, andiamo a fissare un “prezzo minimo” a cui vendere le nostre azioni.

Per esempio, abbiamo 100 azioni della compagnia X, il cui prezzo di mercato attuale è pari a €110. Dato che avevamo comprato le azioni quando valevano solamente €25, ci ritroviamo con €8500 di profitto (dato che se le venderemmo ora: €11.000 – €2500 = €8500).

Se in questo caso decidessimo di comprare una Opzione Put per le nostre 100 azioni della compagnia X, con uno strike price fissato a €100 e con una scadenza pari a 12 mesi, “bloccheremmo” i nostri profitti a €7500 (€10.000 – €2500, ovvero il prezzo di vendita delle azioni tramite l’ Opzione Put meno il costo iniziale di acquisto delle azioni). Il prezzo delle azioni della compagnia X potrà scendere quanto vuole, ma durante i 12 mesi in cui è valida l’Opzione Put , noi possiamo vendere le nostre azioni a €100 l’una.

Ovviamente, comprare le Opzioni Put ha un costo: per esempio, possiamo ipotizzare il costo di tale opzione pari a €11 per azione. Perciò per comprare l’Opzione Put per le nostre 100 azioni, dovremmo spendere €1100.

��Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

La seconda parte della strategia Protective Collar riguarda il racimolare i soldi necessari per comprare l’Opzione Put . Nel nostro esempio stiamo parlando di €1100. Un metodo per farlo, è quello di vendere un’ Opzione Call sulle nostre azioni. In questo modo, diamo al compratore della nostra Opzione Call , il diritto (ma non l’obbligo) di comprare le nostre azione allo strike price da noi deciso.

Proseguendo con il nostro esempio, decidiamo di vendere un’ Opzione Call con strike price fissato a €140, per €12 ad azione. Il compratore della nostra Opzione Call ci pagherà: €12 x 100 azioni = €1200.

Grazie alla vendita dell’ Opzione Call sulle nostre azioni, abbiamo i €1100 necessari per comprare l’Opzione Put con la quale proteggere i nostri profitti. E ci avanzano anche +€100.

Adesso andiamo a vedere i tre possibili scenari per la nostra strategia Protective Collar:

  1. Il valore delle nostre azioni cala: Le azioni della compagnia X passano dal valere €110 ad azione a solamente €50 ad azione. In questo caso, utilizzeremo la nostra Opzione Put : esercitiamo il diritto (che ci eravamo comprati per €1100) di vendere le nostre azioni a €100 l’una, anche se il prezzo di mercato è nettamente inferiore. Ci ritroveremo così con un profitto di €7500. L’ Opzione Call non verrà riscattata dall’acquirente (perché di certo non vuole spendere €140 per azione quando può comprarle a solo €50 l’una). Il profitto totale è parti ai €7500 della vendita dell’ Opzione Put + €100 di guadagno iniziale quando avevamo comprato le due opzioni per la strategia .
  2. Il valore delle azioni aumenta: Le azioni salgono a €160 l’una. In questo scenario, non riscatteremo la nostra Opzione Put (che ci permetteva di venderle a €100 l’una). Dall’altro lato però, l’acquirente della nostra Opzione Call eserciterà il suo diritto di acquisto: gli dovremo vendere le nsotre azioni allo strike price che avevamo prefissato, cioè €140 per azione. In questo modo perderemo una parte di profitti: anziché poterle vendere a €160 l’una, siamo stati costretti dall’ Opzione Call a venderle a €140 l’una. Nonostante ciò, guadagniamo dalla vendita ben €11.500 + i soliti €100 guadagnati all’inizio (totale: €11.600 di profitto).
  3. Il valore delle azioni rimane invariato: Durante i 12 mesi di durata delle nostre Opzioni , il valore delle azioni continua ad oscillare intorno ai €110, ma non prende mai una direzione netta. Infatti, il valore delle azioni is attesta sui €116 l’una. In questo caso nessuna delle due opzioni viene riscattata. La nostra Opzione Put non vale niente, perché il valore delle azioni non è sceso allo strike price che avevamo fissato (cioé €100); dall’altro lato, l’acquirente della nostra Opzione Call non eserciterà il suo diritto, perché sennò dovrebbe pagare €140 ogni azione, quando il prezzo di mercato è nettamente inferiore. In questo ultimo scenario ci ritroviamo con un profitto di €100, ottenuti quando avevamo comprato le due Opzioni .

Strategia Opzioni Strangle

La strategia Strangle è una strategia per opzioni molto particolare, utilizzata quando un trader sa che vi sarà una grossa fluttuazione nel valore di un asset, ma non sa con precisione in che direzione.

Per usare questa strategia , il trader deve comprare un’Opzione Call e un’ Opzione Put sullo stesso asset, con la stessa scadenza, ma con due strike price nettamente differenti. La strategia Strangle si rivela essere profittevole solamente se avviene la forte fluttuazione prevista dal trader: fluttuazione che può avvenire sia al rialzo, sia al ribasso.

Perciò, con una strategia Strangle una delle due Opzioni ( Call o Put) finisce sempre per forza di cose out of the money, ovvero sarà una perdita. Mentre una delle due Opzioni deve finire in the money, quindi profittevole, per ottenere un guadagno: tale guadagno deve essere sufficiente a coprire anche la perdita dovuta all’acquisto dell’altra Opzione .

Mostriamo il funzionamento della strategia Strangle con un semplice esempio.

Un trader decide di applicare la strategia Strangle sulle azioni della Microsoft, perché secondo le sue previsioni vi sarà un forte cambiamento nel valore, anche se non sa in che direzione avverrà. Il valore attuale delle azioni Microsoft è pari a €80 per azione.

Il trader così compra una Opzione Call , pagando €200, con strike price fissato a €90; allo stesso tempo, compra una Opzione Put , pagando €200, con strike price fissato a €70. La scadenza per entrambe le opzioni è di 1 mese.

Se dopo 1 mese, il prezzo delle azioni Microsoft è salito, per esempio, a €100, allora il trader sfrutterà l’Opzione Call , esercitando il diritto di acquistare le azioni Microsoft a €90 l’una. Tramite un’Opzione Call , il trader acquista 100 azioni Microsoft a €90 per un costo totale di €9000. Le rivende subito dopo al prezzo di mercato, cioè €100 ad azione: il trader guadagna così €10.000. Facciamo la differenza ed il trader si ritrova con €1000 di profitto. Non scordiamoci però di sottrarre il costo di entrambe le Opzioni : €1000 – €400 = +€600. Questo è il guadagno totale del trader in questo caso.

Scenario simile avviene se il prezzo scende al di sotto dei €70, facendo guadagnare al trader sempre un profitto. Ma cosa succede se il prezzo non subisce quella forte fluttuazione prevista dal trader e rimane quindi circoscritto nel range di prezzo tra €70 – €90? In questo caso il trader non potrebbe riscattare nessuna delle due opzioni e andrebbe a perdere i soldi investiti: -€400 nel nostro esempio.

Opzioni di Plus500

Il broker Plus500 mette a disposizione dei suoi trader svariati asset su cui investire, tra cui le opzioni call e put Plus500 .

Così come tutti gli altri asset presenti sulla piattaforma di Plus500, le opzioni sono negoziate tramite i CFD, parliamo quindi di uno strumento finanziario derivato che non vi consente di possedere direttamente l’asset, ma dove potrete fare una previsione sul prezzo.

Anche in questo caso non parliamo di opzioni binarie, le quali sono vietate, ma di classiche opzioni.

Per saperne di più sulle opzioni Call e Put di Plus500 leggi il nostro approfondimento qui >>> Plus500 opzioni: come funzionano le opzioni call e put

Opzioni FX di IQ option

IQ Option ha introdotto le Opzioni FX, un nuovo strumento molto interessante per i trader dei Paesi regolamentati. Quest’ultime sono disponibili per i trader dell’Unione Europea, dato che non rientrano nei divieti dell’ESMA , i quali riguardano solo le opzioni binarie per i trader retail, ma non per i professionisti.

Fatte le dovute premesse, cosa sono le opzioni FX, chiamate anche Fx options?

Le opzioni FX non sono altro che opzioni applicate sui tassi di cambio del Forex. Per questo motivo vengono chiamate anche Opzioni Forex. Infatti FX sta per “Forex”.

Per saperne di più sulle opzioni FX leggi il nostro approfondimento qui >>> Opzioni Forex su IQ Option. Opzioni Fx regolamentate

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: