Strategie delle 3 medie mobili esponenziali ema 9 12 26

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Strategie delle 3 medie mobili esponenziali ema 9 12 26

Questa strategia di trading nasce dalla costruzione dell’indicatore MACD che avviene attraverso tre medie mobili esponenziali EMA (exponential moving average), la più veloce a 9 periodi, poi quella a 12 e infine quella a 26 periodi. Non lasciatevi spaventare da questi concetti, non entreremo nei dettagli di questa costruzione e né dovrete fare alcun calcolo per applicarla, ma semplicemente occorrerà analizzare il grafico a candele giapponesi con l’aggiunta di queste 3 medie mobili. Nel video tutorial che segue Vi andrò a spiegare come sistemo le tre medie mobili esponenziali nel grafico. Se vuoi approfondire altre strategie, ti rimando alla nostra pagina delle strategie per opzioni binarie.

Il time-frame utilizzato è quello a 5 minuti e le operazioni binarie che apriremo con questa strategia saranno a 5 minuti.

Abbiamo colorato di verde chiaro la media mobile veloce a 9 periodi, di verde scuro quella lenta a 26 periodi e di un bel colore sgargiante come il fucsia quella intermedia. Il gioco dei colori è fondamentale in questa strategia poiché il colpo d’occhio è il primo punto di partenza per operare nel miglior modo possibile.

Come potete notare sebbene la media mobile esponenziale lenta e quella veloce sono rimaste rispettivamente a 26 e a 9 periodi quella intermedia a 12 periodi l’abbiamo adattata alle attuali condizioni di mercato. È importante verificare, giocando appunto sul periodo, che tale media si vada ad appoggiare sul trend rimanendo però all’interno dei valori 9 e 26. Se ad esempio il migliore adattamento di questa media avviene per valori di periodo minori di 10 o maggiori di 25 vuol dire che non è il momento giusto per poterla applicare visto che non vengono conservate le condizioni richieste ovvero che tale media sia compresa tra quella veloce e quella lenta. Nel video è tutto molto più chiaro.

Detto ciò, quello che dobbiamo cercare è un canale in cui risulta ben chiaro l’ordine delle tre medie mobili. Vi accorgerete che quando la media mobile più veloce (quella a 9 periodi) si trova nella parte bassa del canale ci troviamo allora in un trend ribassista, mentre quando si trova nella parte alta del canale il trend è rialzista.

La strategia consiste nell’aprire un investimento quando una la candela che si sta formando va a toccare la media mobile esponenziale intermedia. Apriremo un investimento CALL e quindi al rialzo con scadenza 5 minuti quando ci troviamo in un canale rialzista, al ribasso quando ci troviamo in un canale ribassista.

Alcuni di voi potrebbero dire, ma allora a noi interessa solo la media mobile intermedia. Che senso hanno le altre due? Osservando il grafico potrete notare come ci sono delle fasi in cui il trend sembra apparentemente in rialzo (o in ribasso) ma le tre medie mobili sono intrecciate in modo da non rispettare l’ordine del canale richiesto. In questi casi sono troppo vicine tra loro e pertanto non dobbiamo aprire alcun trade.

Le medie mobili: cosa sono, come si calcolano e quali sono le più usate

16 Aprile 2020 – 09:42

16 Aprile 2020 – 09:43

Cosa sono le medie mobili, come funzionano e come utilizzarle? Di seguito tutte le informazioni su questo indicatore di analisi tecnica, quando e perché è meglio usare una media mobile semplice SMA, una ponderata WMA o un’esponenziale EMA.

Cosa sono le medie mobili e perché, secondo molti trader, sono uno degli strumenti più utili ed efficaci quando si analizza un grafico?

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Le medie mobili rientrano degli indicatori migliori di analisi tecnica e fanno parte dell’armamentario base di ogni trader e analista finanziario.
L’uso delle medie mobili è importante nel trading per riuscire a seguire l’andamento del mercato ed effettuare le giuste strategie, aprendo o chiudendo posizioni nel momento migliore.

L’Ufficio Studi di Money.it ha redatto una guida completa sulle medie mobili: cosa sono, come si calcolano e come funzionano le medie mobili semplici (SMA), le medie mobili ponderate (WMA) e le medie mobili esponenziali (EMA), con l’ausilio di esempi pratici.

Medie mobili: sommario

Cosa sono le medie mobili

Nell’analisi tecnica tradizionale le medie mobili sono degli algoritmi, ossia strumenti matematici che consentono, attraverso una formula, di ricavare un indicatore sintetico dell’andamento del prezzo di un asset finanziario.

Dal punto di vista matematico questo indicatore è una “media” di una determinata quantità di dati, ossia i prezzi di un asset finanziario, rispetto ad una finestra temporale “mobile”, poiché considera soltanto le ultime ‘N’ rilevazioni in ordine di tempo.

Nel calcolo di una media mobile infatti il numero di elementi (i prezzi) è fisso, mentre la finestra temporale considerata avanza: il dato più vecchio della serie viene sostituito ogni giorno con quello nuovo. Questo procedimento matematico fa sì che la media si muova in progressione con l’andamento del prezzo del titolo oggetto del calcolo.

Una media mobile a 200 giorni, ad esempio, prende in esame i valori delle ultime 200 sedute e viene ricalcolata ogni giorno, aggiungendo l’ultimo dato ed escludendo dal calcolo il più remoto, in modo che siano sempre solo 200 i prezzi considerati.

In genere il calcolo di una media mobile prende in considerazione i prezzi di chiusura di una seduta di Borsa, ma possono essere utilizzati anche i massimi, i minimi, o i valori di apertura della seduta. Questo ragionamento vale anche per i timeframe utilizzati: una media mobile può essere calcolata anche su un grafico con candele settimanali, mensili, orarie. In tal caso gli ‘N’ periodi considerati da ciascuna media mobile riguarderanno proprio l’arco temporale sintetizzato dalla singola candela o barra del grafico.

Ci sono tre tipologie di media mobile, a seconda della differente costruzione della formula aritmetica sottostante: media mobile semplice, media mobile ponderata e media mobile esponenziale.

La media mobile semplice (SMA)

La media mobile semplice (Simple Moving Average, da cui l’acronimo SMA) è una classica media aritmetica del prezzo. Si calcola sommando i prezzi di chiusura di N periodi di tempo e dividendo il risultato ottenuto per N.

Detti C1, …, CN i prezzi di chiusura di un asset finanziario nelle ultime N sedute, la SMA si calcola utilizzando la seguente formula:

La semplicità di calcolo viene pagata con un grosso difetto: la media mobile semplice assegna la stessa rilevanza ad ogni singolo prezzo; l’ultimo valore ha lo stesso peso del primo prezzo della serie all’interno della formula aritmetica. Questo difetto viene corretto nella media mobile ponderata.

La media mobile ponderata (WMA)

La media mobile ponderata (Weighted Moving Average, da cui l’acronimo WMA) è una classica media aritmetica del prezzo che assegna un peso maggiore ai dati più recenti e minore a quelli più lontani nel tempo. La formula matematica per il calcolo della media mobile WMA è la seguente:

WMA=(C_1*1 + C_2*2 + C_3*3 +. + C_n*n)/(1 + 2 + 3 + . + n)

Prendendo ad esempio una media mobile a 10 periodi, la chiusura del decimo ed ultimo giorno viene moltiplicata per 10, quella del giorno precedente (nono) per nove, quella dell’ottavo giorno per otto e così via. Il totale verrà poi diviso per la somma dei multipli: nel nostro caso 1+2+3+. +10= 55. La media è quindi molto più reattiva agli eventi recenti, mentre “smorza” le oscillazioni passate.

La media mobile esponenziale (EMA)

La media mobile esponenziale (Exponential Moving Average, EMA) presenta una modalità di calcolo più complessa rispetto alle due precedenti. Nella formula della media mobile esponenziale vengono presi in considerazione tutti i dati della serie storica di un prezzo, con una ponderazione esponenzialmente decrescente. La ponderazione dei primi dati della serie sarà minore col passare del tempo fino a diventare infinitesimale, ma rientrerà sempre nel calcolo. In sostanza, nel calcolo della EMA viene tenuta in considerazione tutta la storia del titolo.

SMA, WMA o EMA quale scegliere?

Tre medie mobili applicate sull’indice FTSE Mib. Possiamo notare che la media mobile ponderata (color arancio nel grafico) è più reattiva della media mobile semplice (in azzurro) rispetto al prezzo. La media mobile esponenziale (in lilla) ha un andamento più aderente al prezzo rispetto alle altre due.

La scelta sulla media mobile da utilizzare è personale e deve adattarsi alle proprie esigenze operative, diverse per ogni trader. Se si volesse utilizzare una media mobile come livello dinamico di supporto o resistenza allora la SMA a 200 periodi è l’ideale, se invece si cerca una media da utilizzare per gli incroci prezzo/media allora una EMA o WMA possono andare meglio, in quanto le reazioni e di conseguenza il numero dei segnali saranno maggiori. Si possono usare anche dei mix di medie, ad esempio una SMA di lungo periodo e una EMA di breve, così da avere un filtro operativo per entrare a mercato.

La funzione di supporto e resistenza delle medie mobili

Una funzione estremamente utile delle medie mobili è quella di fornire delle zone dinamiche di supporto e resistenza. Si può quindi operare sulla tenuta (strategie trend following) o sulla rottura di una media mobile, sia essa semplice, ponderata o esponenziale, come si farebbe con i classici supporti e resistenze ricavati dal prezzo in modo discrezionale. Si consideri che una media più lunga (ad esempio una SMA a 200 periodi) darà livelli dinamici di supporto/resistenza molto più affidabili di una più veloce (SMA 50).

Come utilizzare le medie mobili

Ci sono due tipi di strategie nell’utilizzo delle medie mobili: la prima, più basilare, si basa sugli incroci prezzo/media mentre la seconda sui cosiddetti “crossover” tra due medie.

Sul grafico dell’indice Dax possiamo osservare diversi incroci prezzo/media.
Le linee verticali azzurre esprimono i segnali rialzisti generati da un semplice trading system che lavora sul breakout delle medie mobili. Come si nota subito, la strategia entra in sofferenza nelle fasi laterali di mercato, mentre funziona estremamente bene quando il mercato è in trend. Per l’esempio sono state utilizzate due medie mobile semplici a 50 e 200 periodi.

Gli incroci prezzo/media riguardano la teoria in base alla quale una discesa del prezzo sotto la sua media qualifica pressione ribassista mentre, al contrario, se il prezzo torna sopra la media allora esiste una forza rialzista sul mercato.

Nell’esempio proposto le medie mobili dell’indice S&P 500 generano due segnali, un primo short ed un secondo long. Le medie sono entrambe semplici, una veloce a 50 periodi (azzurra) e una lenta a 200 periodi (rossa).

La seconda, leggermente più complessa ma comunque di semplice comprensione, è costruita tramite l’utilizzo di due medie mobili: si utilizza una media più veloce (ad esempio SMA 50) e una più lenta (ad esempio SMA 200) e se ne osservano gli incroci. Se la media mobile più veloce taglia al rialzo quella lenta si avrà un segnale di acquisto (il noto ’ golden cross ’), mentre si avrà un segnale di vendita quando la media mobile più lenta incrocia al ribasso quella più veloce (il famoso ’ death cross ’).

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su Medie Mobili

Strategia di borsa media mobile doppia + MACD per Opzioni Binarie

Pubblicato: 9 Marzo 2020 – Modificato: 2 Novembre 2020 – di Redazione

Molti principianti di trading binario ci scrivono chiedendoci quale sia il segreto per guadagnare molto con le opzioni binarie. Beh in effetti chi opera in questo settore da qualche tempo sembra riuscire ad incamerare profitti che tutti gli altri si possono solo sognare, allora alcune domande sorgono spontanee. Prima di cominciare, è bene mettere in evidenza che qualunque strategia funziona bene solo se utilizzata con piattaforme di trading sicure e affidabili. Per chi sceglie le opzioni binarie, consigliamo di operare con Investous (clicca qui) o con Iq Option (clicca qui). Si tratta delle piattaforme in assoluto più affidabili, sicure e convenienti presenti in questo momento sul mercato.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Broker Caratteristiche Tipologia Recensioni Apertura conto
Una delle piattaforme leader in Europa, perfetta per fare trading in Borsa (serivzio CFD) CFD Recensione Iscriviti
Notifiche di trading gratis. Formazione 1 a 1 CFD, Opzioni Recensione Iscriviti
Demo gratuita illimitata, deposito minimo 10 euro Opzioni Recensione Iscriviti
Facilissima da usare, demo gratis, corsi gratis CFD Recensione Iscriviti

C’è qualche segreto dietro tali guadagni? Qualche trucco di cui nessuno è a conoscenza? In realtà signori, non c’è trucco non c’è inganno. Si tratta semplicemente di tanta passione, pazienza e dedizione. Si tratta della ferma volontà di giungere a risultati che per gli altri sono semplicemente inimmaginabili, ma che sono la quotidiana realtà di chi opera seriamente con le opzioni binarie.

Se di trucco o segreto si può parlare, possiamo individuarne uno in un fatto particolare: gli esperti per guadagnare mettono in pratica ottime strategie di trading binario. Sono proprio le strategie di trading che determinano il successo di alcuni investitori rispetto agli altri. La strategia può essere vista come la chiave del successo in borsa grazie al trading binario perchè è in grado di fare una piccola “magia”: indicare la strada verso il guadagno in questo mare tempestoso che a volte diventano i mercati finanziari globalizzati.

Strategia media mobile doppia + MACD per guadagnare in borsa
Quindi ritieniti fortunato perchè oggi stai per mettere le mani su una eccellente strategia. Una tecnica di trading che se solo avrai la pazienza di imparare potrebbe portarti subito a risultati inaspettati ed entusiasmanti facendo trading con le opzioni binarie. Ma come può essere così efficace per guadagnare in borsa? Come abbiamo detto in precedenza una strategia ti offre la chiave di lettura del mercato e ti indica esattamente cosa fare, passo dopo passo. Non devi fare altro che applicarla seguendo precisamente tutti i passaggi ed i risultati sono praticamente garantiti.

Ogni strategia ha una propria efficacia, ma molto dipende anche dallo stile del trader stesso. La cosa più importante resta il fatto che ogni strategia può garantire il successo di operazioni a partire da un minimo di 7 occasioni su 10, ma in base alla bravura del trader ed all’efficacia della strategia stessa si possono ottenere risultati ancora migliori. La strategia di borsa media mobile doppia + MACD è una tecnica dalla comprovata efficacia che saprà darti grandi soddisfazioni ed ottimi guadagni, è per questo che abbiamo deciso di proportela e spiegarne facilmente l’utilizzo nel prosieguo dell’articolo.

Ottieni subito demo gratuita illimitata

Investi in borsa copiando automaticamente i migliori

La media mobile doppia ed il MACD non sono altro che due indicatori di trading. Per rendere tutto molto chiaro ti spiegheremo questi indicatori uno alla volta per poi fare un esempio di investimento con tutti e due gli indicatori combinati. In genere le migliori strategie di borsa sono costituite sempre da due indicatori perchè in questo modo la lettura del mercato si fa ancora più precisa e minuziosa e diminuiscono ulteriormente le possibilità di sbagliare. Ma meglio non esagerare perchè mettere ad esempio 3 indicatori potrebbe più che altro confondere le cose invece che semplificarle.

Cos’è la media mobile doppia e come si utilizza

La media mobile semplice è alla base della media mobile doppia. La media mobile non è altro che una linea che oscilla insieme al prezzo corrente di mercato, ma lo fa in base ai dati raccolti circa l’andamento stesso del prezzo nel passato. Il calcolo della media mobile è molto semplice: si prendono 20 sessioni di trading e si fa la media dei prezzi di chiusura di ciascuna sessione, la media è detta “mobile” proprio perchè è sempre utile ed aggiornata in quanto di giorno in giorno si aggiungerà l’ultimo prezzo di chiusura per togliere il primo. Quindi per calcolarla si fa una media di tutti i prezzi di chiusura e poi si divide per 20, o per il numero di sessioni prese in considerazione, ma generalmente ci si attiene ai 20 periodi.

Chiaramente come tutti gli indicatori anche la media mobile semplice non sempre è esente da falsi segnali. Per ovviare a questo problema si possono incrociare i dati ottenuti dalla media mobile con quelli provenienti da altri indicatori di trading, oppure puoi andare ad aggiungere una ulteriore media mobile sul grafico, ma cosa significa? Significa andare a combinare una media mobile veloce con una media mobile lenta, andiamo ora a vedere cosa significa.

L’efficacia della media mobile doppia nel trading in borsa

Una “media mobile veloce” è quella di cui si è parlato in precedenza che prende in considerazione la chiusura del prezzo da un minimo di 5 fino a 20 chiusure di sessioni. Una “media mobile lenta” invece semplicemente andrà a prendere in considerazione molti più periodi di chiusura, in genere 100 ma si può arrivare fino a 200. Questa combinazione di medie mobili può fornire dati più precisi circa il futuro andamento del prezzo.

Vediamo adesso come si può impostare una media mobile doppia per guadagnare con le opzioni binarie.

Per prima cosa bisogna impostare i periodi che andranno a prendere in considerazione le tue medie mobili, per la media mobile veloce è consigliabile che si considerino 21 periodi di chiusura, mentre per la media mobile lenta si prenderanno in considerazione 100 periodi di chiusura del prezzo. I segnali di entrata a mercato qui vengono forniti dall’incrocio delle due medie mobili, fin quando questo non accade non può esservi operatività.

Acquisto opzione call: si avrà un segnale di questo tipo quando la media mobile veloce buca quella lenta dal basso verso l’alto.

Acquisto opzione put: si avrà un segnale di acquisto opzione put quando la media mobile veloce buca quella lenta dall’alto verso il basso.

Distinguere le due medie mobili sarà semplice perchè sul grafico saranno contraddistinte da due colori differenti, per di più su molte piattaforme di trading sei tu stesso che puoi decidere il colore delle medie mobili, puoi quindi settarlo come preferisci.

Cos’è il MACD e come si utilizza nel trading in borsa

Il MACD è uno degli oscillatori più utilizzato in analisi tecnica. Al fine di costruire il MACD sono necessarie 3 medie mobili esponenziali, ossia 3 linee grafiche simili alle medie mobili di cui abbiamo parlato prima. Sul grafico però ne vengono visualizzate soltanto due, in quanto due medie mobili sono utilizzate soltanto per fare la differenza tra di loro, le due linee che potrai osservare su schermo quindi sono il MACD e la signal line, o linea di segnale.

Le due medie mobili che andranno a costituire il MACD sono generalmente una veloce a 12 periodi ed una lenta a 26 periodi. Queste due medie mobili vengono sottratte tra di loro per creare una sola linea (MACD). Il MACD è in grado di generare segnali di trading grazie alla signal line basata su 9 periodi. Il MACD comprende inoltre un istogramma che ti da informazioni molto utili riguardanti i volumi di partecipazione sul mercato. Infatti, se un hai notato la possibile formazione di un nuovo trend, è molto più probabile che accada se il nuovo movimento di mercato è accompagnato da volumi importanti (ossia grande partecipazione di mercato).

Il MACD può generare segnali di trading molto affidabili, ecco che tipo di segnali può generare per le opzioni binarie:

  • Acquisto opzione binaria call: questo segnale si ha quando la signal line si interseca con la linea MACD, dal basso verso l’alto
  • Acquisto opzione binaria put: viceversa un segnale di acquisto di opzioni ribassiste si ha quando la signal line interseca il MACD dall’alto verso il basso.

Strategia media mobile doppia + MACD: un esempio pratico

Immagina di avere un capitale di 100€ a disposizione per fare un investimento, ora vediamo cosa accade utilizzando questa strategia. Combinando i segnali provenienti da due indicatori invece di 1 saranno molto rari i falsi segnali in cui puoi capitare di conseguenza, tutto quello che devi fare è seguire i pasi che ti indichiamo:

  1. Scegli le opzioni binarie Call/Put
  2. Imposta il time frame del grafico in H1
  3. Scegli una scadenza di opzioni binarie pari a 24H
  4. Scegli un asset caratterizzato da una buona volatilità

Ora non ti resta altro da fare che attendere i segnali provenienti dai due indicatori che costituiscono questa strategia, ovviamente il momento adatto per una entrata a mercato viene dato quando i segnali dei due indicatori combaciano! Ma vediamo praticamente come fare:

Segnale di acquisto opzione binaria Call: se la media mobile doppia ti mostra, la media veloce che interseca quella lenta dal basso verso l’alto e nel contempo la signal line buca il MACD dal basso verso l’alto è il momento di entrare a mercato perchè il prezzo con ogni probabilità si muoverà al rialzo nelle prossime ore.

Segnale di acquisto opzione binaria Put: Se la media mobile doppia mostra che la media veloce buca quella lenta dall’alto verso il basso e la signal line incrocia il MACD allo stesso modo è quasi certo che nelle prossime ore il prezzo dell’asset subirà un ribasso rispetto al prezzo che c’era al momento dell’acquisto dell’opzione, quindi andrai a profitto.

In base al tuo broker di opzioni binarie una simile operazione potrebbe portarti a guadagnare moltissimo in borsa, parliamo anche del 91% che su un capitale di 100€ fanno esattamente 91€, niente male per essere un profitto riportato in sole 24h grazie alle opzioni binarie. Come accorgimento finale vogliamo ricordarti di non investire mai più del 5% del capitale totale a tua disposizione in una sola operazione. Questa è una regola fondamentale che ogni buon trader deve seguire in modo tale da ammortizzare sempre le perdite quando si verificano e nel frattempo continuare a guadagnare con costanza nel tempo.

Migliori piattaforme per fare trading online

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, è fondamentale scegliere una piattaforma di trading che funzioni davvero per avere successo con il trading. Tra le piattaforme attualmente disponibili per il trading di opzioni binarie, ti suggeriamo Investous e Iq Option. Come mai queste due piattaforme? Investous è una delle piattaforme più famose e apprezzate in assoluto, è la piattaforma di trading per opzioni binarie numero uno in Europa. Investous regala un eccellente servizio di segnali gratuiti per investire (clicca qui per saperne di più).
Per aprire un conto su Investous clicca qui.

Iq Option è una piattaforma altrettanto sicura e affidabile di Investous, che si caratterizza soprattutto per la sua grandissima facilità d’uso. In pratica anche chi non ha mai fatto trading riesce da subito ad operare con Iq Option. Iq Option, inoltre, mette a disposizione di tutti un conto demo gratuito illimitato. Grazie a Iq Option potrai quindi testare gratis tutte le strategie di trading. Infine, Iq Option è l’unico broker che consente di cominciare il trading reale con un deposito iniziale di appena 10 euro.
Per aprire un conto con Iq Option, clicca qui.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: