Strategia media mobile

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Media Mobile: guida pratica

Se anche non hai molta esperienza riguardo ai mercati finanziari sei arrivato nel posto giusto. Qui vogliamo parlarti dell’ indicatore media mobile uno dei più importanti ma inventati per analizzare i mercati. Il tuo livello di preparazione non conta perché la media mobile è uno degli indicatori di analisi tecnica più semplici che siano mai stati inventati.

Prima di cominciare a parlare nello specifico dell’indicatore per la media mobile, vogliamo comunque ricordarti che è possibile operare in modo semplice e sicuro seguendo segnali di trading affidabili. Abbiamo analizzato accuratamente lo storico di vari servizi di segnali e abbiamo trovato che il migliore è questo (clicca qui per richiedere il servizio) . Il bello è che si tratta di un servizio di segnali di trading completamente gratuito!

Precisiamo che utilizzare strategie di trading e indicatori di analisi tecnica è importante per il successo nel trading. Ma ancora più importante è scegliere delle piattaforme di trading affidabili e oneste. Se si sceglie una piattaforma poco affidabile, poco onesta o con commissioni sull’eseguito, si perde sempre, anche se si conoscono tutti gli indicatori e le strategie. Se si scelgono piattaforme affidabili e senza commissioni come Plus500 si possono ottenere risultati ottimi. Alla fine dell’articolo, per completezza, pubblichiamo la classifica con tutte le migliori piattaforme per trading online.

Tutti i trader utilizzano la media mobile da tempo immemore anzi addirittura fin da quando il trading è stato inventato. Oggi vogliamo spiegarti il funzionamento di questo semplice indicatore con parole molto poco tecniche e comprensibili anche per chi non ha ancora messo nel suo bagaglio di conoscenze tutto quello che serve per diventare un trader vincente.

Quando i nostri lettori ci domandano quale indicatore il caso di utilizzare per iniziare nel modo giusto fare trading, noi rispondiamo sempre nello stesso modo ovvero con la media mobile. L’indicatore di trading media mobile è uno strumento molto utilizzato nell’ analisi tecnica dei mercati finanziari. Come tutti gli indicatori anche la media mobile presenta sia dei pregi sia dei difetti che però vengono sicuramente superati dei primi. Un uso accorto della media mobile può migliorare la consistenza e le performance dei tuoi investimenti sui mercati finanziari e nella borsa.

Per chi utilizza l’analisi fondamentale per fare i propri trades sicuramente risulterà poco interessante l’utilizzo degli indicatori tecnici come la media mobile. Ma noi siamo qui per dimostrare l’esatto contrario, per dimostrare che anche dei metodi all’apparenza troppo semplici possono portare enormi risultati sia mentre si fa analisi sia mentre si cercano occasioni per entrare a mercato. Le medie mobili infatti sono utilizzate per due scopi principali: il primo è generare segnali operativi di acquisto e di vendita sui beni che stai analizzando, il secondo scopo è quello di definire il trend di fondo dello strumento in questione.

Indicatore media mobile: semplice ma efficace

Le medie mobili sono perfette per essere utilizzate anche da sole mentre si fanno investimenti, ma ci sono anche altre persone che preferiscono entrare a mercato soltanto quando hanno ricevuto conferme anche da altri indicatori. Nel prosieguo dell’articolo ti forniremo alcune indicazioni di buoni indicatori che puoi usare insieme alla media mobile ma intanto limitiamoci proprio quest’ultima mostrando come già la media mobile da sola o due medie mobili possono portare enormi risultati al trader.

Diamo quindi adesso una definizione di media mobile che ti permetta di capire in breve quali sono le basi per il suo calcolo: la media mobile rappresenta una serie di dati omogenei calcolati semplicemente sommando il valore della serie e dividendo il tutto per il numero delle osservazioni. In altre parole possiamo ridefinire le osservazioni più propriamente come “periodi”, ogni periodo rappresenta la chiusura di una sessione di contrattazione. Lo scopo della media mobile la sua vera e propria finalità è quella di depurare i corsi azionar,i o di qualsiasi altro titolo o valuta, dalla distorsione di brevissimo periodo delineando con maggiore chiarezza la tendenza di fondo del mercato

Esistono tre tipi di media mobile la media mobile semplice la media mobile ponderata la media mobile esponenziale che andremo adesso brevemente a specificare per ogni tipo:

  • La Media Mobile semplice: La media mobile semplice è quella che è caratterizzata dal calcolo più facile ed immediato ma anche la più attendibile. Per fare il calcolo basta sommare i prezzi di chiusura di un numero “n” di giorni e dividere il risultato per il numero dei giorni stessi. Uno degli inconvenienti del indicatore è quello di tenere in uguale considerazione le quotazioni più remote e quelle più recenti del mercato, ma questo no è un grande problema come scoprirai continuando nella lettura dell’articolo.
  • La Media mobile ponderata: la media mobile ponderata invece supera il limite presentato per la media mobile semplice, ci riesce in quanto tiene in maggiore rilievo i valori recenti rispetto a quelli meno recenti. Quindi nel momento in cui si deve calcolare la media mobile ponderata viene attribuita maggiore importanza ai valori più recenti.
  • La media mobile esponenziale: la media mobile esponenziale invece esattamente come quella moderata si caratterizza per il maggiore peso che viene dato ai prezzi più recenti. Anche il calcolo di questa media mobile non è particolarmente difficile e prevede che il primo valore sia pari al valore calcolato con la media mobile semplice, successivamente per avere invece gli altri valori e necessario calcolare il coefficiente moltiplicativo che costituisce la base per la costruzione delle medie mobili esponenziali.

Come utilizzare l’indicatore media mobile per investire

Il calcolo della media mobile è in un certo senso personalizzabile, infatti le medie mobili possono essere calcolate suturate diverse. Per avere medie mobili in grado di permetterci di valutare i trend di lungo periodo bisogna utilizzare prevalentemente medie mobili calcolate su periodi lunghi che vadano da un minimo di 50 a 300 giorni o sessioni (ovvero i periodi di cui parlavamo in precedenza).

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Una delle medie mobili che è considerata la più affidabile e la più utilizzata è certamente quella a 20 periodi. In quanto questo quest’ultima tipologia di media mobile è perfetta per analizzare il mercati nell’ambito del trading intraday; mentre se invece si desidera fare in Trading di lungo termine è necessario utilizzare una media mobile di 200 periodi, a tanto ammonta infatti il numero di sessioni ritenuto più adatto per fare trading di lungo termine.

Come dicevamo la media mobile e di estrema semplicità e quindi di facile lettura. La cosa più importante è comunque che essa sia in grado di offrirci segnali di acquisto e di vendita in grande quantità soprattutto se si opera nell’ambito di mercati molto volatili. Per quanto riguarda ciò che tu andrai a notare sul grafico una volta inserita la media mobile , tutto quello che potrai osservare sarà una semplice linea che segue apparentemente l’andamento del prezzo in maniera anonima.

Quello che interessa i trader che utilizzano la media mobile per investire sono i momenti in cui il prezzo va intersecarsi con la sua media mobile. Come dicevamo la media mobile è molto amata da coloro che fanno trading intraday perché queste intersezioni della media mobile con il prezzo possono verificarsi svariate volte nell’arco di una giornata, ed ogni volta che si verifica una intersezione si può ottenere un segnale di trading da sfruttare.

Ecco i segnali operativi generati dalla media mobile che un buon trader non può davvero lasciarsi sfuggire:

Segnale rialzista: quando il prezzo sul tuo grafico taglia dal basso verso l’alto la sua media mobile ecco che si ottiene un valido segnale rialzista, quindi non appena si verifica l’intersezione puoi valutare seriamente una entrata a mercato short.

Segnale ribassista: quando il prezzo sul grafico taglia dall’alto verso il basso la sua media mobile si deve agire in maniera opposta, ciò significa che puoi pensare di fare un investimento entrando a mercato short, perchè la media mobile ti indica un possibile abbassamento del prezzo.

Tra gli investitori poi, c’è chi non si accontenta dell’utilizzo di una singola media mobile ritenendolo troppo poco affidabile per questo spesso si preferisce adottare l’utilizzo di più medie mobili. C’è chi utilizza due medie mobili oppure che addirittura si affida un fascio di medie mobili caratterizzato per la presenza di ben 12 linee che seguono l’andamento del prezzo. Utilizza due medie mobili lo fa settando una media mobile per fare in modo che sia lenta e una media mobile che invece possa essere veloce e quindi una media mobile a 200 giorni è una media mobile a 50 giorni.

Investire con la media mobile doppia

In questo caso ciò che si deve osservare per investire non è tanto dissimile dal rapporto tra il prezzo è la sua media mobile ma semplicemente bisognerà osservare il comportamento delle due medie mobili per decidere quando è il caso di entrare al mercato. Si avrà un segnale rialzista nel momento in cui la media mobile veloce, quella a 50 giorni, taglia al rialzo la media mobile lenta; si avrà invece un segnale ribassista nel momento in cui la media mobile veloce tagli al ribasso la media mobile lenta, in questo modo verrà generato un segnale al ribasso del prezzo alquanto affidabile.

I modi per sfruttare le medie mobili in realtà non finiscono qui perché il caso di considerare anche il loro utilizzo come possibili supporti e resistenze per il prezzo. Se prendiamo per esempio il caso di una media mobile a 200 giorni non è infrequente che essa funga da supporto per il movimento in atto. La stessa cosa vale anche per coloro che intendono fare trading intraday con le medie mobili.

Infine un accorgimento strategico ulteriore è quello che bisogna dedicare all’impiego del proprio capitale di trading. Nel momento in cui si utilizza la media mobile e si intende entrare a mercato non si può avere la certezza che l’investimento vada a buon fine, di conseguenza gli esperti consigliano un massimale nel trade che non vada a sforare il 5% del proprio capitale totale, per ottenere questo tipo di settaggio bisogna semplicemente impostare a dovere uno stop loss pochi pips al di sopra o al di sotto del momento della tua entrata a mercato.

7 Mobile Strategies Your Business Needs To Implement

Do you believe that 80% of all online adults now own a smartphone? According to a recent survey of 170,000 adult internet users in 32 markets conducted by GlobalWebIndex, that is currently the case. The survey also found that “75% percent of smartphone users are accessing mobile internet services on their smartphones.”

In other words, if your business isn’t ready for mobile device users, you’re missing out on a huge opportunity to reach your target audience and increase revenue.

But, how exactly do you get the most out of mobile internet users? The best way is by implementing a mobile strategy for your business. And here are seven strategies you need to launch ASAP.

1. Define Your Objectives

Before you can begin to implement any sort of mobile strategy for your business, you should take a step back and discover what your objectives really are. After all, without defining your objectives, how can you proceed with any sort of mobile strategy.

Kevin Conway suggests you ask the following questions on the CenturyLink Blog:

  • What are the company’s corporate objectives?
  • How can mobile initiatives help the company map to and achieve the corporate objectives?

    After you answer these vital questions, you’ll be able to define your mobile strategy so that you can put an effective plan into action.

    2. Select the Right Mobile Environment

    One of the biggest decisions that you will have to make is selecting the right mobile environment to reach your targeted audience. This is usually one of two options: a mobile site or a mobile application.

    Oracle has a pretty clean explanation of each mobile environment that goes as follows:

    • Mobile sites appear inside the browser on any internet-enabled mobile device. For example, the Apple iPhone uses the Safari browser. The advantage of mobile sites is that 99 percent of web-enabled devices can access them. Mobile sites do not require the user to download anything, and if set up properly, they can detect the user’s device and automatically format the content for optimal viewing on that platform. With the advent and adoption of HTML5, mobile Web sites will have more-app like capabilities.
    • Mobile applications require a device-specific download from a marketplace, such as the Apple App Store or the Android Market. Because applications leverage native capabilities, they provide enhanced functionality such as GPS-enabled location services, scanning, and the ability to cache content for offline usage. Separate applications have to be built for each mobile platform, so you need to prioritize build-outs based on the device usage of your audience and the greater market.

    Both Oracle and KISSMetrics recommend you build an app and mobile site if you have the resources. Remember, apps and mobile sites “serve different purposes, and they address different audiences: while mobile apps are for loyal customers who need a faster and easier way to interact with brands, mobile sites simplify the shopping experience and provide specific on-the-go services, basic information, and contact details.”

    No matter if your use both an app or mobile site – or both – make sure that you invest in UX design. This means your mobile site “makes information clearer to understand, data easier to consume, and adoption simple” and that your app works properly.

    3. Integrate With Social Media

    You are already aware that social media platforms are a great place to listen and monitor your audience. They’re also pretty good at helping you engage with your audience. And, social media is also being used consumers to conduct research on a product prior to making a purchase – 71% of consumers will make a purchase after reading a referral on social media.

    This means your mobile strategy should integrate with your social media platforms. This includes sharing reviews, having social sharing buttons and creating content that is both engaging for your audience and promoted through social media ads.

    4. Take Advantage of the Multi-Screen/Multi-Device Opportunity

    According to KISSMetrics, “over 40% of smartphone users watch TV while browsing a smartphone.” Furthermore, McKinsey & Company found that users with more devices spend more time online – users with a PC, tablet, and smartphone spend 223 minutes online per day – which is twice as long as users with just a PC and smartphone.

    Because of this, you should create campaigns for different devices, as well as adjust “your marketing campaigns by device, location, and time of day.” By doing so, you’ll be able to “deliver relevant content to different segments of your audience, thus maximizing ROI.”

    5. Send Out Timely Alerts and Notifications

    According to the Pew Research Center’s Internet Project, “67% of cell owners find themselves checking their phone for messages, alerts, or calls — even when they don’t notice their phone ringing or vibrating.” With that amount of people frequently checking their smartphones, you would be foolish not to send out timely alerts and notifications to your audience such as coupons, discounts, or savings just for opting-in.

    However, you want to make sure that you don’t alienate or annoy your customers. For example, you want to make sure you provide an easy way to opt out and don’t send notifications at inappropriate times, like first thing in the morning. That’s why it’s important for you to know the time and location of your audience, so you can send out those timely alerts or notifications.

    6. Use Location Based Ads

    Did you know that “69% of Google searches were found to involve a specific location?” If that wasn’t impressive, also consider that “20% of searches are completed to find local information, and 97% of consumers search for local businesses online.” On top of that, brands have experience “as much as a 20% increase in conversion when adding location data to their ad data.”

    By using a geo-location service, you can generate location-based ads that can send out targeted messages to specific members of your audience.

    7. Optimize Your Emails

    Email marketing is not a thing of the past. In fact, according to Forbes, it’s the most effective marketing channel – however, it’s also the most difficult to perfect. That’s why when you launch an email marketing campaign, you need to consider multiple devices. Campaign Monitor has found that “41% of opens now happen on mobile devices.” However, click-throughs from a mobile device are not as high. The good news? “Mobile readers who open emails a second time from their computer are 65% more likely to click-through.”

    Emails are still a great way to keep your audience updated through newsletters and to offer them discounts or coupons. While these are effective tactics, they won’t reach your audience unless your emails are optimized for mobile. Marketing Profs recommends emails should be easy to click (40-50 pixels), contain short subject lines, be under 20kb, and have a screen width of 300-400px.

    John Rampton is an entrepreneur, investor, online marketing guru and startup enthusiast. He is founder of the online payments company Due and productivity company Calend…

    John Rampton is an entrepreneur, investor, online marketing guru and startup enthusiast. He is founder of the online payments company Due and productivity company Calendar. John is best known as an entrepreneur and connector. He was recently named #2 on Top 50 Online Influencers in the World by Entrepreneur Magazine and blogging Expert by Time. He currently advises several companies in the San Francisco Bay area. I’m a connector. I love connecting with like-minded individuals for a greater good. I can be found online at Google+ or @johnrampton.

    Strategia di trading con ADX e media mobile

    This topic contains 19 replies, has 2 voices, and was last updated by Nicolas 2 years, 4 months ago.

    Salve io sono un albergatore che cerca di affacciarsi adesso nel mondo del Trading.

    Mi ha sempre incuriosito molto l’idea di operare sui mercati finanziari e adesso, sotto la supervisione di un amico sto cercando di poter testare il mio primo sistema.

    L’unico inconveniente e’ che lui utilizza Tradestation e quindi mi ha fornito il codice in Easylanguage.

    Io ho provato a tradurlo in Probuilder pero’ mi da un errore all’ultima riga, quella ancora non scritta….

    Qualcuno saprebbe per caso aiutarmi?

    MMlungo= Average (200)
    MMcorto= Average(5)
    REM MyAdx = ADX[5](close)
    If c > mmlungo then
    if c 35 then
    buy at market
    endif
    if c > mmcorto then
    sell at market
    Endif

    Miglior broker di opzioni binarie 2020:
    • BINARIUM
      BINARIUM

      Il miglior broker di opzioni binarie!
      Allenamento gratuito!
      Ideale per i principianti!
      Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: