Ripple, il successo di una criptovaluta anomala

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Trading System

Nel corso del 2020 abbiamo tutti potuto apprezzare l’aumento di valore della maggior parte delle criptovalute. Fino a qualche mese fa la gran parte del pubblico conosceva esclusivamente i bitcoin, mentre ora siamo quasi tutti consci del fatto che ne esistono molte, tra cui particolarmente nota è il ripple.

Questa criptomoneta non è del tutto identica ai bitcoin, anche se è particolarmente simile. Il ripple valore è decisamente inferiore rispetto a quello di un bitcoin, cosa che per certi versi ha favorito l’accesso alla compravendita di criptovalute anche ai piccoli investitori.

Perché ripple è anomalo

Nato nel 2020 ripple, o meglio XRP la valuta creata da Ripple, è la terza criptomoneta al mondo per capitalizzazione. Nonostante sia una criptomoneta, così come bitcoin, e utilizzi il sistema blockchain, si tratta di una moneta completamente diversa rispetto a tutte le altre valute digitali che si conoscono oggi al mondo. Ripple è una società che permette di scambiare denaro tra diverse Nazioni.

Il ripple è stato creato proprio per questo scopo, in modo da diminuire in modo sensibile il costo degli scambi di denaro tra Stati diversi. In pratica tramite questa moneta Ripple intende rivoluzionare in modo progressivo il sistema di pagamenti elettronici a livello internazionale. Per questo le banche amano la nuova moneta e sono sempre di più gli istituti di credito che si dicono pronti ad utilizzare il ripple in modo esteso e continuativo.

Proprio per questo verso la fine del 2020 il valore dei ripple ha fatto un importante balzo in avanti, con un aumento del 1300%. Stiamo parlando di un aumento di valore dell’XRP del 36.000% nel corso del 2020, una performance che eclissa totalmente quella dei bitcoin.

Ripple e la Corea del sud

Uno dei Paesi in cui il successo della moneta di Ripple è stato più pesante è la Corea del sud. Nel corso del 2020 proprio in Corea del sud si sono visti scambi di ripple pari quasi al 20% del valore totale della moneta. In Corea del sud del resto tutte le criptovalute sono state accolte con grande entusiasmo dagli investitori, fino a preoccupare il governo.

Per questo motivo si è reso necessario agire per vietare lo scambio di criptovalute nello Stato asiatico, cosa che ha, per alcuni giorni, causato un importante crollo nel valore di queste monete digitali. Purtroppo il fatto che le monete digitali siano diffuse in tutto il mondo e scambiate ovunque è al contempo un loro punto di forza ma anche in difetto.

Ogni volta in cui un Governo o un Ministro dell’Economia si pronuncia in favore o contro la diffusione di questo tipo di prodotti il mercato risponde rapidamente, con un aumento dei prezzi o con un crollo repentino. Per certi versi la situazione dovrebbe aver fatto comprendere agli speculatori che l’ambito delle criptomonete è particolarmente rischioso, perché è vero che può permettere di guadagnare in modo pesante, ma anche che il mercato può ribaltarsi nell’arco di poche ore, causando per molti ingenti perdite di denaro.

Cos’è Ripple e come funziona la criptovaluta del momento

Non solo Bitcoin: XRP è diversa da tutte le altre monete virtuali, perché non è alternativa al sistema bancario. Vantaggi e rischi.

Se un anno fa aveste investito mille euro in XRP (la criptovaluta emessa dalla società di trasferimento denaro Ripple) oggi avreste sul vostro conto qualcosa come 350mila euro. Non male. E pensare che la cifra sarebbe stata ancora più alta se aveste deciso di vendere la moneta digitale il 4 gennaio 2020, quando ha toccato il suo massimo storico di 3,65 dollari (rendendo momentaneamente il cofondatore Chris Larsen, che possiede ovviamente una marea di XRP, il quinto uomo più ricco del mondo) per poi scendere bruscamente di oltre il 30%, attestandosi nella mattinata del 9 gennaio 2020 attorno a 2,47.

L’ascesa stellare di Ripple, con conseguente brusco declino, sta agitando i sonni degli investitori

L’altissima volatilità delle criptovalute è la ragione principale per cui possono portare enormi e immediati guadagni – così come farvi versare lacrime amare – anche solo nel giro di 24 ore. Ripple non fa eccezione: la sua ascesa stellare, con conseguente brusco declino, sta facendo vivere sonni agitati a chi ha deciso di mettere un po’ di risparmi nella moneta digitale che è stata la star del 2020: riprenderà a salire con i ritmi già visti o precipiterà ancora più fondo? Questi timori valgono a maggior ragione per chi è salito sul treno all’ultimo momento e adesso corre il rischio di aver coltivato sogni di ricchezza per poi ritrovarsi più povero.

L’élite delle monete virtuali

Ma cos’è successo? Le ragioni che spiegano il declino della moneta di Ripple sono molteplici. Prima di tutto, è normale che dopo una crescita del genere ci sia una fase negativa: parecchi investitori potrebbero semplicemente aver deciso che fosse giunto il momento di vendere per incassare i guadagni, facendo scendere il prezzo. Ad affossare le quotazioni di Ripple è stata però anche la “questione Coinbase”, il più noto (e semplice da usare) crypto exchange del mondo, che si vociferava fosse sul punto di inserire anche XRP nel suo ristrettissimo listino (che al momento offre solo Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin).

Nel giro di 24 ore, XRP ha perso oltre il 20% del valore

La notizia del possibile arruolamento di Ripple ha fatto salire ulteriormente la valutazione della moneta, facendole toccare il già citato punto massimo. Tantissimi si sono fiondati su XRP, confidando che l’imminente sbarco su Coinbase avrebbe pompato ulteriormente il suo valore, portando facili guadagni a chiunque si fosse mosso anche solo un minuto prima. E poi è arrivata la doccia fredda: il CEO di Coinbase ha liquidato queste “voci infondate” rendendo noto come non fosse in programma nessuna mossa del genere. Apriti cielo: nel giro di 24 ore XRP ha perso oltre il 20% e da lì è iniziata un’altalena di prezzi che tiene milioni di speranzosi investitori con il fiato sospeso.

A spiegare il calo non ci sono solo queste ragioni prettamente speculative, ma anche delle analisi che hanno messo fortemente in dubbio il “valore intrinseco” non tanto di Ripple, ma proprio della sua moneta. Comparse inizialmente su testate specializzate come Coindesk, queste analisi sono sbarcate anche su riviste prestigiose come il Financial Times venendo rilanciate inoltre da personalità come la senior editor di Forbes (ed esperta di criptovalute) Laura Shin.

I punti di forza di Ripple sono i suoi svantaggi

Ok, ma cosa dicono queste analisi critiche? Per farla breve, che la tecnologia di Ripple – che ha lo scopo di consentire trasferimenti di denaro in qualsiasi valuta, in maniera gratuita e rapida; diventando quindi estremamente attraente per banche e istituti finanziari e facendo concorrenza a sistemi antiquati come SWIFT – non ha bisogno di XRP. Che, insomma, non si capisce quale sia il ruolo della criptomoneta.

“Questo prodotto fornisce alle banche un sistema di comunicazione in tempo reale e bi-direzionale, attraverso il quale si possono tracciare e gestire pagamenti transnazionali. Un sistema, secondo i dirigenti di Ripple, superiore alla piattaforma di SWIFT, che consente una comunicazione solo unidirezionale”, si legge proprio su Coindesk. “Per esempio, se qualche dato necessario a inviare un pagamento con SWIFT viene digitato in maniera non corretta, questa informazione deve ripercorrere tutto il suo ciclo di vita prima che l’errore venga corretto (. ). La piattaforma di Ripple, invece, consente a chi invia e a chi riceve di comunicare in tempo reale, permettendo di sistemare qualsiasi errore in tempo breve e senza cancellare e rifare la transazione”.

La piattaforma funziona, la criptomoneta no

L’utilità si capisce subito: dove oggi c’è una giungla di valute, enti e persone che devono scambiarsi soldi usando un sistema antiquato, Ripple fornisce un metodo universale che semplifica tutto. E il fatto che oltre 100 istituti finanziari (tra cui Crédit Agricole e Santander) abbiano iniziato a usare questa tecnologia – il cui nome tecnico è xCurrent – è la principale ragione per cui il valore di XRP è schizzato alle stelle sul finire dell’anno passato. Ma c’è un problema: quasi nessuno di questi istituti usa XRP; gli spostamenti di denaro avvengono con le normali valute. Al momento, XRP è una criptovaluta emessa da Ripple ma che nessuno utilizza. Alcuni analisti si sono spinti ad affermare che “non si capisce la ragione per cui questa moneta esista”.

Contro le banche o insieme a loro?

È molto probabile che questi dubbi, che hanno iniziato a circolare in maniera massiccia, abbiano pesato sulla valutazione di XRP. Peggio ancora: sembrano essere dubbi fondati. Ovviamente, Ripple sta correndo ai ripari, lavorando per diffondere la sua nuova tecnologia, xRapid, che invece utilizza XRP per gli scambi monetari; dando un senso a una valuta che per il momento è assai oscura.

la blockchain di Ripple non è aperta e decentralizzata, ma chiusa e rigidamente controllata, e gli XRP non possono essere minati

E così, le ragioni del successo stellare di Ripple si sono rivelate fragili fondamenta, che hanno messo in allarme gli investitori più accorti, attratti inizialmente anche dal fatto che Ripple (a differenza di Bitcoin o Ethereum) non fosse un sistema nato con l’obiettivo di rimpiazzare banche e istituti finanziari, ma di collaborare con loro (vale anche la pena di notare che la blockchain di Ripple non è aperta e decentralizzata, ma chiusa e rigidamente controllata, e che gli XRP non possono essere minati, come invece avviene con i bitcoin o gli ether, ma vengono rilasciati dalla società).

Che cosa aspettarsi allora per il futuro? Al di là degli imperscrutabili movimenti speculativi, una cosa è molto probabile: il successo di XRP sembra essere inestricabilmente legato all’adozione di Ripple da parte di istituti sempre più importanti (secondo il CEO Brad Garlinghouse, tre delle cinque maggiori compagnie di money transfer stanno per adottarlo) e alla capacità di utilizzare la sua criptomoneta come intermediario nei trasferimenti. Se le cose andranno per il verso giusto, il “valore intrinseco” di XRP sarà dimostrato e la quotazione potrebbe riprendere a salire rapidamente; in caso contrario, è tutto in mano agli speculatori.

Ripple [XRP]: cos’è, come funziona e come guadagnare [2020]

Il Ripple è, al momento della scrittura di questa guida, la seconda criptovaluta in assoluto per capitalizzazione di mercato al mondo. Questo significa che il Ripple merita molta attenzione, anche se in realtà si tratta di una criptovaluta estremamente differente rispetto agli altri grandi token come Bitcoin ed Ethereum.

Se desideri investire nel Ripple vogliamo subito informarti che esistono alcune “dritte” da seguire se si desidera farlo con commissioni zero senza il pericolo di venire truffati. Per esempio, i migliori consigliano di utilizzare i servizi di una piattaforma sicura, affidabile e completamente gratuita come eToro (clicca per il sito ufficiale).

Cosa è Ripple e come funziona

Ripple [XRP]: cos’è e come funziona

Vediamo quindi insieme tutte le caratteristiche principali più importanti del Ripple, cercando di capire attentamente cos’è e come funziona Ripple e quali sono le differenze più importanti che apporta XRP.

L’aumento sia nel prezzo che nella capitalizzazione del Bitcoin, ha permesso a molte altre criptovalute di farsi notare. Una di queste è ovviamente il Ripple. Grazie infatti all’aumento degli investimenti nel mondo delle criptovalute, il Ripple è stato uno dei primi mercati a beneficiarne.

Ripple è una tecnologia che consente alle banche di inviare in tempo reale dei pagamenti attraverso una rete finanziaria.

Si tratta quindi di un prodotto dove le banche possono incontrare la domanda per pagamenti globali più veloci, a basso costo e on-demand per qualsiasi tipologia e quantitativo di pagamento. Il risultato è che quindi attraverso questa tecnologia è possibile ottenere nuove opportunità d’investimento, costi di processazione più bassi ed un’esperienza per il consumatore complessivamente migliore.

Attraverso l’utilizzo di Ripple, la banca può quindi ottenere nuovi clienti ed aumentare i propri profitti attraverso prodotti e servizi differenziati. Ripple può inoltre diminuire i costi di back office della banca attraverso quindi un processo per consentire i pagamenti internazionali.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Attualmente sono 15 le più grandi banche internazionali che lavorano con Ripple. Sono presenti ben 30 integrazioni attive con una copertura dell’87% delle coppie di valute, ad oggi sono nove i paesi che utilizzano Ripple.

Ripple è sia il nome per una criptovaluta digitale (XRP) che per il network dove la valuta viene trasferita. Si tratta di un sistema distribuito opensource.

L’obiettivo principale del Ripple è, secondo il sito internet, è di consentire alle persone di utilizzare i servizi finanziari senza ritardi o commissioni troppo alti.

Ripple consente dunque al denaro di “scorrere liberamente”, risolvendo il problema delle istituzioni e banche che rendono più difficile il flusso del denaro con le commissioni e ritardi di processazione. L’obiettivo principale del Ripple, è quello di creare una valuta digitale sfruttando l’approccio al denaro del Bitcoin, consentendo al denaro di funzionare come le informazioni funzionano con internet.

Migliori Piattaforme per investire su Ripple [XRP]

Social Trading (Copia i migliori)

Semplice ed intuitivo ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: xtb
Deposito Minimo: 1€
Licenza: Cysec

Gruppo Whatsapp ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: plus500
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec

Sicura e affidabile ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: iqoption
Deposito Minimo: 10€
Licenza: Cysec

Demo Gratuita Illimitata

Deposito minimo basso ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni

Le piattaforme qui sopra sono le migliori in assoluto per investire in Ripple. Sono soluzioni affidabili e sicure in quanto autorizzate e regolamentate dalle autorità di vigilanza (CONSOB per l’Italia). Abbiamo selezionato esclusivamente piattaforme che non applicano commissioni e sono gratuite al 100%. Analizziamole una per una:

eToro

Investire in Ripple con eToro

eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è considerata la piattaforma ideale per investire in Ripple (XRP). E’ molto semplice da utilizzare, anche per chi ha mai fatto trading di criptovalute, da sempre eToro è famosa per essere una delle piattaforme più intuitive e semplici. eToro è completamente gratuita e non applica alcun tipo di commissione. Essendo una piattaforma autorizzata e regolamentata, offre il massimo dell’affidabilità.

eToro, però, è molto di più di una semplice piattaforma di trading Ripple ed altre criptovalute e asset: eToro è la prima piattaforma di social trading al mondo che funziona davvero. In parole povere, è possibile selezionare i migliori trader della piattaforma e poi copiarli in modo automatico. Per migliori trader intendiamo coloro che hanno guadagnato di più nel passato. In questo modo è possibile cominciare a guadagnare da subito, anche senza nessuna esperienza e si può anche imparare dai più bravi.

XTB (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è una piattaforma molto apprezzata da coloro che investono in Ripple. XTB non solo è veramente facile da usare, estremamente intuitiva e completamente gratuita.

Uno dei vantaggi maggiori di usare XTB è costituito dalla possibilità di imparare, in modo semplice, a investire. Come? Per prima cosa ci sono corsi eccezionali, ben fatti, senza tecnicismi ma molto pratici, che spiegano come operare. Clicca qua per seguire gratuitamente i corsi messi a disposizione da XTB.

E poi c’è la possibilità di parlare al telefono, gratuitamente e senza limiti di tempo, con veri esperti che spiegano passo a passo come procedere.

Plus500

Fare trading su Ripple con Plus500

Plus500 (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è una delle migliori piattaforme per fare trading su Ripple sulle altre criptovalute con il meccanismo dei CFD. Plus500 è autorizzato e regolamentato, quindi è assolutamente degno di fiducia. Questa piattaforma è senza commissioni e non ha costi di nessun tipo. Si può utilizzare Plus500 in modalità demo, cioè con denaro virtuale. In questo modo è possibile sperimentare senza rischiare assolutamente nulla.

Plus500 è una piattaforma veramente professionale, adatta anche ai più esperti ma, allo stesso tempo, è user friendly.

Puoi iscriverti gratis a Plus500 cliccando qui >> (il tuo capitale è a rischio).

IQ Option

Investire sul Ripple con IQ Option

La piattaforma di IQ Option (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è in assoluto una delle più avanzate per investire sulla criptovaluta del Ripple. Sempre più persone scelgono la soluzione di IQ Option in quanto questa piattaforma consente di iniziare ad investire con soldi reali semplicemente attraverso un deposito di soltanto 10 euro minimi per aprire una posizione di trading. Inoltre, viene richiesto un deposito minimo pari a soltanto 1 euro.

Con IQ Option puoi quindi investire non solo sul Ripple, ma su una grande offerta di criptovalute. Attualmente ne sono disponibili oltre 10: oggi è possibile fare trading sulle principali criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Ripple, Qtum e molte altre ancora con leva fino a X2, investendo un deposito minimo di soltanto 10 euro e trade minima di soltanto 1 euro.

Grazie ad una piattaforma avvincente e ben progettata, è possibile investire con semplicità attraverso un layout multi-grafico, analisi tecnica, quotazioni storiche e molto altro ancora. Tutto quello che cerchi è a tua disposizione.

La piattaforma di IQ Option è disponibile per i principali dispositivi mobili come Apple/Android, web app desktop come Mac OS e Windows e browser Chrome, Opera, Firefox e Safari.

Su IQ Option è possibile entrare all’interno di una community di utenti molto affiatata, dove è possibile condividere la propria opinione e consultare quella degli altri, senza lasciare mai la piattaforma. Clicca qua per ottenere un conto gratuito su IQ Option.

Ripple: breve storia della criptovaluta

Il Ripple fu inventato da Chris Larsen e Jed McCaleb. Con il termine Ripple si intende la criptovaluta fondata nel 2020.

Dal 2020 in poi la criptovaluta è stata adottata da svariate banche d’investimento ed altre istituzioni finanziare, in modo da sfruttare i vantaggi introdotti da questa criptovaluta.

Ripple semplifica infatti il processo di pagamento creando dei trasferimenti punto-punto completamente trasparenti, dove le banche non devono pagare le tasse.

Dire che quindi il Ripple sia una semplice criptovaluta, risulterebbe troppo scontato. Il Ripple è infatti molto di più: è una criptovaluta studiata ed orientata per il mondo bancario.

Tuttavia questo non vieta la possibilità di investire nella criptovaluta di Ripple: il XRP. Vediamo dunque nel dettaglio la criptovaluta XRP.

Ripple XRP

Proprio come per funziona per il Bitcoin, anche il Ripple si basa su un network completamente open source. La rete è infatti modificabile dai creatori, secondo ovviamente le regole stabilite dal network.

La rete Ripple è quindi composta da tre elementi:

  • Criptovaluta (XRP) Ripple
  • Banche
  • Network

Gli esperti di criptovalute amano descrivere il Ripple come un sistema di banche ed intermediari finanziari, dato che il sistema Ripple si basa essenzialmente sulla fiducia.

Ripple: differenze con il Bitcoin

Le differenze tra il Ripple e Bitcoin sono moltissime. Si tratta infatti di due criptovalute estremamente diverse. Il Bitcoin è infatti prima di tutto una criptovaluta, mentre il Ripple è più un network per le banche che necessitano di effettuare trasferimenti di denaro in valute diverse, dove viene utilizzato il Ripple come valuta principale.

La differenza più profonda tra queste due criptovalute (XRP e BTC) è che il Ripple ha un network centrale, mentre il Bitcoin è decentralizzato. Il Ripple potrebbe quindi non essere considerata una vera “criptovaluta libera” ma un qualcosa che sfrutta la tecnologia delle criptovalute per proporre una soluzione molto simile ai metodi di pagamento “classici”.

L’offerta della valuta è molto differente. Bitcoin ha un tetto massimo fissato a 21 milioni, mentre Ripple è soltanto a quota 100 miliardi.

Ripple è quindi migliore di Bitcoin? Dipende ovviamente dal tipo di utilizzo. Non crediamo che Ripple sia estremamente migliore rispetto al Bitcoin a causa della mancanza della decentralizzazione del suo network. Il Ripple attualmente può vantare una buona parte della sua fama al grande interessamento da parte delle banche.

Ripple Quotazione in Tempo Reale

La quotazione ha continuato a subire un aumento per quanto concerne la capitalizzazione di mercato e anche nel sua valore.

Il prezzo è aumentato ad un ritmo sostenuto nel 2020, il 2020 ha subito una battuta d’arresto, per poi continuare in un trend positivo nel 2020.

Secondo gli esperti delle criptovalute, l’aumento sostenuto della quotazione è stato principalmente dovuto al grande interessamento da parte delle banche, che stanno investendo e credendo sempre di più in questo network/criptovaluta.

Il business per l’invio e la ricezione dei pagamenti è un mercato che vale ben 500 miliardi di dollari l’anno e Ripple sta ottenendo molti accordi di partnership con moltissime banche di primo livello.

Ripple Quotazione [2020]

La criptovaluta del Ripple (o meglio, dell’XRP in quanto per Ripple si intende il network e con il termine XRP la valuta vera e propria) ha avuto un’annata difficile, in quanto non è mai riuscito a recuperare i massimi registrati ad inizio 2020, pur rimanendo ad un prezzo relativamente alto e continuando con il suo piano di espansione, che risulta essere molto interessante. Ecco i dati tecnici di questa criptomoneta:

  • Cap. del mercato: $ 20,669,572,279 USD
  • Volume (24h): $2,940,307,961 USD
  • Rifornimento circolante: 42,566,596,173 XRP
  • Rif. totale: 99,991,588,101 XRP
  • Rif. massimo: 100,000,000,000 XRP

Il prezzo ha avuto un 2020 contrassegnato da una battuta d’arresto, per poi iniziare un 2020 dove il prezzo ha combattuto per rimanere al di sopra del supporto dei 20 centesimi. Secondo i dati ufficiali di Coinmarketcap questa criptovaluta vanta una capitalizzazione di mercato superiore ai 12 miliardi di dollari (tra le più alte nel settore crypto), con un volume giornaliero in grandissimo aumento ad oltre 2 miliardi di dollari USA.

Possiamo riassumere l’anno del Ripple come un anno di consolidamento intorno al livello dei 20 centesimi, con crolli e recuperi repentini. Crediamo che fino a che il Ripple continuerà a stare sopra di questo livello, possano esserci grandi opportunità di entrate long.

Tuttavia, attraverso la piattaforma di trading del broker regolamentato CySEC e registrato nell’albo CONSOB “eToro”, è possibile investire indipendentemente al rialzo oppure al ribasso. Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui!.

Previsioni Ripple [2020]

Di recente, MoneyGram, il più importante partner di Ripple, ha lanciato un nuovo servizio di pagamenti istantanei, che utilizzerà il circuito Visa per inviare il denaro. Gli utenti di FastSend possono inviare denaro facilmente inserendo il nome e il numero di telefono del destinatario.

Secondo Brad Garlinghouse, Ripple potrebbe diventare l’Amazon dell’industria delle criptovalute entro il 2025.

In precedenza, Ripple aveva annunciato dell’acquisto per $ 30 milioni di azioni MoneyGram a $ 4,10/azione, oltre a comprare azioni per un valore di 20 milioni di dollari nei prossimi 2 anni. MoneyGram ha reso Ripple il suo partner più esclusivo per i pagamenti transfrontalieri nei prossimi anni.
Non solo, dopo questo accordo, Ripple si sta espandendo in nuovi settori.

Mentre la pressione di vendita stanno aumentando, Ripple ha 55 miliardi di dollari nelle sue casse. Ripple continua costantemente ad attrarre nuovi clienti, inclusi alcuni nomi di marchi nel mondo bancario come American Express, Standard Chartered, Axis Bank, Santander e MUFG. Ciò sta aiutando l’azienda ad affrontare il problema della liquidità. Al momento della scrittura, XRP è scambiato a $ 0,237551 con una capitalizzazione di mercato di $ 10.392.737.240 USD e un’offerta circolante di 43.749.413.421 XRP.

Ripple potrebbe raggiungere il livello di $ 1,10 entro il 2020. Il prossimo anno potrebbe avere piattaforme di trading indipendenti e nuovi investimenti come Bitcoin ed Ethereum, chiudendo il tasso a circa $ 1,20 entro la fine del 2020.

Potrebbe dare filo da torcere ad altre criptovalute come Litecoin e Dash. Ripple ha già messo a punto Codius, che può aiutare gli sviluppatori a programmare contratti intelligenti e applicazioni decentralizzate,
Xpring, consente alle persone di investire in startup correlate al Ripple. Cobalt dovrebbe essere lanciato nel 2020, che mira a ridurre i tempi di transazione da 4 secondi a 1 secondo.

Xrapid e altri servizi di Ripple

Gran parte delle critiche alla crescente valutazione del Ripple si è concentrata sul mondo di XRP, la sua criptovaluta nativa. I critici affermano che non abbia mai avuto abbastanza successo tra le imprese per giustificare il suo prezzo attuale.

Negli ultimi anni, il ruolo di XRP nell’ecosistema di Ripple è divenuto un fattore determinante critico della sua valutazione complessiva nei mercati. Nonostante tutti parlino oggi estremamente bene del Ripple, permane ancora il mistero dell’utilità di XRP all’interno dell’ecosistema.

Le attuali transazioni transfrontaliere si verificano tra sistemi tecnologici che sono “silenziati” e non sono collegati tra loro. Ripple utilizza il protocollo Interledger, che consente l’instradamento dei pagamenti attraverso i registri interconnessi, per connettere questi sistemi. Basti pensare che come tutto ciò funziona in pratica è estremamente simile al protocollo TCP / IP, il protocollo che supporta i sistemi Internet e consente a diversi computer e sistemi di comunicare tra loro. I libri mastri che costituiscono questo protocollo possono far parte della rete dell’istituto finanziario o possono essere nodi fidati in una rete che si estende su più entità.

La tecnologia generale del sistema è progettata per aumentare la velocità di elaborazione delle transazioni per le transazioni transfrontaliere.

Per quanto intelligente e avveniristica possa essere la loro tecnologia, le interconnessioni non risolvono ancora il problema della prefissione delle valute legali nei conti per i trasferimenti di valuta estera. Sono conti mantenuti da intermediari finanziari, come banche e agenzie di trasferimento di denaro, che si trovano alle due estremità di una transazione per garantire liquidità per le loro operazioni in valuta estera.

È qui che entra in gioco XRP.

I prodotti di Ripple utilizzano XRP per garantire una rapida liquidità. xRapid, un altro prodotto di Ripple, utilizza XRP come “risorsa ponte” che le imprese e le istituzioni finanziarie possono utilizzare come trasferimento tra due diverse valute legali. In tale scenario, l’istituto finanziario può semplicemente acquistare una quantità equivalente di XRP e inviarla tramite la rete di Ripple. Ripple si riferisce ad esso come “Liquidità di terzi” e afferma che è l’ideale per le banche che non hanno una relazione corrispondente l’una con l’altra.

Il grande vantaggio questa criptomoneta, è che si tratta forse della criptovaluta attualmente considerata legale da più paesi al mondo. Ciò potrebbe consentire al token XRP di brillare sul lungo termine, molto più del Bitcoin. Proprio per questo le previsioni Ripple degli esperti del settore sono tutte estremamente positive. Clicca qua e sfrutta questa grande occasione con eToro, l’unico broker che consente il trading XRP senza commissioni..

Guadagnare con Ripple [XRP]

Come abbiamo più volte visto, questa criptomoneta, assieme ad altri Big come l’Ethereum ed il Bitcoin, è una delle criptovalute in assoluto più famose.

Questa criptomoneta, il suo network e la sua piattaforma vengono utilizzati essenzialmente per trasferire denaro tra le banche a basso costo. Il network è composto da gateways (banche ed istituzioni finanziarie). Questi gateways sono quindi connessi tra di loro essenzialmente tramite delle “catene di fiducia” (chain of trust).

Gli utenti che conoscono come funziona XRP anche solo a livello base, sono pochissimi. Del resto, per sapere come funziona una criptovaluta nel dettaglio è necessario essere del settore ed avere una grande esperienza nei campi dell’informatica e crittografia. Conviene quindi lasciar perdere e togliersi dalla testa il Ripple?

Ovviamente no. Tutt’oggi sono presenti numerose opportunità di guadagno per gli investitori in questo asset class. Basti pensare a tutti coloro che lo hanno acquistato quando valeva soltanto qualche centesimo di dollaro. Questi investitori hanno conservato i token per poi veder crescere il suo valore esponenzialmente in pochi anni. Quelle persone sono oggi sono milionarie (o comunque benestanti) perché sono riuscite a “raddoppiare” numerose volte il loro capitale iniziale soltanto con un piccolo investimento.

Ci teniamo a sottolineare l’importanza di fare sempre grande attenzione alla tipologia di piattaforma dove si decide di investire sul questa crypto. Infatti in passato ci sono stati numerosi exchange di criptovalute che si sono resi negativamente protagonisti di scandali (ne citiamo giusto due: Mt. Gox e Bithumb) depauperando i clienti dei fondi investiti con truffe e sparizioni misteriose.

In questa mini-guida, abbiamo visto come siano presenti piattaforme di trading online regolamentate, autorizzate, sicure ed affidabili con le quali è assolutamente possibile comprare XRP con grande facilità. Non è necessaria alcuna esperienza pregressa. Qua sotto lasciamo un sunto delle migliori soluzioni attualmente esistenti:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: