Put e Call nel Trading Online

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Put e Call nel Trading Online

Apparentemente questi sono concetti di investimento molto semplici. Un’opzione call significa che ritenete che l’asset aumenterà il suo valore entro la scadenza; un’opzione put significa che ritenete che l’asset diminuirà il suo valore entro la scadenza. Nel linguaggio di trading opzioni, una chiamata (call) è anche conosciuta come “high” (alto) o “above” (sopra) e l’opzione put è anche conosciuta come “low” (bassa) o “bellow” (sotto).

L’importanza di comprendere completamente le opzioni put e call nelle opzioni digitali può essere capita prima di tutto dalla loro comprensione nelle opzioni tradizionali. Le opzioni classiche hanno un’opzione per acquistare un bene in una data successiva oppure vendere l’opzione (sempre in una data successiva). Se acquistate un’opzione call vuol dire che volete che il prezzo dell’asset aumenti. Quindi dovreste acquistarlo al suo prezzo originale, più basso. Le opzioni Put funzionano in senso opposto. Un’opzione put significa che si vuole che il prezzo dell’asset scenda, permettendovi così di venderlo al suo prezzo originale, più alto.

Nel trading di opzioni online non si acquista né si vende alcun asset. Piuttosto, si acquista la possibilità di trarre profitto se l’asset va su (il prezzo), nel caso di un’opzione call, o si acquista la possibilità di trarre profitto se l’asset va giù nel caso di un’opzione put.

Tre tipologie di Opzioni Digitali

I termini call o put sono generalmente utilizzati solo quando il trading comporta un movimento dell’asset verso il basso o verso l’alto. Gli altri due tipi di opzioni di trading online sono range (intervallo) o touch (tocca). Nel caso delle range, l’asset deve finire entro un intervallo predeterminato, i concetti di call e put vengono sostituiti da in range (nell’intervallo) o out-of-range (fuori dall’intervallo). Nelle opzioni touch c’è un limite che l’asset deve toccare durante il periodo dell’opzione. Ancora una volta, call e put vengono sostituiti, in questo caso con tocca o non tocca (touch e no touch, rispettivamente).

L’importanza di studiare

In tutti i tipi di trading di opzioni online, lo studio è di vitale importanza. Quando si capisce il comportamento di un asset nei periodi sia brevi che lunghi, si ha una maggiore possibilità fare un buon trading. C’è una tendenza tra i nuovi trader di opzioni che è quella di vedere il trading come puro gioco d’azzardo. Lo studio diligente invece, elimina un sacco di quei aspetti da gioco d’azzardo. Lo studio trasforma le call e put in ipotesi plausibili piuttosto che in “lanci di dadi”.

L’importanza dell’ Hedging

La copertura (o hedging) è un elemento molto importante nel trading di opzioni online. Le opzioni digitali classiche sono state utilizzate dai grandi investitori istituzionali quasi esclusivamente come una copertura. Ora, con l’aumento della popolarità delle opzioni binarie per l’investitore medio, la copertura è diventata un modo per l’investitore medio di ridurre il suo rischio e migliorare i suoi profitti.

Nel contesto di questo articolo, copertura (hedging) significa acquistare una seconda opzione nella direzione opposta della prima opzione comprata. Se avete acquistato un’opzione call è possibile coprire il rischio con l’acquisto di un’opzione put successivamente nel periodo dell’opzione. Lo stesso vale se si acquista un’opzione put, è possibile coprire con l’acquisto di una call più tardi.

Asset Classes (classi di investimenti finanziari)

Le quattro classi di investimenti in questa forma di negoziazione sono: azioni, valute, materie prime e indici. Put e call basicamente funzionano nello stesso modo in ogni classe di asset. Qualunque sia l’asset negoziato, una call significa sempre che il trader ritiene che l’asset aumenterà di valore, un put indica che il trader ritiene che l’attività diminuirà il suo valore.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Conclusione

Come detto sopra, questi concetti sembrano semplici, ma comunque è necessario sviluppare un alto livello di competenza per sfruttare appieno le scelte disponibili per la negoziazione di opzioni digitali.

Call e put

CALL E PUT

In generale le opzioni sono molto semplici e possono essere rappresentate con un grafico che evidenzia il profilo di rendimento a scadenza in funzione del prezzo del sottostante. In sintesi, si hanno le seguenti possibili posizioni, che possono essere combinate in strategie più complesse.

Consideriamo un operatore che detenga titoli in portafoglio. Il suo profitto o la sua perdita sono direttamente proporzionali alla variazione del prezzo nel tempo (P).

Nel grafico seguente viene rappresentato il profilo di profitti e perdite in funzione del prezzo del titolo, dove Po è il prezzo corrente del titolo (“spot”) ovvero, nel caso considerato, il prezzo d’acquisto del titolo.

In termini matematici, si ha:

Nel caso in cui il prezzo rimanga invariato a P0 non si ha né perdita ne profitto, se il prezzo cresce, il profitto è pari alla differenza fra il prezzo corrente e il prezzo d’acquisto, se il prezzo invece scende la perdita è invece pari alla differenza fra il prezzo d’acquisto e il prezzo di mercato. Esiste in entrambe le ipotesi una relazione di diretta proporzionalità.

Consideriamo ora il caso speculare di un operatore che abbia venduto allo scoperto dei titoli.

Il profilo profitti e perdite è rappresentabile dalla seguente equazione:

Simmetricamente rispetto al caso precedente, se il prezzo rimane invariato a P0 non si ha né perdita ne profitto, se il prezzo diminuisce, il profitto è pari alla differenza fra il prezzo di vendita ed il prezzo di mercato se il prezzo invece sale, la perdita è pari alla differenza fra il prezzo di mercato e il prezzo di vendita. Si può notare come in questo caso esiste una relazione di inversa proporzionalità in entrambe le ipotesi (di crescita o diminuzione del prezzo).

Consideriamo il caso di un operatore che acquista un’opzione CALL su un titolo con prezzo d’esercizio pari a P0: l’acquirente di tale opzione paga un premio iniziale per acquisire il diritto di comprare i titoli a P0.
Pertanto, nel caso in cui alla scadenza dell’opzione il prezzo del titolo sia pari o inferiore a Po l’acquirente dell’opzione call non esercita l’opzione perdendo il premio; qualora, invece, il prezzo del titolo sia maggiore di Po, allora l’opzione verrà esercitata e genererà un profitto illimitato pari alla differenza fra il prezzo di mercato ed il prezzo d’esercizio, diminuito del premio pagato.
In sintesi si ha:

P&L = max[0, (P – Po)] – premio

Per il compratore di un’opzione call, quindi, a fronte di una perdita limitata (premio) si apre una prospettiva di utile potenzialmente illimitato nel caso di rialzo dei prezzi come si vede dal grafico seguente:

Consideriamo ora il caso di un operatore che vende un’opzione CALL su un titolo con prezzo d’esercizio pari a Po: il venditore di tale opzione incassa un premio iniziale a fronte del rischio di dover vendere i titoli a Po.
Pertanto, nel caso in cui alla scadenza dell’opzione il prezzo del titolo sia pari o inferiore a Po l’acquirente dell’opzione call non esercita l’opzione perdendo il premio; qualora il prezzo del titolo sia maggiore di Po allora l’opzione verrà esercitata e genererà per il venditore una perdita illimitata pari alla differenza fra il prezzo di mercato e il prezzo d’esercizio, diminuito del premio incassato.

P&L = -max[0, (P – Po)] + premio
Per il venditore di un’opzione call, quindi, a fronte di un ricavo limitato (premio) si apre un rischio di potenziale perdita illimitata nel caso di rialzo dei prezzi, come mostra il grafico seguente:

Consideriamo ora il caso di un operatore che acquista un’opzione PUT su un titolo con prezzo d’esercizio pari a Po: l’acquirente di tale opzione paga un premio iniziale per acquisire il diritto di vendere i titoli a Po.
Pertanto, nel caso in cui alla scadenza dell’opzione il prezzo del titolo sia pari o superiore a Po l’acquirente dell’opzione put non esercita l’opzione perdendo il premio; qualora, invece, il prezzo del titolo sia inferiore a Po, allora l’opzione viene esercitata e genera per l’acquirente un profitto illimitato pari alla differenza fra il prezzo d’esercizio ed il prezzo di mercato, diminuito del premio pagato.
In sintesi, si ha:

P&L = max[0,(Po – P)] – premio

Per il compratore di un’opzione put, quindi, a fronte di una perdita limitata (premio) si apre una prospettiva di potenziale utile illimitato nel caso di ribasso dei prezzi, come mostra il grafico seguente:

Consideriamo infine, il caso di un operatore che vende un’opzione PUT su un titolo con un prezzo d’esercizio pari a Po: il venditore di tale opzione incassa un premio iniziale a fronte del rischio di dover acquistare i titoli a Po.
Pertanto, nel caso in cui alla scadenza dell’opzione il prezzo del titolo sia pari o inferiore a Po l’acquirente dell’opzione put non esercita l’opzione perdendo il premio, qualora, invece, il prezzo del titolo sia maggiore di Po, allora l’opzione verrà esercitata e genererà per il venditore una perdita illimitata pari alla differenza fra il prezzo d’esercizio ed il prezzo di mercato, diminuito del premio incassato.
In sintesi, si ha:

P&L = – max[0,(Po – P)] + premio

Per il venditore di un’opzione put, quindi, a fronte di un ricavo limitato (premio) si apre un rischio di potenziale perdita illimitata nel caso di ribasso dei prezzi, come mostra il grafico seguente:

Asimmetria del profilo di rendimento

La caratteristica peculiare delle opzioni è la cosiddetta “asimmetria del profilo di rendimento” o “asimmetria nella distribuzione del pay-off”.
L’acquirente di un’opzione call paga un premio per avere il diritto di acquistare un bene ad un determinato prezzo. Se a scadenza (opzione europea) o entro la scadenza (opzione americana) il prezzo dell’attività sottostante rimane inferiore al livello del prezzo d’esercizio, l’acquirente del call non eserciterà l’opzione perdendo soltanto il premio pagato. Viceversa, se il prezzo dell’attività sottostante è più alto, eserciterà l’opzione garantendosi un profitto variabile pari alla differenza fra il prezzo corrente dell’attività ed il prezzo d’esercizio (meno il costo dell’opzione).
Esiste pertanto una sostanziale asimmetricità nell’esposizione al rischio tra le due controparti del contratto. L’acquirente di un diritto del tipo call, ad esempio, paga un premio e, quindi, un costo predefinito, al fine di trovarsi nella condizione potenziale di realizzare un profitto illimitato. Il venditore, al contrario è esposto ad un rischio di perdita illimitata a fronte di un profitto predeterminato pari al premio ricevuto.
Possiamo così concludere che l’opzione costituisce l’unico strumento derivato che permette di trarre profitto da una stabilità dei prezzi.

Opzione put (definizione)

Che cos’è un’opzione put?

Un’opzione put è un contratto che dà all’acquirente il diritto, ma non l’obbligo, di vendere un asset a un prezzo specifico, prima di una data di scadenza specifica. Il valore di un’opzione put aumenta se il prezzo di mercato dell’asset diminuisce.

Il venditore, detto anche “writer”, ha l’obbligo di acquistare l’asset sottostante al prezzo concordato, detto prezzo strike se l’opzione è eseguita dall’acquirente, detto anche “holder”. Al venditore viene pagato un premio per l’accettazione dei rischi associati all’obbligo di acquisto.

Scopri le nuove barrier

Impara a fare trading con i nuovi prodotti di IG .

Esempio di opzione put

Supponiamo che tu preveda che il prezzo delle azioni della società ABC stia per diminuire dal suo prezzo attuale di €30, così decidi di aprire un’opzione put con un prezzo di esercizio di €25. Per le opzioni su azioni, ogni contratto vale l’equivalente di 100 azioni, ma il prezzo è solitamente quotato per una sola azione.

Quando si opera con le opzioni c’è un premio fisso da pagare. Se il premio di questa opzione era di €1 per azione, il premio totale è di €100.

Se il prezzo delle azioni ABC scende fino a un prezzo di mercato di €20, potresti eseguire il diritto di vendere l’azione al prezzo di esercizio concordato di €25 per azione.

Se il prezzo delle azioni ABC scende fino a un prezzo di mercato di €20, potresti eseguire il diritto di vendere l’azione al prezzo di esercizio concordato di €25 per azione. Per calcolare il profitto, sottrai il prezzo di mercato dal prezzo di esercizio, ottenendo un profitto di €5 per azione. Dal momento che le opzioni put sono disponibili in lotti di 100 azioni, si moltiplica l’utile di €5 per azione per 100, ottenendo un profitto lordo di €500. Dopo aver detratto il premio di €100, resta un profitto netto di €400. Tuttavia, se le condizioni di mercato ti fossero avverse, potresti lasciare scadere l’opzione. In tal caso la tua perdita massima ammonterebbe al solo costo del premio iniziale di €100.

Tuttavia, se le condizioni di mercato ti fossero avverse, potresti lasciare scadere l’opzione. In tal caso la tua perdita massima ammonterebbe al solo costo del premio iniziale di €100.

I Pro e i contro delle opzioni put

I pro delle opzioni put

Le opzioni put consentono di operare sul movimento del prezzo di un asset senza possedere il valore reale del sottostante. Dal momento che possono essere utilizzate per la vendita allo scoperto (andare short) sul mercato, le opzioni put permettono di fare hedging sulle posizioni aperte, aprendo una posizione con movimento contrario.

Quando acquisti un’opzione put, le tue perdite sono limitate al costo totale del deposito. Tuttavia, in caso di vendita, le perdite potrebbero essere indefinite.

I contro delle opzioni

Le opzioni hanno una data di scadenza predefinita, il che significa che il valore di un contratto di opzioni out-of-the-money diminuisce man mano che si avvicina la relativa data di scadenza.

Le opzioni put sono complicate e potrebbero risultare costose per i trader principianti che non sono consapevoli dei rischi. Di conseguenza, è importante che il trader definisca una strategia di gestione del rischio prima di iniziare a fare trading.

Impara a fare trading con IG

Impara a fare trading con IG Academy grazie ai nostri corsi, webinar e seminari interattivi.

Scopri di più

Scuola di trading

Trading con Bruno Moltrasio

La piattaforma online

I CFD fanno per me?

Cos’è il trading con i CFD?

Vantaggi del trading con i CFD

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

In alternativa puoi scriverci all’indirizzo email [email protected]

Mercati

Trading

Piattaforme e app

Analisi di mercato

Contatti

Non cliente: 800 897 582 oppure [email protected]

Programma di collaborazione: contattaci

Fare trading comporta dei rischi. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Le perdite dei clienti professionali possono eccedere i loro depositi.

I conti CFD sono offerti da IG Markets Ltd; i conti CFD, opzioni e certificati sono offerti da IG Europe GmbH. IG è un marchio registrato. IG si riferisce a IG Markets Ltd e IG Europe GmbH. IG Markets Ltd (una società registrata in Inghilterra e Galles al n. 04008957, con sede legale a Cannon Bridge House, 25 Dowgate Hill, London, EC4R 2YA) è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority di Londra al n. 195355 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 72. P. IVA 06233800967. IG Markets Ltd Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano. IG Europe GmbH (una società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte) è autorizzata e regolamentata nella Repubblica Federale di Germania dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht e dalla Deutsche Bundesbank al n. 148759 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 170. P. IVA 10372620962. IG Europe GmbH Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano, Italia.

Le informazioni contenute nel presente sito non sono dirette a soggetti residenti negli Stati Uniti d’America o in Belgio o in qualsiasi altro paese al di fuori dell’Italia. Le informazioni contenute nel presente sito non sono destinate né intese alla distribuzione, o all’utilizzo da parte di soggetti residenti in una giurisdizione o paese in cui tale utilizzo o distribuzione sarebbero contrari alla legge o normativa locale applicabile.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: