Piazzare un One Touch – consigli – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Piazzare un One Touch – consigli

In un precedente articolo abbiamo visto come operare piazzando un’opzione One Touch potrebbe portarci ad un rendimento piuttosto elevato che potrebbe aggirarsi anche oltre il 500% rispetto a tutte le altre opzioni. Per questo motivo vediamo come poter piazzare un’opzione One Touch nel miglior modo possibile.

Siccome nessuno ci regala nulla come detto più volte questa particolare opzione è piuttosto difficile e infatti regalandoci un rendimento così alto non poteva essere altrimenti, più un’opzione è difficile e più si guadagna. L’opzione One Touch è diversa da tutte le altre opzioni perché funziona in un modo un po’ più complicato ovvero si avrà un determinato prezzo stabilito dal broker, ogni broker stabilisce un prezzo, e quello che noi dovremmo fare è quello di prevedere se il titolo da noi scelto toccherà o meno quel prezzo entro un determinato periodo di tempo. Cercando di spiegare più nel dettaglio la cosa ogni Broker effettuerà degli studi su un determinato asset che può essere un’azione o una coppia di valuta e stabilirà un prezzo che quell’asset dovrà raggiungere. Ovviamente il Broker è molto più preparato di noi su questo campo e la difficoltà sta proprio nel riuscire ad essere più bravi del Broker prevedendo se il titolo da noi scelto toccherà o meno quel prezzo che il Broker ha previsto dopo i suoi attenti studi. Ad esempio prendendo la coppia EUR/USD il Broker stabilisce che il prezzo salirà a 1.20, noi piazzando un’opzione One Touch dovremo prevedere se il prezzo di 1.20 verrà toccato o meno entro 60 secondi o entro un’altra determinata scadenza. Piuttosto difficile direi.

Come fare a piazzare un’opzione One Touch con successo?

Le Opzioni One Touch sono indicate soprattutto per i più esperti ma con dei piccoli suggerimenti anche chi è alle prima armi potrà piazzare un’opzione One Touch con successo seguendo alcuni accorgimenti. Essendo un’opzione particolarmente difficile direi che è il momento di applicare tutto quello che avete imparato fino adesso ovvero di applicare non soltanto l’analisi tecnica ma soprattutto l’analisi fondamentale la quale quest’ultima ci sarà di grande aiuto. Ricordatevi che bisogna essere più bravi del Broker quindi in questo caso effettuare uno studio approfondito è d’obbligo. Non pensate di fare testa o croce altrimenti oltre a perdere tutti i soldi fareste meglio ad andare a giocare alla roulette.

La prima cosa da fare è quella di identificare l’asset su cui applicare l’opzione One Touch concentrandoci molto di più sull’analisi fondamentale piuttosto che sull’analisi tecnica, bisognerà quindi andare a caccia di notizie che possano indicarci se quel determinato asset che abbiamo scelto possa avere dei grandi sbalzi che potrebbero facilitare il tocco del prezzo stabilito dal Broker, se gli indicatori o le notizie non sono confortarti allora è molto meglio cambiare asset piuttosto che incaponirci su quello.

Un altro piccolo consiglio è quello di non operare soltanto su questo tipo di opzione perché nonostante garantisca rendimenti elevati rimane comunque una delle opzioni più difficili quindi non sempre le cose potrebbero andare bene. E’ una buona norma quindi operare con l’opzione One Touch poche volte al giorno o meglio ancora poche volte a settimana. Cercate di stabilire una strategia o un programma con il quale ad esempio vi prefiggiate di piazzare 10 opzioni CALL/PUT e 3 opzioni ONE TOUCH, più diventerete bravi e più potrete aumentare il numero di operazioni One Touch, l’importante è che non esageriate soprattutto per chi è poco esperto.

Questi piccoli consigli potrebbero sembrarvi un po’ banali ma vi assicuro che possono fare la differenza nel non farvi perdere un intero portafoglio! Buona fortuna!

Opzioni Binarie One Touch: Strategie e Consigli?

Opzioni Binarie One Touch: Strategie e Consigli? Cerchiamo di capire di più sulle opzioni binarie one touch, come funzionano e quali strategie si possono utilizzare per fare trading con le opzioni one touch.

Le opzioni binarie one touch presentano una difficoltà maggiore rispetto alle opzioni binarie classiche, tuttavia in caso di buon esito dell’operazione, è possibile guadagnare un maggiore profitto.

Il meccanismo di funzionamento delle opzioni binarie, è maggiormente avanzato a differenza di altre tipologie di opzioni e si basa su due determinati momenti:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

  • il broker che stabilisce una determinata somma che uno specifico asset potrebbe raggiungere in una scadenza prestabilita;
  • il trader che deve essere in grado di capire se di fatto la somma del mercato supererà la soglia limite del broker, anche per una sola volta.

Per guadagnare con le opzioni binarie one touch, ci sono diverse strategie da utilizzare.

Diversamente dalle opzioni classiche, la condizione stabilita dal broker non si deve verificare solo alla scadenza, tuttavia è necessario anche solo un tocco per assicurarsi il rendimento inerente all’operazione.

Per esempio, se il broker fissa che il prezzo di una determinata azienda debba toccare i 100 dollari e si scegliere d’investire in un’opzione binaria one touch del genere si guadagna se, durante una settimana il prezzo tocca, anche solo una volta, la quota prefissata, contrariamente si perde il capitale investito.

Tuttavia, è bene prestare attenzione, in quanto non è detto che il broker riesca a stabilire la quota migliore.

Le strategie che si possono utilizzare sono diverse, come la strategia media mobile. La media mobile è un indicatore di trading utilizzato nell’analisi tecnica e permette di stabilire le inversioni di tendenza, impostando la media mobile nel migliore dei modi possibili, è possibile cogliere le inversioni di tendenza, utilizzandole per guadagnare profitti con le opzioni one touch (leggi anche Come usare le medie mobili).

La strategia RSI è dotata di un oscillatore, composto da una media mobile che consente di fissare il momento in cui l’asset che si sta osservando, risulta essere stato acquistato eccessivamente o alienato eccessivamente.

Nelle aree di iper-comprato e iper-venduto, si ottengono delle inversioni di tendenza. Per guadagnare con le opzioni binarie one touch, è possibile adottare la strategia delle bande di Bollinger, che funziona come l’oscillatore RSI, tuttavia c’è una differenza, ovvero che queste opzioni sono rappresentate sul grafico di prezzo.

Oltre ciò, questa strategia permette di acquistare anche le variazioni di volatilità. Tra le altre strategie c’è anche quella dei supporti e delle resistenze. Si tratta di una strategia piuttosto valida che permette di fissare i livelli che il prezzo potrebbe raggiungere in un breve periodo.

Con questa strategia, è possibile ottenere profitti in maniera molto semplice. Un’altra strategia, è quella Trend line, ovvero, il prezzo di tutti i beni finanziari si muove in base alle tendenze ben precise.

Di solito quando il prezzo è in tendenza prosegue per la sua direzione, e in questo modo, è possibile che possa raggiungere un’area specifica. Conoscere il modo giusto di tracciare i supporti e le resistenze, è necessario per ottenere profitti con tali opzioni binarie.

Per quanto riguardano le opzioni binarie one touch, è consigliato affidarsi esclusivamente a broker regolamentati a livello europeo. Solo in questo modo è possibile avere le giuste garanzie di affidabilità.

Ricorda inoltre che il trading in opzioni binarie e le opzioni binarie one touch comportano un elevato livello di rischio e non sono adatte a tutti.

Se quest’articolo ti è stato utile condividilo su Facebook e segui la nostra pagina ufficiale.

Opzioni ad intervallo, consigli

Con questo articolo vorrei esporvi una piccola strategia da applicare nelle opzioni ad intervallo ma più che essere una strategia vera e propria si tratta più che altro di consigli.

Perché operare con le opzioni ad intervallo?

Semplicemente perché possono essere più profittevoli rispetto alle normali opzioni Alto/Basso e questo perché presentano una difficoltà in più. Infatti con le opzioni ad intervallo bisognerà cercare di prevedere se un prezzo di un titolo a nostra scelta sarà o meno compreso entro un determinato periodo di tempo anche quest’ultimo a nostra scelta. La difficoltà sta proprio nel riuscire a prevedere l’asset giusto e la scadenza giusta. Gli scenari che si possono presentare sono essenzialmente 2: o il prezzo sarà entro l’intervallo oppure sarà fuori e quindi potrete guadagnare o perdere in base al verificarsi di questi 2 scenari che ovviamente starà a voi scegliere.

Come scegliere l’asset giusto per le opzioni ad intervallo

Senza troppi tecnicismi e giri di parole cerco di andare subito al sodo dandovi dei semplici suggerimenti su come riuscire ad operare con le opzioni ad intervallo in modo che abbiate più o meno successo.

La prima cosa da chiedersi è quale asset scegliere e infatti questo rappresenta la prima difficoltà da superare. Per scegliere l’asset giusto dovrete affidarvi soprattutto all’analisi fondamentale, quindi tralasciate l’analisi tecnica e cercate invece di andare ad individuare sul calendario economico se esiste un titolo in grado di influenzare il più possibile l’andamento del mercato e quindi che abbia più teste di toro. Le teste di toro le abbiamo già viste cosa sono e cosa servono se siete a corto di memoria vi consiglio di andarvi a rileggere l’articolo dove se ne parla. Come regola generale nella scelta dell’asset vale quella dell’alta volatilità, più l’asset sarà volatile e più è probabile riuscire ad avere successo nelle opzioni ad intervallo. EUR/USD è un esempio come titolo adatto essendo la coppia di valuta più scambiata in assoluto ed è quindi probabile che il suo prezzo cambi anche in poco tempo.

Scegliere il giusto range di tempo nelle opzioni ad intervallo

Una volta individuato l’asset bisogna cercare di scegliere l’intervallo di tempo giusto e a questo proposito vi dico che più l’intervallo sarà ampio e più il rendimento sarà alto ma in modo proporzionale sarà alto anche il rischio. Diciamo che un ottimo range può essere intorno ad 1 ora per chi va più di fretta fino ad arrivare a 20 ore per i più pazienti. Scegliere range inferiori ad 1 ora porta a pochi guadagni mentre superiori alle 20 ore potrebbe essere più rischioso.

Puntare dentro e fuori dal range

Per avere un maggiore successo con le opzioni ad intervallo sarebbe una buona cosa puntare sia dentro che fuori dal range siccome gli scenari che possono presentarsi più frequentemente sono proprio lo sforamento del range sia in salita che in discesa e questo accade soprattutto con gli asset che hanno una maggiore volatilità. Quindi una volta scelto l’arco di tempo puntate su entrambe le direzioni.

I guadagni che si potranno ottenere con le opzioni ad intervallo possono oscillare tra il 200% e il 400% dunque ne vale la pena provare. Per il momento vi abbiamo solo dato dei suggerimenti utili per operare con le opzioni binarie ad intervallo sfruttando l’analisi tecnica con il calendario economico, ma presto cercheremo di illustrarvi anche una piccola strategia da applicare con l’analisi tecnica sfruttano un altro strumento piuttosto usato ovvero le bande di boolinger, più avanti vi spiegheremo cosa sono e come applicarle. Buon divertimento!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: