Opzioni In The Money e Out The Money Significato

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni In the Money e Out the Money: significato

Qual è il significato di opzioni binarie in the money e out the money e quando si presentano nel trading binario pratico?

Questi termini indicano il momento in cui viene palesato il guadagno o la perdita dell’investimento binario, quindi il momento della scadenza per le normali opzioni “alto/basso” o “intervallo” e alla scadenza o nel caso che il prezzo tocchi prima il limite nelle opzioni “tocca o non tocca”.

in the money out the money

Un’opzione binaria è in the money quando l’investimento binario ha un risultato positivo. Che tu abbia investito in un’opzione call o put questo non ha importanza. Ciò che importa è il risultato finale. Se ad esempio hai acquistato un’opzione call alto/basso e il prezzo alla scadenza risulta più alto rispetto al momento dell’acquisto, allora il tuo investimento termina in the money, ossia con un guadagno.

Nel caso contrario, un’opzione binaria è out the money quando l’investimento binario ha un risultato negativo, ossia in perdita.

Alcuni broker di opzioni binarie offrono un rimborso per opzioni che terminano out the money . Esso varia in base al rendimento dell’opzione e con le opzioni builder puoi determinarlo tu stesso, semplicemente scegliendo un rendimento più basso.

Il rendimento di un’opzione che termina in the money è quindi inversamente proporzionale all’eventuale rimborso per un’opzione che termina out the money.

Rapporto rendimento/rimborso: cosa conviene fare?

Tutto dipende dalla strategia adottata e dalla tua propensione al rischio. Io personalmente prediligo la modalità di opzioni senza rimborso, ma è solo una scelta soggettiva.

Quali broker offrono un rimborso in caso di perdita?

Uno dei broker che offre il rimborso per opzioni out the money è OptionWeb, ma ad oggi tale broker sta avendo alcuni problemi con l’Europa, quindi direi di evitarlo.

Quali broker offrono un rendimento più alto senza rimborso?

Tra i broker che offrono un alto rendimento anche per le opzioni binarie meno rischiose spicca 24Option.com. La percentuale di guadagno può arrivare anche all’89%.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Vedi i broker migliori opzioni binarie autorizzati in Italia.

L’Unico Broker Binario Attendibile: ✔ Dukascopy

Out of money (definizione)

Out of the money è uno dei tre termini utilizzati nel trading sulle opzioni* e si riferisce al prezzo del mercato sottostante a cui potrà essere comprato o venduto un asset (cioè il suo prezzo strike). Gli altri termini sono at the money e in the money.

Il termine Out of the money è utilizzato quando un’opzione non ha ancora raggiunto il suo strike price.

Se l’opzione è di tipo call (un’operazione per cui ci si aspetta che il mercato sottostante salga, equivalente ad una posizione all’acquisto o long), si parla di out of the money quando il prezzo del sottostante è ancora sotto lo strike price.

Se l’opzione è di tipo put (un’operazione per cui ci si aspetta che il mercato sottostante scenda, equivalente ad una posizione alla vendita o short), si dice out of the money quando il prezzo del sottostante è sopra lo strike price.

Esempio

Se il FTSE 100 quota 6900 e tu credi che il prezzo salirà, puoi comprare un’opzione call con strike price di 7000. Se il FTSE100 rimane sotto i 7000, è out of the money e la tua opzione non può essere eseguita.

* Le opzioni sono disponibili solamente sui conti professionali.

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

In alternativa puoi scriverci all’indirizzo email [email protected]

Mercati

Trading

Piattaforme e app

Analisi di mercato

Contatti

Non cliente: 800 897 582 oppure [email protected]

Programma di collaborazione: contattaci

Fare trading comporta dei rischi. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Le perdite dei clienti professionali possono eccedere i loro depositi.

I conti CFD sono offerti da IG Markets Ltd; i conti CFD, opzioni e certificati sono offerti da IG Europe GmbH. IG è un marchio registrato. IG si riferisce a IG Markets Ltd e IG Europe GmbH. IG Markets Ltd (una società registrata in Inghilterra e Galles al n. 04008957, con sede legale a Cannon Bridge House, 25 Dowgate Hill, London, EC4R 2YA) è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority di Londra al n. 195355 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 72. P. IVA 06233800967. IG Markets Ltd Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano. IG Europe GmbH (una società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte) è autorizzata e regolamentata nella Repubblica Federale di Germania dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht e dalla Deutsche Bundesbank al n. 148759 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 170. P. IVA 10372620962. IG Europe GmbH Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano, Italia.

Le informazioni contenute nel presente sito non sono dirette a soggetti residenti negli Stati Uniti d’America o in Belgio o in qualsiasi altro paese al di fuori dell’Italia. Le informazioni contenute nel presente sito non sono destinate né intese alla distribuzione, o all’utilizzo da parte di soggetti residenti in una giurisdizione o paese in cui tale utilizzo o distribuzione sarebbero contrari alla legge o normativa locale applicabile.

At the Money, significato: tutto quello che c’è da sapere

Tra le opzioni principali presenti nel mercato finanziario figura “at the money” che insieme a “in the money” e “out the money” rappresentano i cosiddetti “indicatori di danarosità”: le opzioni non sono altro che strumenti finanziari il cui valore non è autonomo ma semplicemente derivato dal prezzo di una attività sottostante, reale quando si parla ad esempio di materie prime come oro e petrolio, o finanziaria quando si ha a che fare con obbligazioni, tassi di cambio, indici o azioni.

Cerchiamo dunque di comprendere a fondo il significato di “at the money” attraverso questa semplice guida.

Significato di At the money

Con ATM acronimo di “at the money”, si indica ogni opzione il cui prezzo strike (ovvero il prezzo d’esercizio) è assolutamente identico a quello del mercato sottostante. Si tratta di opzioni particolarmente proficue e redditizie e di conseguenza molto popolari e sfruttate tra i trader. Un’opzione at the money non possiede un valore intrinseco (non vi infatti alcuna differenza tra prezzo corrente dell’attività sottostante e prezzo d’esercizio) e, qualora venisse esercitata, determinerebbe la perdita del premio pagato: ATM o at the money è quindi il momento in cui un’opzione assume un valore intrinseco.

Tipologie di “moneyness” o danarosità

E’ dunque possibile distinguere tre tipologie di moneyness (valore a parità sottostante) o “danarosità” differenti in base alla relazione tra prezzo strike e prezzo di mercato dell’attività sottostante. Eccoli di seguito descritti in maniera specifica ed accurata:

  • At the money: il prezzo del valore di mercato dell’asset corrisponde al prezzo strike o prezzo d’esercizio;
  • In the money: il prezzo d’esercizio supera il valore di mercato dell’asset sottostante;
  • Out of the money:il prezzo d’esercizio o prezzo strike non è stato ancora raggiunto.

Tutte le varie moneyness possono essere liberamente applicate sia alle opzioni call che alle opzioni put.

Fonte immagini: https://pixabay.com/it/monete-banconote-soldi-valuta-1726618/

Opzioni put e call at the money

L’accezione economica e finanziaria tipica di un’opzione call “at the money” è data dal diritto che possiede l’investitore di acquistare attraverso l’esercizio dell’opzione un asset sottostante ad un prezzo pari a quello di mercato. Se ad esempio un’opzione call sul titolo Eni, con prezzo stike pari a €20 quando lo stesso titolo ha valore di mercato pari a €20, si tratta di un’opzione at the money proprio perché il prezzo strike si equivale a quello di mercato del titolo stesso.

Il significato finanziario di un’opzione put at the money invece consiste nel diritto, per l’investitore dell’opzione, di vendere un asset sottostante, attraverso l’esercizio dell’opzione, ad un prezzo paritario rispetto a quello di mercato dell’asset stesso. Ancora una volta per citare un esempio esplicativo, un’opzione put sull’indice MIB 30, con strike 45.000 e valore dell’indice pari anch’esso a 45.000, at the money con punti indice nulli.

Esempi di at the money

Altri esempi possono sicuramente chiarire con maggior facilità il concetto di opzione at the money: supponendo che un investitore desideri acquistare un’opzione call, il cui prezzo strike o prezzo d’esercizio equivale a €15, nel momento stesso in cui il prezzo di mercato è identico al prezzo strike, l’opzione risulta at the money. Qualora essa superasse invece questo indice di prezzo, risulterebbe in the money, e se ancora scendesse al di sotto del medesimo livello, si rivelerebbe out of the money e non potrebbe pertanto essere esercitata.

Supponendo invece che l’investitore desideri acquistare un’opzione put il cui prezzo strike o prezzo d’esercizio è pari a €18, l’opzione risulterà at the money nel momento stesso in cui il prezzo di mercato dell’asset raggiungerà un prezzo pari a €18, in the money qualora il prezzo dell’asset sottostante scenda sotto questa soglia e out of the money nel caso invece la superi.

Ancora una volta è basilare per il trader, prima di effettuare una qualsiasi forma di investimento, monitorare a fondo l’andamento del mercato raccogliendo e analizzando dati in modo da ridurre al minimo la percentuale di rischio, massimizzando i guadagni delle operazioni finanziarie svolte.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: