Opzioni binarie gli elementi per valutare un broker

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni binarie: gli elementi per valutare un broker

Affidabilità, rendimento, sicurezza: alcune delle parole chiave per orientarsi con le piattaforme.

Al giorno d’oggi vi è una proliferazione di broker specializzati in opzioni binarie. Piattaforme che arrivano sul web con rapidità e offrono proposte sulla carta molto vantaggiose per nuovi e vecchi trader.

Spesso, dietro queste offerte sensazionali, si celano ‘truffe’ o clausole non subito comprensibili. Quali sono dunque gli elementi che è necessario valutare prima di approcciare ai broker di opzioni binarie? Eccone una lista:

Rendimento: è una delle caratteristiche principali, da tenere sempre sotto controllo. Ci sono piattaforme che offrono il 70% di rendimento e altre che arrivano all’85%, è ovvio che conviene sempre lavorare con quelle che offrono il rendimento più alto, a parità di altri fattori

Affidabilità: il software della piattaforma deve essere affidabile, se funziona bene sarà più facile guadagnare dei soldi e risparmiare tempo.

Sicurezza: è una caratteristica assolutamente necessaria per garantire al massimo il trader e il suo denaro.

Versamento minimo: è un aspetto da valutare attentamente in rapporto alle proprie esigenze. Ci sono piattaforme che prevedono un versamento minimo piuttosto basso, altre invece che richiedono al trader di iniziare con un capitale più alto.

Bonus di benvenuto: alcune piattaforme di trading regalano un bonus omaggio ai trader che aprono un conto. Purtroppo non tutte lo fanno e, di solito, si tratta di promozioni temporanee di cui conviene approfittare.

Lingua italiana: il consiglio che ti do è di utilizzare solo piattaforme che abbiano sia il sito web che il software di trading in lingua italiana, a meno che tu non conosca l’inglese molto bene. In questo modo guadagnare per te sarà più facile ed eviterai i problemi dovuti ad una conoscenza della lingua non perfetta.

Broker di opzioni binarie

Guida ai migliori broker per il trading di opzioni binarie

Archivio mensile: giugno 2020

Le scadenze delle opzioni binarie

Quando abbiamo detto che non tutti i broker di opzioni binarie sono uguali ci siamo riferiti anche al concetto di scadenza.

La scadenza è uno dei fattori più importanti di una opzioni binaria e determina il tempo entro cui si deve verificare la previsione immessa dall’utente. Esistono vari tipi di scadenza, dai 60 secondi fino ad arrivare ai mesi. E’ evidente che ogni tipo di scadenza è adatta ad un particolare uso e ad una particolare classe di utenti. E’ altrettanto evidente che non tutti i broker di opzioni binarie disponogno di tutti i tipi di scadenza e dunque è importante capire di che cosa si ha bisogno prima di andare avanti in questo senso.

In generale, i trader che puntano a fare molti soldi in poco tempo preferiscono usare le scadenze più veloci: in questo caso le opzioni a 60 secondi sono veramente perfette. Tuttavia non sempre le condizioni di mercato sono adatte per il trading a 60 secondi. Allo stesso tempo non tutti i trader hanno la capacità psicologica di reggere i ritmi delle opzioni con scadenza 60 secondi e non tutti i broker le contemplano. Insomma, le opzioni binarie a 60 secondi sono quelle che in generale fanno guadagnare di più, anche 20 volte di più rispetto a quelle a 15 minuti. Tuttavia non sono sempre adatte. Se il mercato è laterale, ad esempio, meglio non utilizzare uno strumento così veloce e affidarsi a scadenze più lunghe.

Esiste poi un altro estremo, quelle delle opzioni binarie che hanno scadenze di giorni o anche di mesi. Si tratta di prodotti inadatti al normale trading online con fini speculativi e utilissimi a proteggere posizioni aperte con altri stumenti o addirittura operazioni di commercio di beni reali.

Di solito in questi casi si compra l’opzione che serve a coprire il caso pessimo. Per fare un esempio di economia reale, se ho comprato un prodotto e fra 2 mesi lo dovrò pagare in dollari, comprerò un’opzione top down con scadenza due mesi scommettendo sull’apprezzamento del dollaro. Questa è una situazione pessima per me che devo pagare in dollari, ma almeno in questo caso avrò un rimborso (totale o parziale) del maggiore esborso proprio grazie all’opzione che è in the money.

Viceversa se il dollaro perde valore io pagherò meno la mia merce e pazienza se avrò perso il costo dell’opzione. E’ una sorta di assicurazione contro gli eventi nefasti. Per fare un utilizzo del genere delle opzioni bisogna ovviamente selezionare broker che mettono a disposizione anche scadenze lunghe. E’ evidente, dunque, che in base all’utilizzo che faremo delle opzioni binarie sceglieremo dei broker diversi.

Ancora una volta si è dimostrato quanto scegliere bene il broker sia davvero fondamentale per raggiungere i propri obiettivi.

Gli elementi per valutare un broker di opzioni binarie

Abbiamo introdotto, finalmente, il concetto di broker di opzioni binarie su cui ci focalizzeremo molto. Ora però cerchiamo di capire quali sono gli elementi fondamentali perché possiamo considerare di buona qualità un forex broker. Ricordiamoci sempre che solo un forex broker di qualità ci garantisce la possibilità di accedere agli elevatissimi guadagni che le opzioni binarie sono in grado di generare.

Regolamentazione CONSOB

C’è poco da fare: al primissimo posto dobbiamo per forza annoverare la regolamentazione CONSOB. Anche per le opzioni binarie la CONSOB si è mossa, ha regolamentato i migliori broker e ha fatto bloccare dalla magistratura quelli che non potevano essere regolamentati, perché ad esempio non rispettevano la normativa MIFID. L’autorizzazione da parte della CONSOB è una fortissima garanzia di affidabilità e onestà.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Facilità di utilizzo

Uno dei punti di forza più interessanti delle opzioni binarie è il fatto che tutti possono fare trading, senza complicazione tecniche. Questo significa che un broker buono deve essere facile da usare. Non sto dicendo che deve essere possibile fare trading direttamente sui grafici, visualmente, come fanno alcuni. Questa è la situazione ideale. Ma almeno deve essere facilmente comprensibile l’interfaccia e deve essere facile immettere un nuovo ordine e controllare lo stato del proprio conto.

Rendimenti elevati

E’ un punto fondamentale: i rendimenti devono essere alti, molto alti. E questo deve valere non solo per le opzioni top down, ma anche per tutti i tipi di opzione binaria, che infatti di solito vengono pagati di più rispetto alla top down. In ogni caso è opportuno verificare se ci sono tipi di account privilegiati, che pagano di più, e in questo caso verificare se si hanno i requisiti per ottenerlo.

Bonus omaggio

Ricevere dei soldi gratis fa veramente comodo. Parleremo in futuro dell’argomento bonus, per il momento diciamo che in generale più è elevato il bonus che un broker di opzioni binarie regala e più conviene sceglierlo ma a parità di altre condizioni (CONSOB, rendimenti, facilità d’uso). Non scegliete mai un broker che abbia solo un bonus elevato ma non vi convince per gli altri aspetti.

Cosa sono i broker di opzioni binarie

Finalmente entriamo, con il post di oggi, nel vivo del nostro viaggio nel meraviglioso mondo dei broker di opzioni binarie. Oggi ci chiediamo che cosa sono i broker stessi.

Si tratta degli intermediari che ci consentono di entrare sul mercato. Essendo quello delle opzioni binarie un mercato tipicamente OTC non esiste un luogo centrale, ne fisico ne virtuale, dove le opzioni binarie stesse vengono negoziate. Ciascun contratto è concluso, per così dire, privatamente tra il singolo trader e il broker. Ovviamente questo non significa che il trader non sia garantito, anzi. I vari organi di vigilanza nazionali vigialano costantemente sulla correttezza e affidabilità dei broker di opzioni binarie.

La CONSOB, ad esempio, ha autorizzato ad operare in Italia solo un ristretto gruppo di broker di opzioni binarie che rispettano in modo rigoroso requisiti di correttezza e affidabilità davvero molto stringenti.

Operare con un broker autorizzato CONSOB significa, dunque, avere la certezza della trasparenza cristallina dell’operato del broker stesso. E’ importante sottolineare come, ancor prima della regolamentazione CONSOB, sia fondamentale il rispetto della direttiva europea MIFID.

Per cominciare a fare trading di opzioni binarie bisogna creare un account su un broker. Questo significa inserire correttamente i propri dati personali nell’apposita form. Se si vuole cominciare ad operare con soldi veri è anche necessario effettuare un deposito, cioè trasferire i propri soldi su un conto fiduciario aperto presso il broker. E’ fondamentale ricordare che i soldi che si depositano in questo conto rimangono sempre e comunque di proprietà del trader, non sono un pagamento al broker, anzi. E’ esattamente equivalente a depositare dei soldi in banca. Anzi, considerando lo stato pietoso delle banche italiane e una probabile soluzione cipriota con il sequestro dei depositi dei clienti, avere i propri soldi su un broker di opzioni binarie è più sicuro che tenerlo sul conto bancario. Perché i migliori broker di opzioni custodiscono gelosamente i soldi dei clienti presso primari istituti bancari tedeschi e inglesi, in modo da tenerli fuori da ogni rischio.

Il broker mette a disposizione un’interfaccia tramite la quale è possibile fare operazioni sui mercati. E’ il broker a gestire i capitali, a fissare e pagare i rendimenti. Ciascun broker può avere rendimenti differenti ed è opportuno scegliere broker sicuri, affidabili e con rendimenti elevati. Dedicheremo più di un post, nel futuro, al processo di scelta del miglior broker.

Ma come fanno i broker a guadagnare?

E’ importante sottolineare che iscriversi ad un broker è gratis, che non vengono applicate commissioni e che non c’è nemmeno lo spread. E allora come fanno i broker a guadagnare? Alcuni broker guadagnano quello che gli utenti perdono ma io preferisco non utilizzare questo tipo di broker e infatti mai saranno segnalati su questo blog. Altri, quelli che io utilizzo correttamente e che vi segnalerò in futuro, si ricoprono sui mercati per le posizioni aperte dagli utenti quindi di fatto guadagnano quando gli utenti guadagnano e perdono nel caso in cui perdono. E’ ovvio che sono i broker migliori perché cercano sempre di mettere gli utenti in condizioni di guadagnare. Ecco perché a me piacciono tanto…

Differenti tipologie di opzioni binarie

Fino ad ora siamo rimasti piuttosto vaghi sul contenuto delle opzioni binarie e quando abbiamo fatto dei riferimenti specifici li abbiamo fatti ad un tipo particolare di opzioni, le opzioni top down. Di fatto però le tipologie di operazioni digitali esistenti sono numerose ed è consigliabile dare uno sguardo approfondito. Ogni utente ha la sua tipologia preferita, quella che meglio si adatta alle sue esigenze e al suo modo di lavorare.

Opzioni top / down

Sono le opzioni in assoluto più semplici: la previsione da fare, in questo caso, riguarda l’andamento del prezzo di un dato asset, limitatamente al fatto che vada in su o in giù. Questo tipo di opzione può essere pagata con un rendimento che può arrivare anche al 91% in alcuni casi molto favorevoli per l’utente ma è in generale è pagata con un rendimento netto dell’85%. Da notare che in questo caso effettuare le predizioni è davvero molto semplice e quindi si tratta di opzioni adatte anche a utenti principianti.

Opzioni interval

Si tratta di un modello molto raffinato di opzione, in cui bisogna prevedere l’intervello di prezzo entro cui si muoverà il prezzo dell’asset. Effettuare queste previsioni non è immediato come nel caso delle opzioni top down e dunque questo tipo è riservato a persone più esperte. Tuttavia i rendimenti che vengono pagati sono elevatissimi e possono arrivare anche al 500%.

Opzioni touch

E’ il vero paradiso per gli amanti dei rendimenti altissimi. In effetti sono la tipologia di opzioni binarie che paga meglio ma anche le più difficili da utilizzare perché bisogna indicare un prezzo che sarà toccato, anche solo per un istante, dal prezzo dell’asset. Essendo una previsione difficile si tratta di uno strumento finanziario ad altissimo rendimento ma riservato solo ai più esperti.

Costruisci la tua opzione

Ormai i broker di opzioni binarie sono diventati così raffinati che consentono a tutti gli utenti di costruire il proprio tipo di opzione personalizzato. Un modo veloce e sicuro per riuscire a ottenere il massimo dai mercati finanziari, costruendo prodotti su misura per le proprie esigenze.

Gli elementi principali di un’opzione binaria

Visto che ieri abbiamo introdotto finalmente le opzioni binarie, oggi ne esamineremo nel dettaglio gli elementi.

Per prima cosa ogni opzione è relativa ad un asset, cioè ad un bene il cui prezzo è oggetto della scommessa dell’opzione stessa. Ad esempio, se vogliamo operare sul mercato delle materie prime, l’asset sottostante può essere il petrolio e la nostra opzione riguarderà proprio il prezzo di un barile di petrolio.

Il valore dell’opzione è la cifra che il trader decide di investire su quella singola operazione e su cui verrà poi calcolato il rendimento. Ogni broker di opzioni binarie ha un valore minimo che può essere investito sulla singola opzione.

Il rendimento dell’opzione è fissato dal broker è può variare dal 70% fino ad arrivare anche al 500% per alcuni tipi di opzioni esotiche su alcuni broker particolarmente generosi. Ovviamente ogni broker può offrire rendimenti diversi, dunque è fondamentale saper scegliere quelli che offrono rendimenti più elevati (ma questo lo vedremo in dettaglio quando parleremo in un post futuro delle caratteristiche di un broker di opzioni binarie).

La scadenza di un’opzione è il tempo entro cui si deve verificare la previsione insita nell’opzione stessa. Le opzioni più veloci che esistono sono quelle a 60 secondi, particolarmente apprezzate perché offrono la possibilità di accelerare notevolmente il trading online, mentre possono esistere opzioni che hanno scadenze mensili, utili non a chi vuole fare trading ma a chi vuole fare hedging di posizioni aperte con altri strumenti.

Ovviamente oltre a questi parametri bisogna considerare anche la predizione che il trader fa al momento di acquistare l’opzione stessa. Non abbiamo ancora introdotto i vari tipi di opzioni binarie che esistono (sono tanti e stanno diventando sempre di più per assecondare le necessità degli utenti) ma possiamo già anticipare che al momento dell’acquisto dell’opzione il trader ha la possibilità di decidere un trend di mercato che pensa si realizzerà. Se si realizza effettivamente, incassa il sontuoso rendimento, altrimenti rientra in possesso di una parte del capitale iniziale visto che in questo caso dovrà comunque subire delle perdite.

Il bello delle opzioni binarie è che in ogni istante il trader sa qual è la perdita massima che potrà subire nel caso in cui le cose si mettessero proprio male. Nessun altro strumento finanziario è così preciso in questo senso.

Opzioni binarie: come funzionano?

Nei primi post di questo blog ho sempre girato attorno al concetto di base: come funzionano le opzioni binarie. Ho voluto dare per prima cosa un’introduzione di base, in modo che tutti capissero qual è il mio background operativo e soprattutto quali sono le prospettive del trading di opzioni binarie. Adesso però è arrivato il momento di iniziare a parlare delle opzioni binarie. Partiremo dal funzionamento di base, per poi analizzare con calma, nei prossimi post, i vantaggi di fare trading con le opzioni binarie. In ogni caso questo post può essere tranquillamente saltato da coloro che già sanno come funziona questo meraviglioso strumento.

Il trading tradizionale

Visto che l’articolo si rivolge soprattutto a coloro che non hanno mai fatto trading cercheremo di spiegare come funziona il trading tradizionale. In questo caso abbiamo un mercato finanziario (ad esempio il mercato delle materie prime), un asset (ad esempio il petrolio) e un prezzo. Adesso se pensiamo che il prezzo del petrolio aumenterà che cosa possiamo fare? Se siamo dei semplici speculatori o trader che dir si voglia acquistiamo un future sul prezzo del petrolio (non abbiamo bisogno che poi qualcuno ci porti a casa con una petroliera il petrolio vero e proprio) e aspettiamo. Se il prezzo del petrolio aumenta, vendiamo il future e incassiamo i profitti. Quanti profitti? Non possiamo dirlo a priori, dipende esclusivamente da quanto il petrolio è riuscito a salire. Se il prezzo è salito parecchio guadagneremo molto, se è salito poco guadagneremo poco se è sceso perderemo una parte del nostro capitale (ma non sappiamo dire quanto). Ovviamente i guadagni (o le perdite) si materializzano solo e soltanto nel momento in cui vendiamo il nostro contratto. Quindi accanto alla difficoltà di base di individuare il trend di prezzo, dobbiamo anche sapere quando comprare e quando vendere in senso cronologico. E oltre a queste ci sono numerose altre complicazioni di ordine tecnico. E’ vero che il trading può dare immense soddisfazioni economiche ma è anche vero che chi non ha competenze di base è letteralmente tagliato fuori. Ed ecco che sono nate le opzioni binarie.

Il trading di opzioni binarie

Con le opzioni binarie non è importante capire tutti i meccanismi tecnici, non è necessario seguire istante per istante le quotazioni. Nel caso più semplice bisogna semplicemente indicare se il prezzo di un bene aumenterà o diminuirà, nulla di più e nulla di meno. Se il prezzo segue il trend indicato si incassa il rendimento (pare all’85% della cifra investita) se invece la predizione non si avvera si subirà una perdita (che comunque è nota a priori, ancora prima di cominciare il trading).

Il meccanismo è davvero semplice: dobbiamo semplicemente capire se il prezzo di un bene va su o va giù, molto più semplice del trading tradizionale. E’ evidente che il discorso non si esaurisce qui e che dedicheremo ampi post alle varie tipologie di opzioni binarie ma spero che come primo accenno possa essere utile a capire davvero cosa sono le operazioni digitali.

Broker di opzioni binarie

Visto che il tema del blog è proprio questo, spieghiamo che cosa è un broker. E’ possibile fare trading proprio grazie ai broker: sono loro che gestiscono i conti degli utenti, che fissano i rendimenti di ogni operazione, che eseguono gli ordini. Insomma, il broker ha un ruolo fondamentale: nei prossimi post vedremo quali sono le caratteristiche di qualità che dobbiamo ricercare in un broker e pubblicheremo anche le rencensioni dei migliori broker di opzioni binarie.

La mia storia

Prima ancora di addentrarci nei meandri del trading e delle opzioni binarie voglio raccontarvi la mia storia, la storia di un fallito. Non voglio abbelire o addolcire quello che sono o che sono stato, meglio. Perché dalla nascita fino al compimento dei 30 anni circa sono stato un fallito totale. Niente di quello che ho fatto è andato bene: in amore, nel lavoro, nella società. Immaginate un giovane senza soldi, senza fidanzata, senza amici. Questo ero io. Non riuscivo a capire quello che volevo fare nella vita, volevo i soldi, volevo godermi la vita ma non riuscivo a guadagnare. Avevo provato alcuni metodi di guadagno facile, di quelli che vengono tanti pubblicizzati su internet, ma non avevo ottenuto nulla. Ho subito truffe di ogni tipo, ho comprato ebook costosi e meno costosi (e tutti questi ebook li devo comunque annoverare nella categoria truffa perché non mi hanno insegnato nulla) fino a quando non sono caduto in depressione.

Depressione nera, totale, ormai avevo pochi spiccioli sul conto, ero costretto a vivere con i miei alla soglia dei 30 anni perché non potevo permettermi l’affitto di una casa. E ovviamente prospettive zero, in tutti i sensi. Voglio che sia chiaro che ero un fallito completo, non solo nel campo economico. Ci sono persone che non hanno soldi ma che magari poi con le donne vanno fortissimo. O che sono pieni di amici che li sostengono nei momenti difficili.

Io niente di tutto ciò. Ecco perché sono caduto in depressione.

Ho avuto il coraggio (o forse solo il buon senso) di farmi aiutare da uno psicologo e ho iniziato a stare un po’ meglio. Poi però è arrivata la grande rivoluzione della mia vita, la rivoluzione che mi ha fatto smettere di essere il fallito totale che ero sempre stato.

Le opzioni binarie.

Le ho scoperte per cao, un giorno che stavo cazzeggiando su internet come spesso mi accadeva. Non avevo nulla di meglio da fare, in effetti. Ebbene, è stato amore a prima vista. Ho cominciato ad approfondire, a cercare di capire cosa fossero. Poi ho fatto i primi esperimenti. Mi sono dovuto umiliare, per l’ennesima volta nella mia vita, davanti a mia madre, chiedendo 100 euro da investire. Il mio primo investimento con le opzioni binarie. Mia madre mi umiliò, come era solita fare, mi sbeffeggiò ma i 100 euro alla fine me li diede. Finalmente iniziai a fare trading con le opzioni binarie, a soldi veri.

Fu la rivoluzione.

Dopo 2 settimane restituì a mia madre il suo prestito. Dopo 2 mesi andai via di casa, finalmente potevo permettere di affittare una casa mia. Una bella casa. Poi sono venuti nell’ordine la macchina (e la prima fu un’utilitaria, ma meglio di non avere affatto la macchina e di dover pregare mio padre in ginocchio a 30 anni per farsela prestare), i primi viaggi all’estero, i primi piccoli lussi.

Ma non è stata solo una rivoluzione di tipo economico. La mia vita è cambiata fortemente anche dal punto di vista sociale. Probabilmente mi sono sentito più sicuro di me stesso, più forte. E sono arrivati gli amici e ho iniziato a fare conquiste femminili. Era il 2008 quando ho cominciato a fare trading di opzioni binarie. Poi le cose sono andate avanti, molto avanti.

Non starò qui a raccontarvi la storia degli appartamente o delle ville che ho comprato, delle vacanze da sogno, delle Audi. Non è necessario. Voglio riassumere la storia degli ultimi 5 anni dicendo che le cose sono andate sempre meglio e ogni giorno mi sveglio con più soldi del precedente.

Ma perché vi sto raccontando tutto questo?

Non ho bisogno di vantarmi. Non ho bisogno nemmeno di convincervi che le opzioni binarie siano chissà quale metodo miracoloso. Tranquilli che non sto per pubblicare la foto della mia villa o della mia macchina per poi subito dopo provare a vendervi un ebook. Ne ho comprati tanti di ebook presentati in questo modo, prima di scoprire le opzioni binarie.

Esattamente come io ho scoperto, all’epoca, le opzioni binarie su un sito amatoriale in inglese (e allora le opzioni erano un fenomeno USA ben al di là da venire in Italia) così anche io voglio mettere gratuitamente a disposizione di tutti le mie conoscenze. Non voglio convincerti a fare trading, ci mancherebbe.

Ma se decidi di fare trading voglio aiutarti. La mia vita è cambiata. Con le opzioni binarie può cambiare anche la tua.

Broker di opzioni binarie

Guida ai migliori broker per il trading di opzioni binarie

Archivi tag: Broker

Opzioni binarie: conta più il broker o la strategia?

Oggi ho partecipato in qualità di relatore ad un convegno organizzato da AssoBinarie (la giovanissima associazione italiana dei trader di opzioni binarie) e mi è stata rivolta una domanda estremamente interessante: conta più il broker o la strategia per guadagnare il massimo con le opzioni binarie?
Io dico che conta di più il broker. Non voglio scatenare flame, però se io lavoro con un broker di qualità non è necessario avere una strategia codificata. Anche il principiante più assoluto, con un minimo di spirito di osservazione, può osservare un grafico dei prezzi e predirne i movimenti. Sta facendo analisi tecnica, anche se lui non lo sa. Se lavora con un broker di qualità, affidabile e sicuro, avrà la possibilità di guadagnare anche un sacco di soldi.
Prendiamo il caso, invece, di un trader più esperto, che utilizza una strategia ma ha avuto la sfortuna (o scarsa intelligenza) di utilizzare un broker poco sicuro, poco efficiente o peggio con bassi rendimenti. Guadagnerà molto meno del primo.
Con questo non voglio dire che le strategie per le opzioni binarie non siano importanti, anzi. Quello che però non finirò mai di ripetere è che la scelta del broker è davvero fondamentale e non può essere in nessun caso essere presa sotto gamba. Il rischio è quello di non guadagnare nulla o di guadagnare pochissimo, quindi state attenti.

Broker di opzioni binarie: 24Option

Questo blog è nato da poco ma ha subito conquistato un pubblico appassionato di persone che vogliono fare trading di opzioni binarie per ottenere sempre e comunque il massimo. E per guadagnare il massimo con le opzioni, lo sappiamo, dobbiamo utilizzare il miglior broker possibile.

Ma qual è il miglior broker di opzioni binarie, quello che conviene utilizzare per guadagnare il massimo anche se si parte da zero?

E’ una domanda che mi viene rivolta tutti i giorni, più volte al giorno, via Skype o via mail. I lettori di questo blog in effetti vogliono sapere il mio parere. E dopo tutto se ho aperto un blog che si intitola “broker di opzioni binarie” non posso esimermi dal dare la mia opinione.

Si tratta di un broker sicuro, affidabile, onesto, regolamentato: insomma, operando con 24Option non ci sono sorprese negative o problemi. Per quanto riguarda affidabilità e onestà non ci sono dubbi che 24 Option sia perfetto.

Io lo uso per questo, ma anche perché ha i rendimenti più elevati in assoluto. Ho passato mesi a confrontare i rendimenti dei diversi broker di opzioni binarie e devo dire che 24 Option è il broker che paga meglio di tutti. Quindi se volete guadagnare di più, vi conviene operare con 24 Option.

E poi c’è una politica di bonus davvero generosa, legata sia alle perfomance che ai depositi effettuati, una politica che consente, di fatto, di fare trading con i soldi di 24Option direttamente, senza rischiare un centesimo del proprio.

Opzioni binarie: come evitare le truffe

Quando parliamo di opzioni binarie, giustamente, mettiamo in evidenza gli aspetti positivi di questo strumento, come la possibilità di guadagnare molti soldi in pochissimo tempo, senza sforzo e senza rischi o la grandissima semplicità che rende le operazioni digitali disponibili a tutti, anche a chi non sa nemmeno cosa sia la finanza.

Ma ci sono anche aspetti negativi e su questo blog non voglio certo farli passare sotto silenzio. Ho aperto questo blog per condividere le mie conoscenze sulle operazioni digitali e voglio parlare sia del bene che del male.

Ebbene, è possibile che le opzioni binarie possano anche dare origini a truffe, purtroppo.

Si tratta sostanzialmente di truffe di due tipi che possono colpire gli utenti più inesperti ma niente paura, è molto facile difendersi se si conoscono. Ecco perché sto scrivendo questo post, per aiutare le possibile vittime a non cadere nelle grinfie dei truffatori.

I broker truffaldini

La maggior parte dei broker di opzioni binarie sono assolutamente corretti, alcuni sono davvero splendidi, ma ce ne sono alcuni (pochi per fortuna) che tendono a truffare gli utenti in tutti i modi possibili. E’ evidente che cadere nella mani di questi broker significa perdere completamente tutto il denaro depositato sul conto. Per fortuna è molto semplice difendersi da questa truffa: basta stare alla larga da questi broker scegliendo solo broker di elevatissima qualità.

La falla delle opzioni binarie

Non si sa quando è nata questa leggenda metropolitana, fatto sta che ha arricchito parecchia gente. Praticamente qualcuno ha inventato di sana pianta che esisterebbe una falla, un modo sicuro per guadagnare con le opzioni binarie con un trucco. Non ho idea di come abbiano potuto pensare questo, esiste un metodo semplice per guadagnare che è, semplicemente, analizzare i mercati e fare le previsioni giuste. Eppure chi ha inventato la falla ha fatto i soldi, vendendo migliaia di ebook a carissimo prezzo dove spiegava come fare. Il brutto di questa truffa è che non solo chi compra l’ebook butta al vento i suoi soldi, ma se poi prova a mettere in pratica quello che viene spiegato e investe soldi veri su qualche broker di opzioni, ne butta ancora di più. In ogni caso è piuttosto facile difendersi da queste truffe: ricordati sempre che non esistono trucchi e segreti, bastano impegno, volontà e studio per ottenere risultati eccellenti con le opzioni binarie. E non devi comprare un ebook per scoprirlo.

Il rischio e le opzioni binarie

Le opzioni binarie sono rischiose? Una bella domanda, che denota tanta tanta ignoranza. Perché tutto il trading finanziario comporta un rischio, sempre. Non c’è strumento finanziario che non comporti un rischio e la renumerazione che si riceve è sempre proporzionale al rischio stesso. Se vogliamo investimenti a rischio zero o quasi dobbiamo acquistare titoli pubblici emessi dalla Germania (e in questo caso i rendimenti reali, cioè considerando l’inflazione, sono negativi). Se invece vogliamo ottenere rendimenti più alti, dobbiamo accettare una certa componente di rischio. Detto questo, il bello delle opzioni binarie è proprio che ti consentono di controllare il rischio come nessun altro strumento finanziario. Ad ogni istante, infatti, sappiamo quanti soldi possiamo perdere nel caso in cui le cose vadano completamente male, cioè nel caso in cui i mercati si muovano nel verso opposto rispetto a quello che avevamo preventivato. Nessun altro strumento lo permette, nemmeno i più raffinati. Con le opzioni invece, possiamo tenere il nostro rischio sotto controllo. Ricordiamoci sempre che il rischio finanziario non può mai essere annullato ma deve necessariamente essere controllato. Controllare il rischio significa ottimizzare i propri guadagni nel lungo periodo: ecco perché le opzioni binarie sono così tanto amate da tutti i trader. E’ anche vero che ci sono dei rischi che si possono annullare completamente. Quali? Quelli legati al broker. Un broker poco onesto (o detto in altre parole truffaldino) è un rischio immenso che potrebbe distruggere completamente il capitale di un trader. Un broker onesto e affidabile è invece una risorsa che aiuta a guadagnare di più. Ovviamente questo tipo di rischio può essere completamente annullato (e appunto trasformato in una grandissima opportunità di guadagno) semplicemente scegliendo il broker di opzioni binarie con attenzione e soprattutto basandosi su recensioni attendibili. L’investimento di poche ore nella scelta del broker può consentire guadagni davvero più alti ed evitare tanti problemi.

Le scadenze delle opzioni binarie

Quando abbiamo detto che non tutti i broker di opzioni binarie sono uguali ci siamo riferiti anche al concetto di scadenza.

La scadenza è uno dei fattori più importanti di una opzioni binaria e determina il tempo entro cui si deve verificare la previsione immessa dall’utente. Esistono vari tipi di scadenza, dai 60 secondi fino ad arrivare ai mesi. E’ evidente che ogni tipo di scadenza è adatta ad un particolare uso e ad una particolare classe di utenti. E’ altrettanto evidente che non tutti i broker di opzioni binarie disponogno di tutti i tipi di scadenza e dunque è importante capire di che cosa si ha bisogno prima di andare avanti in questo senso.

In generale, i trader che puntano a fare molti soldi in poco tempo preferiscono usare le scadenze più veloci: in questo caso le opzioni a 60 secondi sono veramente perfette. Tuttavia non sempre le condizioni di mercato sono adatte per il trading a 60 secondi. Allo stesso tempo non tutti i trader hanno la capacità psicologica di reggere i ritmi delle opzioni con scadenza 60 secondi e non tutti i broker le contemplano. Insomma, le opzioni binarie a 60 secondi sono quelle che in generale fanno guadagnare di più, anche 20 volte di più rispetto a quelle a 15 minuti. Tuttavia non sono sempre adatte. Se il mercato è laterale, ad esempio, meglio non utilizzare uno strumento così veloce e affidarsi a scadenze più lunghe.

Esiste poi un altro estremo, quelle delle opzioni binarie che hanno scadenze di giorni o anche di mesi. Si tratta di prodotti inadatti al normale trading online con fini speculativi e utilissimi a proteggere posizioni aperte con altri stumenti o addirittura operazioni di commercio di beni reali.

Di solito in questi casi si compra l’opzione che serve a coprire il caso pessimo. Per fare un esempio di economia reale, se ho comprato un prodotto e fra 2 mesi lo dovrò pagare in dollari, comprerò un’opzione top down con scadenza due mesi scommettendo sull’apprezzamento del dollaro. Questa è una situazione pessima per me che devo pagare in dollari, ma almeno in questo caso avrò un rimborso (totale o parziale) del maggiore esborso proprio grazie all’opzione che è in the money.

Viceversa se il dollaro perde valore io pagherò meno la mia merce e pazienza se avrò perso il costo dell’opzione. E’ una sorta di assicurazione contro gli eventi nefasti. Per fare un utilizzo del genere delle opzioni bisogna ovviamente selezionare broker che mettono a disposizione anche scadenze lunghe. E’ evidente, dunque, che in base all’utilizzo che faremo delle opzioni binarie sceglieremo dei broker diversi.

Ancora una volta si è dimostrato quanto scegliere bene il broker sia davvero fondamentale per raggiungere i propri obiettivi.

Gli elementi per valutare un broker di opzioni binarie

Abbiamo introdotto, finalmente, il concetto di broker di opzioni binarie su cui ci focalizzeremo molto. Ora però cerchiamo di capire quali sono gli elementi fondamentali perché possiamo considerare di buona qualità un forex broker. Ricordiamoci sempre che solo un forex broker di qualità ci garantisce la possibilità di accedere agli elevatissimi guadagni che le opzioni binarie sono in grado di generare.

Regolamentazione CONSOB

C’è poco da fare: al primissimo posto dobbiamo per forza annoverare la regolamentazione CONSOB. Anche per le opzioni binarie la CONSOB si è mossa, ha regolamentato i migliori broker e ha fatto bloccare dalla magistratura quelli che non potevano essere regolamentati, perché ad esempio non rispettevano la normativa MIFID. L’autorizzazione da parte della CONSOB è una fortissima garanzia di affidabilità e onestà.

Facilità di utilizzo

Uno dei punti di forza più interessanti delle opzioni binarie è il fatto che tutti possono fare trading, senza complicazione tecniche. Questo significa che un broker buono deve essere facile da usare. Non sto dicendo che deve essere possibile fare trading direttamente sui grafici, visualmente, come fanno alcuni. Questa è la situazione ideale. Ma almeno deve essere facilmente comprensibile l’interfaccia e deve essere facile immettere un nuovo ordine e controllare lo stato del proprio conto.

Rendimenti elevati

E’ un punto fondamentale: i rendimenti devono essere alti, molto alti. E questo deve valere non solo per le opzioni top down, ma anche per tutti i tipi di opzione binaria, che infatti di solito vengono pagati di più rispetto alla top down. In ogni caso è opportuno verificare se ci sono tipi di account privilegiati, che pagano di più, e in questo caso verificare se si hanno i requisiti per ottenerlo.

Bonus omaggio

Ricevere dei soldi gratis fa veramente comodo. Parleremo in futuro dell’argomento bonus, per il momento diciamo che in generale più è elevato il bonus che un broker di opzioni binarie regala e più conviene sceglierlo ma a parità di altre condizioni (CONSOB, rendimenti, facilità d’uso). Non scegliete mai un broker che abbia solo un bonus elevato ma non vi convince per gli altri aspetti.

Cosa sono i broker di opzioni binarie

Finalmente entriamo, con il post di oggi, nel vivo del nostro viaggio nel meraviglioso mondo dei broker di opzioni binarie. Oggi ci chiediamo che cosa sono i broker stessi.

Si tratta degli intermediari che ci consentono di entrare sul mercato. Essendo quello delle opzioni binarie un mercato tipicamente OTC non esiste un luogo centrale, ne fisico ne virtuale, dove le opzioni binarie stesse vengono negoziate. Ciascun contratto è concluso, per così dire, privatamente tra il singolo trader e il broker. Ovviamente questo non significa che il trader non sia garantito, anzi. I vari organi di vigilanza nazionali vigialano costantemente sulla correttezza e affidabilità dei broker di opzioni binarie.

La CONSOB, ad esempio, ha autorizzato ad operare in Italia solo un ristretto gruppo di broker di opzioni binarie che rispettano in modo rigoroso requisiti di correttezza e affidabilità davvero molto stringenti.

Operare con un broker autorizzato CONSOB significa, dunque, avere la certezza della trasparenza cristallina dell’operato del broker stesso. E’ importante sottolineare come, ancor prima della regolamentazione CONSOB, sia fondamentale il rispetto della direttiva europea MIFID.

Per cominciare a fare trading di opzioni binarie bisogna creare un account su un broker. Questo significa inserire correttamente i propri dati personali nell’apposita form. Se si vuole cominciare ad operare con soldi veri è anche necessario effettuare un deposito, cioè trasferire i propri soldi su un conto fiduciario aperto presso il broker. E’ fondamentale ricordare che i soldi che si depositano in questo conto rimangono sempre e comunque di proprietà del trader, non sono un pagamento al broker, anzi. E’ esattamente equivalente a depositare dei soldi in banca. Anzi, considerando lo stato pietoso delle banche italiane e una probabile soluzione cipriota con il sequestro dei depositi dei clienti, avere i propri soldi su un broker di opzioni binarie è più sicuro che tenerlo sul conto bancario. Perché i migliori broker di opzioni custodiscono gelosamente i soldi dei clienti presso primari istituti bancari tedeschi e inglesi, in modo da tenerli fuori da ogni rischio.

Il broker mette a disposizione un’interfaccia tramite la quale è possibile fare operazioni sui mercati. E’ il broker a gestire i capitali, a fissare e pagare i rendimenti. Ciascun broker può avere rendimenti differenti ed è opportuno scegliere broker sicuri, affidabili e con rendimenti elevati. Dedicheremo più di un post, nel futuro, al processo di scelta del miglior broker.

Ma come fanno i broker a guadagnare?

E’ importante sottolineare che iscriversi ad un broker è gratis, che non vengono applicate commissioni e che non c’è nemmeno lo spread. E allora come fanno i broker a guadagnare? Alcuni broker guadagnano quello che gli utenti perdono ma io preferisco non utilizzare questo tipo di broker e infatti mai saranno segnalati su questo blog. Altri, quelli che io utilizzo correttamente e che vi segnalerò in futuro, si ricoprono sui mercati per le posizioni aperte dagli utenti quindi di fatto guadagnano quando gli utenti guadagnano e perdono nel caso in cui perdono. E’ ovvio che sono i broker migliori perché cercano sempre di mettere gli utenti in condizioni di guadagnare. Ecco perché a me piacciono tanto…

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: