Breaking News

Dove guarda il made in Italy? export?

Business / In evidenza / Top News / 8 Agosto 2019
Tempo di lettura 3 minuti

Noi siamo made in italy

Il made in italy è certamente la motrice che può trainare il carrozzone Italia fuori dall’empasse industriale e finanziario che fa stagnare il Paese nello ZERO – VIRGOLA

made_in_italy

Il made in italy nel mondo [fonte]

Il valore del made in italy ben rappresentato in questa infografica di ekuota.

Previsione di chiusura 2020-2021: +4.3%
Previsione di chiusura 2019: + 3.4%
Chiusura anno 2018: +3,1%

Indipendentemente dalle scelte poco performanti della politica negli ultimi 30 anni, più o meno condivisibili, il Made In Italy ne è uscito indenne se non rafforzato e gode sempre di una elevata percezione tanto nei Paesi industrializzati quanto in quelli in fase di espansione.

Moda? quella Made in Italy è considerata da sempre al top; Automobili Sportive? i marchi più ambiti e desiderati sono prodotti in Italia; Food & Wine? ormai siamo considerati Gourmet in tutto il Mondo; l’essenza di tutto ciò è che l’ingegno, l’essere e il saper fare non possono essere comprati, né venduti, né tantomeno copiati; è parte degli italiani e dell’Italia, della sua millenaria cultura sempre al centro del Mondo.

Non siamo e non possiamo essere industrializzati, l’industria italiana deve combattere con costi di produzione elevati e scarsa estrazione di materia prima che ci rendono costosi e non competitivi.

Possiamo però salire in cattedra quando si parla di gastronomia, ricette, vini e spumanti (“Le colline del Prosecco” di Conegliano e Valdobbiadene sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco [Fonte]), moda, concept e design; il Belpaese è questo (leggi anche i nostri articoli su Molise Food e sugli investitori cinesi in Molise).

In europa c’è chi dice che gli italiani siano sfaticati, poco seri, fanfaroni e soprattutto poco onesti (oltre che spendaccioni visti i 2300 miliardi di debito pubblico); ma fuori dall’UE? negli Stati Uniti l’Italia è ancora considerata uno dei Paesi Cult da visitare, così come in Australia, in Cina e così via.

Possiamo tranquillamente affermare, che l’Italia sia ad appannaggio di pochi e non per la massa; vuoi il miglior food immaginabile? c’è solo quello Italiano; vuoi classe nel vestire? Compra Gucci o Dolce & Gabban; ti occorre una supercar? prendi una Ferrari o una Lamborghini; il meglio è sempre Made in Italy, o meglio #madeinitaly se vogliamo rimanere in tema di Digital Internet Marketing.

Ed in effetti guardando i numeri del passato, le stime attuali e le previsioni per il futuro, la strada è questa. Ma chi spende più per promuovere il made in italy nel mondo?

Chi sta facendo qualcosa a favore del brand Italia

Seguiamo con attenzione, a proposito di made in italy, Ylenja Lucaselli, onorevole di Fratelli D’Italia (#FDI), ormai da oltre un anno in parlamento, considerata anche la regina del vino, visto il suo ruolo di global advisor per una delle più grandi multinazionali americane di import export di prodotti wine & spirit. Lucaselli è sempre impegnata in attività a favore del Made in Italy che segue con serietà e costanza, girando in lungo e largo l’Italia per promuovere territori, prodotti ed eccellenze del nostro Paese.

Come ha dichiarato in più occasioni, ‘il Made in Italy va sostenuto e valorizzato, coniugando l’aggancio delle opportunità di mercato alla specificità dei territori e delle produzioni’.

È dunque evidente quanto sia necessario potenziare l’attrattiva, suscitando l’attenzione degli importatori stranieri, dei distributori e della stampa di settore, promuovendo in maniera più incisiva questo nostro made in italy che può rappresentare un importante volano per rilanciare la bellezza dei territori e la competitività delle imprese in un contesto sovranazionale. Solo così potremo dare un po’ di fiato a questo nostro Paese oggi, per certi aspetti, in seria difficoltà.

Mi scusi Presidente ma forse noi italiani
per gli altri siamo solo spaghetti e mandolini.
Allora qui mi incazzo son fiero e me ne vanto
gli sbatto sulla faccia cos’è il Rinascimento.
– Giorgio Gaber –



[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

Tag:, , , , , , , , , , ,



Francesco Caterina




Articolo precedente

Seconde generazioni e turismo molisano

Articolo successivo

Come diventare instagram influencer in italia





Magari ti piace anche



0 Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altre Storie

Seconde generazioni e turismo molisano

Il turismo di ritorno che ammalia Spesso quando i numeri sono negativi e non c'è via di uscita immediata, si tira fuori...

6 Agosto 2019