Breaking News

Nasce Quid Novi

Business / In evidenza / Slider / Top News / 27 Luglio 2019
Tempo di lettura 2 minuti

Da uno spin-off del Comitato di sviluppo imprenditoriale di Forche Caudine, nasce la Fondazione Quid Novi. Il comitato si riflette in un nuovo soggetto con maggiore autonomia, risorse e incisività rispetto alla vocazione più culturale che ha da sempre caratterizzato l’associazione Forche Caudine, sodalizio dei romani di origine Molisana.

quid novi

Il Comitato per lo Sviluppo Imprenditoriale di Forche Caudine

La Fondazione Quid Novi nasce da uno spin off del Comitato per lo Sviluppo Imprenditoriale di Forche Caudine acquisendo maggiore autonomia nelle azioni e nella portata potendo guardare oltre che al Molise, anche verso altre regioni del Paese.

Quid Novi, dunque, ma qual è l’elemento di novità che possiamo riscontrare nella neonata Fondazione? La Fondazione Quid Novi è stata costituita come elemento di novità e rottura rispetto al passato interpretando la difesa dei diritti dei cittadini come mero esempio di reattività da contrapporsi all’intento della stessa Quid Novi che è invece di tipo pro-attivo.

Rappresentare allora i diritti delle persone mettendo al centro delle attività l’individuo quale elemento fondamentale e fondante della società. Attraverso progetti di sviluppo personale e di tutela dell’individuo Quid Novi lavorerà per un inserimento armonico delle persone all’interno del tessuto sociale in cui vivono.

Quid novi, ci dice Francesco Caterina, uno dei promotori, è il primo incubatore ed acceleratore individuale perchè le imprese, le pubbliche amministrazioni e qualsiasi gruppo organizzato o meno di persone è semplicemente l’insieme di diversi individui e non si può prescindere dal lavoro sulla persona se si vogliono raggiungere risultati concreti in altri ambiti della società.

Quid Novi opererà di concerto con privati aziende ed istituzioni per:

  • favorire pratiche di organizzazione di comunità, sviluppare e attuare progetti di welfare comunitario, di valorizzazione sociale ed ambientale, di assets territoriali, attraverso la più ampia partecipazione delle persone alla loro formulazione, proposta e attuazione;
    promuovere iniziative legislative, finalizzate a migliorare i servizi di comunità e la coesione sociale nei territori, in Italia e in ambito europeo;
  • agevolare l’attività delle imprese, stimolando il processo di sburocratizzazione e di semplificazione amministrativa del Paese;
    valorizzare le risorse culturali, ambientali, e agroalimentari dei territori, anche in chiave di sviluppo turistico;
    favorire la nascita e la condivisione, a livello istituzionale ed imprenditoriale, di progetti di sviluppo territoriale, regionale e nazionale;
  • coadiuvare i soggetti che necessitano di assistenza legale specializzata per la difesa dei propri diritti per azioni coerenti con la mission e previste dallo statuto della Fondazione.

L’adesione alla Fondazione Quid Novi sarà vagliata da un apposito comitato che valuterà ogni singola richiesta. Maggiori informazioni possono essere richieste direttamente alla Fondazione tramite il form di contatto presente sul sito e come disse Moeno Ferranti, Quid Novi Arbaluzia est!



[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Tag:, , , , ,



Oiluj Moeno




Articolo precedente

Benvenuto su QUID MAG

Articolo successivo

Finisce "tragicamente" la visita in Molise dei rappresentanti della Comunità Cinese





Magari ti piace anche



0 Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altre Storie

Benvenuto su QUID MAG

QUID MAG è l'organo comunicativo della Fondazione QUID NOVI che non intende essere né un periodico né un giornale ma punta...

25 Luglio 2019