Breaking News

Molise Food. A Roma l’enogastronomia molisana

Attualità / Business / Gourmet / In evidenza / Slider / Top News / 21 Novembre 2019
Tempo di lettura 3 minuti

Inaugurazione della fiera permanente di prodotti molisani di qualità

Microeconomia condivisa per dare ossigeno ai produttori artigianali della regione Molise.
Un progetto targato MoliseFood pensato dalla Fondazione Quid Novi che ne detiene il brand.



I fondatori del progetto Molise Food con Nunzia De Girolamo all’inaugurazione

Roma 19 novembre 2019

2 imprenditori, 20 produttori, 1 città, Roma e uno spazio espositivo dove collocare la “Fiera permanente di prodotti molisani”. Questo il mix vincente pensato dalla Fondazione Quid Novi che martedì 19 novembre ha inaugurato il primo punto in Italia con marchio MoliseFood.

“Il modello di business è tanto semplice quanto efficace – ci spiega Mauro Bonello, imprenditore e presidente della fondazione – insieme a Francesco Caterina, il nostro direttore generale, eravamo alla ricerca di una formula che permettesse a produttori d’eccellenza della regione di poter operare oltre i confini del Molise affrontando uno sforzo economico contenuto; inizialmente si pensava di attivare dei temporary store che potessero muoversi sul territorio nazionale per far conoscere i prodotti che avrebbero dovuto vendersi permanentemente su molisefood.com, poi, notando un interesse sempre più prorompente da parte dei singoli produttori, ci siamo resi conto dell’utilità di punti espositivi fissi dove unire la vendita di prodotti di alta qualità alla degustazione.

Il leitmotiv del progetto, coniato appositamente – prosegue Bonello – è presto diventato microeconomia condivisa. Due parole che stanno a significare da un lato l’attenzione per i piccoli produttori di nicchia e d’eccellenza e dall’altro la condivisione; del rischio di impresa certamente, ma anche delle soddisfazioni che per quanto ci riguarda stanno arrivando fin dall’inizio di quest’avventura. Molise Food ha due punti di forza principali, la qualità indiscussa dei prodotti e la replicabilità, nazionale, internazionale o semplicemente di modello di business. Un’idea destinata a produrre successi in larga scala”.

All’inaugurazione erano presenti rappresentanti delle istituzioni, amministratori locali, personaggi dello spettacolo, giornalisti, imprenditori ed addetti ai lavori, tra gli altri l’ex Ministro De Girolamo, l’Onorevole Angelilli, il Commissario ad acta Angelo Giustini, il Presidente della CIM (confederazione degli Italiani nel mondo) On. Angelo Sollazzo, il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Quintino Pallante e l’ex Consigliere Regionale Rosario de Matteis.7

La risonanza dell’evento ha scatenato un vero e proprio tam tam sui social, tra i molisani della capitale che finalmente possono trovare in città i prodotti della loro terra ma anche tra i corregionali che vivono in Molise che vedono l’iniziativa come un momento di riscatto, la dove le istituzioni incidono debolmente, spesso con investimenti rilevanti, l’iniziativa privata raggiunge invece traguardi inattesi.
Abbiamo chiesto ai rappresentanti della Fondazione Quid Novi quali sono i progetti per il futuro e riscontriamo nelle parole del dg, Francesco Caterina, un discreto ottimismo: “martedì abbiamo finalmente completato il capitolo romano e adesso siamo pronti per partire con il nuovo punto espositivo di Siviglia, in preparazione già da diverse settimane e ci troviamo nella fase di sviluppo del punto di Basilea.
Contiamo, per la fine del prossimo anno, di concludere l’attivazione di almeno 4 punti in Europa e nel prossimo biennio di attraversare l’oceano, fermo restando il ponte verso oriente che sta già portando risultati concreti”.

Quid Novi si sta muovendo con ottimi risultati e siamo certi che nei prossimi mesi continuerà a far parlare di sé, stuzzicando le istituzioni e sollecitando gli imprenditori, affinché finalmente l’economia del territorio cominci a riprendere il percorso virtuoso che la dovrebbe caratterizzare.



[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Tag:, , , , , , , ,



Oiluj Moeno




Articolo precedente

Accordi Italia-Cina non solo a Pechino





Magari ti piace anche



0 Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altre Storie

Accordi Italia-Cina non solo a Pechino

Ci sono un italiano, un cinese e un molisano... Sembra l'inizio di una barzelletta divertente invece è la base di un progetto...

6 Novembre 2019