Italia ecco la promessa sullo spread

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Italia: ecco la promessa sullo spread

In questi giorni lo spread del Belpaese si può dire che sia in calo in modo molto deciso ed interessante, tanto che in Europa e in Italia, tutti iniziano a parlar di ripresa economica. Il premier, però, fa di più e promette un ribasso sensazionale del differenziale.

Lo spread misura gli interessi che noi paghiamo nelle cedole a chi compra i titoli di stato, un pezzetto del debito italiano. Se il paese risulta poco affidabile, lo spread, misurato per differenza con i Bund a 10 anni tedeschi, sale, se invece il paese recupera credibilità finanziaria, lo spread scende.

In questo momento la BCE e l’Italia, stanno raccogliendo ovunque dei segnali positivi in merito alla ripresa economica del paese. Gli stessi investitori non credono nel prossimo downgrade del Belpaese e vogliono invece portare capitali nello Stivale.

Un evento da non trascurare è sicuramente la tornata elettorale in Germania dove a settembre si vota per il Cancelliere, proprio nello stesso periodo in cui la FED dovrebbe iniziare a ridurre gli aiuti agli Stati Uniti. Un periodo molto proficuo di cui si potrebbe avvantaggiare l’Italia.

Il premier è convinto che sia possibile migliorare le nostre condizioni e in sei mesi abbassare lo spread anche di 50 punti. Un risultato importante, su cui scommettere.

Saura Plesio (Nessie)

Venere torna a nascere al soffio del Maestrale. Preferisce il mare ma si adatta anche ai laghi.

Ce lo dice l’Europa

Nessie vive. e lotta insieme a noi

Blog Archive

  • ►2020 (27)
    • ►April (8)
    • ►March (7)
    • ►February (6)
    • ►January (6)
  • ►2020 (79)
    • ►December (6)
    • ►November (5)

    • ►October (7)
    • ►September (8)
    • ►August (5)
    • ►July (6)
    • ►June (5)
    • ►May (8)
    • ►April (7)
    • ►March (7)
    • ►February (7)
    • ►January (8)
  • ▼2020 (81)
    • ►December (6)
    • ►November (6)
    • ▼October (7)
      • I partigiani sfilano per l’invasore, Fico-Boldrino.
      • Denunciaeuropa.it
      • Truppe cammellate d’occupazione a Roma
      • Silenzio! C’è lo SPREAD!
      • Non dovrebbero nemmeno fiatare!
      • Meglio invidiati che compatiti
      • Addio al piccolo grande uomo
    • ►September (6)
    • ►August (7)
    • ►July (5)
    • ►June (8)
    • ►May (7)
    • ►April (6)
    • ►March (8)
    • ►February (7)
    • ►January (8)
  • ►2020 (82)
    • ►December (8)
    • ►November (7)
    • ►October (8)
    • ►September (6)
    • ►August (5)
    • ►July (5)
    • ►June (7)
    • ►May (8)
    • ►April (7)
    • ►March (7)
    • ►February (7)
    • ►January (7)
  • ►2020 (87)
    • ►December (7)
    • ►November (8)
    • ►October (7)
    • ►September (8)
    • ►August (7)
    • ►July (6)
    • ►June (8)
    • ►May (8)
    • ►April (6)
    • ►March (8)
    • ►February (7)
    • ►January (7)
  • ►2020 (87)
    • ►December (6)
    • ►November (8)
    • ►October (9)
    • ►September (9)
    • ►August (6)
    • ►July (6)
    • ►June (7)
    • ►May (7)
    • ►April (7)
    • ►March (7)
    • ►February (7)
    • ►January (8)
  • ►2020 (86)
    • ►December (7)
    • ►November (8)
    • ►October (9)
    • ►September (6)
    • ►August (6)
    • ►July (5)
    • ►June (7)
    • ►May (9)
    • ►April (6)
    • ►March (8)
    • ►February (8)
    • ►January (7)
  • ►2020 (82)
    • ►December (6)
    • ►November (8)
    • ►October (7)
    • ►September (6)
    • ►August (7)
    • ►July (7)
    • ►June (4)
    • ►May (8)
    • ►April (6)
    • ►March (8)
    • ►February (8)
    • ►January (7)
  • ►2020 (99)
    • ►December (10)
    • ►November (10)
    • ►October (9)
    • ►September (9)
    • ►August (7)
    • ►July (6)
    • ►June (6)
    • ►May (9)
    • ►April (7)
    • ►March (10)
    • ►February (7)
    • ►January (9)
  • ►2020 (103)
    • ►December (10)
    • ►November (9)
    • ►October (9)
    • ►September (8)
    • ►August (6)
    • ►July (7)
    • ►June (8)
    • ►May (8)
    • ►April (7)
    • ►March (11)
    • ►February (11)
    • ►January (9)
  • ►2020 (87)
    • ►December (10)
    • ►November (9)
    • ►October (7)
    • ►September (5)
    • ►August (5)
    • ►July (6)
    • ►June (5)
    • ►May (7)
    • ►April (5)
    • ►March (10)
    • ►February (8)
    • ►January (10)
  • ►2009 (89)
    • ►December (12)
    • ►November (10)
    • ►October (8)
    • ►September (8)
    • ►August (4)
    • ►July (6)
    • ►June (7)
    • ►May (10)
    • ►April (7)
    • ►March (5)
    • ►February (6)
    • ►January (6)
  • ►2008 (89)
    • ►December (10)
    • ►November (11)
    • ►October (12)
    • ►September (9)
    • ►August (3)
    • ►July (7)
    • ►June (6)
    • ►May (8)
    • ►April (8)
    • ►March (6)
    • ►February (4)
    • ►January (5)
  • ►2007 (67)
    • ►December (6)
    • ►November (7)
    • ►October (6)
    • ►September (6)
    • ►August (2)
    • ►July (5)
    • ►June (6)
    • ►May (9)
    • ►April (5)
    • ►March (6)
    • ►February (4)
    • ►January (5)
  • ►2006 (79)
    • ►December (4)
    • ►November (5)
    • ►October (7)
    • ►September (8)
    • ►August (6)
    • ►July (4)
    • ►June (9)
    • ►May (9)
    • ►April (9)
    • ►March (7)
    • ►February (6)
    • ►January (5)
  • ►2005 (27)
    • ►December (5)
    • ►November (6)
    • ►October (7)
    • ►September (5)
    • ►January (4)

About Me

Messages Personnels

14 October 2020

Silenzio! C’è lo SPREAD!

Siamo arrivati al limite della decenza. Per quanto tempo dobbiamo andare avanti con questa assurda ridicolaggine dello SPREAD? mi spiace che le colpe dei genitori e nonni debbano ricadere sui nipoti, ma nell’incosciente cattiveria priva di ogni autocensura dei bambini dell’asilo che canzonavano col sopranome di SPREAD il nipotino di Monti ai tempi del colpo di stato finanziario degli androidi telecomandati dalla Troika 2020, vi si poteva scorgere una voglia di indiretta vendetta popolare, ancorché traslata. Pensavo che “spread”fosse un termine ormai obsoleto da Grigiocrati d’antan e invece arrieccolo!

52 comments:

In Inghilterra, Svezia, Norvegia, Svizzera, Giappone, Canada, Stati Uniti, Sud Corea nessuno parla mai di sprrread, chissà perché.

Infatti se cerchi su Google la parola SPREAD ti salta fuori questo:

Spread è una parola inglese, usata tipicamente in Italia, nel linguaggio politico o finanziario, per indicare la differenza di rendimento tra due titoli di stato (the difference in price between related securities), dove generalmente i titoli di stato emessi dalla Germania (Bundesanleihe), considerati i più affidabili sono utilizzati come termine di paragone

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Segno evidente che il nodo scorsoio del cosiddetto “spread” lo agitano solo da noi, per ricattarci.

Lo agitano solo da noi perché possono farlo dato che abbiamo svenduto la sovranità monetaria alla BCE anziché tenerci la nostra cara vecchia liretta

Non solo. La moneta comune è stata una svendita di sovranità anche per gli altri stati. Io sono convinta però che noi siamo nel mirino perché qui da noi c’è ancora molto da spolpare. Intendo: risparmio privato (il segreto bancario non esiste più), case di proprietà, terreni e tanto altro “bottino di guerra”. Perciò sciacalli e avvoltoi sono sempre in agguato.

PS: Aggiungo che per il suo clima e la sua conformazione geografica abitare in Italia è ancora cosa molto ambita e considerato un privilegio. E se ci fai caso, nel Nord-Italia intorno alla zona laghi (Maggiore, Iseo, Garda) e pure nelle località montane le agenzie immobiliari sono quasi tutte tedesche.

Con questi, Lorsignori o chi diavolo sono, non c’è logica o ragione, argomentazione che tenga: il loro scopo è far fuori questa maggioranza con ogni mezzo.
Lo “spread” è uno dei mezzi, sono Loro che lo manovrano dato che Loro sono “I mercati”. Però, forse – con molti forse – questa volta a differenza del 2020 c’è qualcuno Oltreoceano che da una mano a calmierarlo in senso contrario infatti da giugno ad ora nonostante tutti gli strombazzamenti dei giornalisti di regime non è che si sia mosso così tanto dato che i tassi BTP 10 anni sono passati dal 2,92% al 3,55%.
Scarth

Ciao Scarth, notevoli i due video di Bagnai e di Savona, non ti pare? Questi Grigiocrati dell’oligarchia applicano l’arrogante motto SUPERIOR STABAT LUPUS. Ma chi ha la forza non ha la ragione e prima o poi di questo dovranno renderne conto.
L’importante, per il momento, è non lasciarsi intimidire.

Ciao Nessie, sì ho visto i video e mi sono piaciuti. Ci sono anche quelli di Malvezzi come questo:
https://www.youtube.com/watch?v=UA8UEzD0tnU
Sembra che in effetti non sembra disposta a farsi intimidire. Speriamo.
Scarth

Lo spread viene usato dai tecnocrati e dall’opposizione per fare puro terrorismo psicologico e mediatico.
La storia dei “mutui a interesse variabile che rischiano di andare alle stelle” ne è un esempio.
In realtà non è automatico che a un rialzo dello spread corrisponda un incremento dei tassi variabili, com’è spiegato in questo articolo.

Non c’è una correlazione diretta tra spread e mutui a tasso variabile. Questo perché i tassi di interesse di un mutuo – decisi dalle banche – non sono direttamente legati ai cambiamenti di rendimento dei titoli di Stato italiani, ma a un diverso indice chiamato Euribor.
Prova ne sia che, con l’aumento dello spread nelle ultime settimane e mesi, le rate mensili dei mutui già sottoscritti non sono cambiate significativamente, come si vede dall’andamento di quell’indice.

Gli interventi di Bagnai e di Savona quasi mi riconciliano con la politica e con l’economia.
Il “quasi” lo metto solo perché sono ancora in scena personaggi come MoscoWC, Juncker, Draghi, Lagarde, Monti, Padoan ecc.
Speriamo di spazzarli via con una “Primavera europea” … questa volta vera e non telecomandata da Soros!
E quanto ai tirapiedi piddioti, che ci frega delle loro “contromanovre”, con tutte le misure che quando erano al governo non hanno adottato?
Anche loro, al pari di MoscoWC e Dombrovskis, danno buoni consigli ora che non possono più dare cattivo esempio.

Certo che siamo nel mirino. Nella UE comandano i tedeschi e i francesi. Chi sono i principali concorrenti delle nostre aziende? Francesi e tedeschi. Ci siamo gettati dritti nelle fauci dei lupi con questa schifezza europide. Grazie Prodi, Ciampi, Amato, Andreatta e tutti gli altri “Venerabili maestri” che ci hanno venduto.

Grazie Scarth, video molto utile che si riallaccia a quanto ha riportato anche Alessandra sulla Castelli del M5S, circa il fatto che non c’è correlazione tra i mutui a tasso variabile e lo spread. Malvezzi sta facendo un egregio lavoro.

BUGIE BUGIE BUGIEè il loro motto. Quando non addirittura, negare anche l’evidenza.

Ciao Ale. Guarda anche sullo stesso tema il video del prof. Malvezzi messo da Scarth. Questi sepolcri imbiancati negano anche l’evidenza, pur di tirare acqua al loro pessimo mulino. Ci costringono a vivere in un mare di MENZOGNE, le loro!
Non stanchiamoci di smascherarli.

Jacopo, purtroppo il popolo italiano ha la memoria di un insetto. Un popolo fiero, li avrebbe già acciuffati e appesi ai lampioni.

Cara Nessie
oltre che con lo spread ci tengono sotto tiro agitando lo spettro del razzismo.
prendiamo la nuova (nel senso di conformata al pdiotismo) rete4. Alcuni titoli da Stasera Italia, versione sabato-domenica: abbiamo le mani sporche di sangue? Siamo un paese razzista? Questo secondo voi è un episodio razzista? E via colpevolizzando un paese intero per assecondare il volere dei referenti attuali della cara salma.
Non a caso i canali di mediaset premium sono praticamente passati di mano a Sky.
bisognerebbe introdurre il reato di vilipendio alla patria.
Oreste

Ovviamente per tenere in ostaggio il nostro paese non c’è solo lo spread. Da sempre l’immigrazione e la mescolanza etnica viene usata come arma per accelerare la decomposizione sociale del ns. Paese e disinnescarne l’omogeneità etnica. Tuttavia ormai in Europa avanzano le forze nazional populiste e occorre dare un’occhiata anche al risultato di queste ore delle elezioni in Baviera.
Remare sodo e non ascoltare le cattive sirene delle reti televisive deve diventare il ns. motto.

Salve Nessie
In Svizzera si disputa in parlamento in riferimento al malvagio proposito del consiglio federale di sottoscrivere il perniciose “Compact on migration”.
In Italia nel parlamento se ne parla? Cosa farà il governo italiano? La Lega, M5S e FdI hanno intenzione di frenarne la firma da parte Italiana oppure vogliono sottacere la questione?

Benvenuto nel blog, Marco da Mendrisio. No, non ne so nulla di questo patto sulla migrazione e non immaginavo nemmeno che la Svizzera avesse aderito o meno. O forse, stia per aderire. Puoi dirci qualcosa di più nel merito? Si tratta, suppongo, di un patto intergovernativo voluto dall’ONU da rifilare a tutti i paesi del mondo occidentale. Quali sono le reazioni da voi?
Qui per ora, non se ne parla proprio.
Non vorrei che come dici, la cosa venisse sottaciuta.

Poi leggere qui in tedesco:
https://www.tichyseinblick.de/kolumnen/aus-aller-welt/un-migrationspakt-bedingungslose-kapitulation/
e qui con la traduzione di google:
https://translate.google.com/translate?sl=de&tl=it&js=y&prev=_t&hl=de&ie=UTF-8&u=https%3A%2F%2Fwww.tichyseinblick.de%2Fkolumnen%2Faus-aller-welt%2Fun-migrationspakt-bedingungslose-kapitulation%2F&edit-text=

Qui il sito dell’ONU in questione: https://www.iom.int/global-compact-migration

In Svizzera soltanto pochi parlamentari del UDC esigono un dibattito parlamentare ed un referendum. Speriamo che la spuntino.
In Italia andrebbero scossi pubblicamente i parlamentari della Lega, di FdI e del M5S.
Bundì!

Grazie mille, Marco. Che l’ONU stia tramando da tempo per una “governance mondiale”, non è da oggi né una novità. Ma uno “scellerato patto” come questo, che ha preso avvio nel 2020 col governo Gentiloni (Guterres venne da lui a parlarne, ma la stampa tacque), rappresenta una scorciatoia perfino rispetto alle molteplici malefatte dell’Unione Europea. Inoltre vincola anche quei paesi che non sono nell’Eurozona come la Svizzera, la GB (Brexit), la Danimarca, Svezia ecc.
Per non dire di quelli che hanno sempre avuto una linea dura sull’immigrazione come l’Australia (NO WAY). Sì, speriamo che in Svizzera la spuntino, ma questo mi sembra sempre più uno scenario da “Campo dei Santi” di Raspail.

Ci ritorneremo sopra in apposito topic. Per il momento, grazie mille.

In Baviera, scende di molto il consenso della CSU, che ha sì preso il maggior numero di voti (37%) ma per costituire una maggioranza dovrà allearsi con i Verdi (che hanno preso il 17,5%) o con i partiti di destra (Freie Wähler e AfD, rispettivamente 11,5 e 10,2%). Débâcle per SPD (9,5%).

Non è che i Verdi sono la nuova arma di Lorsignori per fermare l’avanzata dei movimenti sovranisti?
Me lo chiedo perché oggi la stampa internazionale e i msm stanno riservando parecchia attenzione alla leader dei Verdi bavaresi Katharina Schulze, giovane brillante ed energica che si è formata alla “scuola” di Barack Obama (è stata volontaria nel 2008 durante la sua prima campagna elettorale, e pare che abbia imparato da lui come si incantano le folle).
Al tg3 le hanno dedicato una lunga inquadratura in chiusura di servizio, come a suggerirci: “Imprimetevi bene in mente questa faccia”.
Potrebbe essere la nuova cavalla su cui Lorsignori intendono puntare per la Germania post-Merkel (e per salvare la UE … la Schulze ha già dichiarato di volerla difendere dagli Orban e dai Salvini).

Tornando in casa nostra: sul fronte RAI, pare che le nomine saranno decise nel prossimo CdA, previsto per giovedì o venerdì.

Salve
Penso sia urgente lanciare il dibattito in Italia il più presto possibile.
Sarebbe per l’Europa un segale importantissimo.
Deve essere portato in parlamento, altrimenti ai primi di Dicembre anche il governo Italiano andrà a firmarlo con il compiacimento d’Oltretevere.
Magari venendo una volta a Roma se ne potrà parlare direttamente.
Saluti, Marco

A Roma? E con chi parleresti a Roma? Conosci qualcuno a Palazzo Chigi?

Alessandra, ma è evidente che i nuovi alieni verdi sono stati sdoganati per l’uopo con un giochetto di prestigio che sembra tanto lo “strega comanda colore”! Bisognava far vedere che c’è un avvicendamento contro la Merkel, ma sempre con forze di sinistra.

Ho letto il tuo link sulla Rai: andiamo bene! Salvini non deve rassicurarci che “non farà prigionieri”, ma al contrario deve fare il muso duro e fare repulisti, altroché! Andiamo bene: tutti buoni troppo buoni!

L’ho pensato anch’io, quando ho letto che non intende cacciare i renziani.
Si continua a dar da mangiare alle serpi?
Spero solo che stia bluffando.
Un’ottima idea sarebbe invece cominciare a far conoscere gente come il professor Malvezzi anche a chi non si informa su Internet.

Sì, non si scalda la vipera infreddolita dentro la propria camicia! E’ una grossa vaccata! Poi ti morde e e ti uccide. Così recita la favola.
Frattanto in questo momento al TG si continua imperterriti a parlare di squadre di calcio che devono essere obbligatoriamente multietniche. Questi qua non c’è bisogno di perdonarli: questi vanno avanti col pilota automatico.

Su Malvezzi. Eccolo qui mentre caccia nell’angolo Martina e lo zittisce con la bugia sui tassi dei mutui che crescerebbero con questa manovra:

Quando vado a Berna mi capita parlare con l’uno o l’altro dei parlamentari con cui non è difficile fare un apputamento. Non sempre danno risposte soddisfacenti, sono indolenti se la questione non gli è presente in maniera vivace. Poi vi è il problema che sono assillati da vari portatori di interessi dell’industria e della finanza. Penso che a Roma non sia tanto diverso anche se è assai più grande.
Tu Nessie non abiti a Roma? Non ti capita di interloquire con l’uno o l’altro dei parlamentari che la pensano in maniera simile?

No, grazie a Dio. E non perché Roma non sia una bellissima città, ma come tutte le metropoli ha numerosissimi problemi. Temo che da quelle parti non sia facile interloquire coi parlamentari come a Berna. Io sono una tua vicina di casa, abito in provincia di Varese. Per noi, come saprai è più vicina Lugano di Milano.

Berna l’ho visitata questa primavera ed è una città-goiello dove tutto funziona a meraviglia.

OT: Purtroppo leggo che il reddito di cittadinanza è stato esteso a quegli stranieri che risiedono in Italia e che hanno la residenza-cittadinanza da almeno 5 anni. Prima ci volevano 10 anni. Male!

Sì male, certo! Ma a parziale discolpa di questo governo c’è la Cassazione che avrebbe bocciato di “incostituzionalità” la legge sul reddito di cittadinanza se avesse sbarrato completamente l’accesso agli stranieri già residenti. Del resto è costretto ad ammetterlo anche l’articolo de “Il Giornale” stesso che prima spara titoloni contro il governo poi scrive:

Solo qualche settimana fa la Cassazione aveva contestato l’erogazione delle pensioni di invalidità solo agli stranieri residenti in Italia da almeno 5 anni. La Suprema Corte ha di fatto rimosso i limiti. E molto probabilmente il governo ha deciso di abbassare il tetto temporale sugli stranieri per evitare possibili rilievi di incostituzionalità sulla norma per il reddito minimo

Purtroppo l’Erba Voglio non cresce nemmeno nei giardini dei re, dei papi e dei presidenti.

Piuttosto che dare un solo euro ai forestieri, sarebbe stato meglio che avessero cassato in toto il provvedimento, rimandandolo a tempi migliori. Ovviamente amplificando ben bene l’attribuzione delle responsabilità d’una decisione così draconiana.

L’ideale sarebbe stato dare corso al provvedimento nella sua versione “decennale” (o anche più, perché no?), quindi aspettare che la corte prostituzionale lo cassasse, quindi strombazzare ai quattro venti quanto costoro siano cattivi bambini. A ciascuno il suo.

E se quello a cui si è giunti “per ripiego” fosse stato invece fin dall’inizio il vero obbiettivo?

Come sai io sono sempre stata contraria al reddito di cittadinanza voluto con forza dai 5 stelle. E non perché io sia contraria agli ammortizzatori sociali e ad un avviamento al mondo del lavoro da parte dei giovani disoccupati. Ma perché ormai la nostra società è stata volutamente e surrettiziamente mescolata in modo tale da creare i casini che vediamo. Un “benefit” utile per i nostri disoccupati, diventa una zavorra se esteso a una platea che non è né diventa italiana nemmeno dopo 10 anni. Ma cosa dico? Nemmeno dopo 20. E in alcuni casi, nemmeno dopo due generazioni.

D’altro canto, è inutile nasconderci che i 5 stelle sono stati eletti proprio in forza di questa promessa, già cavallo di battaglia della loro campagna elettorale. E che c’è un contratto sociale tra loro e la Lega di Salvini.

Nessie: “D’altro canto, è inutile nasconderci che i 5 stelle sono stati eletti proprio in forza di questa promessa, già cavallo di battaglia della loro campagna elettorale.”

E’ vero. Ricordo male se ricordo che la promessa comprendeva la clausola “solo per gli Italiani”?

Certo! ma se alcune “risorse” risultano essere cittadini italiani che si fa? Io avrei tagliato la testa al toro e questa legge sul reddito di cittadinanza ( quest’ultima, una parola ambigua giacché la cittadinanza la si ottiene facilmente), non l’avrei proprio fatta.

Una volta fatta la legge, trovato l’inganno: 5, 10 anni? Bianchi? Neri? Gialli? Ah, ecco c’è il razzismo e palle varie. Niente legge, niente inganni. STOP.

Adesso anche il “reddito per i giovani”, 500 euro, o è una bufala?!
Ma i 5s cosa credono, che i soldi crescono sulle piante?
Ho paura che Salvini, con l’ossessione degli sbarchi e della fornero, si stia facendo prendere in giro dai 5.
Laura

Son d’accordo. Piuttosto che spendere male, in modo controproducente, meglio non spendere per niente. E’ un pensiero, se vuoi, un po’. “genovese”, ma ormai mi conosci.

Questa stupidaggine del “razzismo”, per una volta, vorrei che fosse 1) tolta dalla circolazione una volta per tutte, smettendola di sfracellarci i genitali oppure 2) presa in considerazione in modo simmetrico e oggettivo. Invece, come ben sai, ‘sto “razzismo” è un po’ a senso unico, con i “controllori” che a volte vedono, a volte no, e non in modo casuale. Non va bene. Chi non ha il prosciutto sugli occhi è giustamente “piuttosto” esasperato.

La sindaca Appendino tramite la Soris mi ha fatto pignorare il libretto postale dove mi viene
accreditato l’assegno di invalidità, sono due mesi che non
prendo un soldo, nemmeno quelle merde dei DS erano arrivati a
tanto, la lega che fa’? dorme?
Perché non abolite queste società
di riscossione?

Umberto (Chieri, TO)

Mi spiace molto, Umberto. E con quale pretesto si può pignorare un assegno di invalidità a un avente diritto? Voglio dire, con quale pretesto? Se sei certo di averne diritto ricorri da un giudice di pace.

Calma e gesso, Laura. Intanto non stanno dicendo nulla di definitivo, i 5 stelle. Un giorno sul pero, un giorno sul Fico. Per cominciare il “reddito di cittadinanza” andrà a regime nel primo trimestre del 2020.

Poi mi pare ovvio che chi ha preso il 35% di voti accampi più diritti di chi ha preso solo il 17%. E te lo dice una che non ha votato né voterà mai i 5 stelle.
Vogliamo ragionare o no, su questi semplici dati? O pensi che Salvini col Cavaliere avrebbe avuto più “spazio” di manovra politica?
Io non lo credo proprio, tenuto conto quel che dice Tajani e le badanti Gelmini e Bernini in queste ore.

Aldo, il governo mondiale purtroppo va avanti col pilota automatico. Quel che chiami “sfracellamento di genitali” serve a nascondere preventivamente quei fattacci di cronaca ad opera di immigrati di cui siamo quotidianamente vittime. Ma invece di intervistare il bigliettaio che ha perso un braccio col machete per colpa di una “risorsa” senza biglietto, i vecchietti torturati e derubati a casa loro, la giovane donna malmenata e stuprata da un branco di energumeni, preferiscono dare fiato e amplificare a tutto decibel notizie come questa:

Non ti dico che siano esempi edificanti, ma sono una goccetta in un mare di torti, crimini e abusi, subiti a “parti invertite”.

PS: su Salvini x Laura. Onestamente non mi pare che si limiti a occuparsi solo degli “sbarchi e della Fornero” (intesa come legge):

Se vola a Mosca e si occupa dei nostri imprenditori per cercare di sciogliere il nodo “sanzioni” contro la Russia, mi sembra che sia impegnato su vari fronti.

Certo che governare gli italiani eternamente scontenti e brontoloni è proprio inutile!

Ah, caarina, la vignetta sullo SPREAD, grazie! :-)

a tutti quelli che vogliono ” tutto e subito” con il 17% ricordo che questo governo e il primo da non so quanto tempo ( venticinquanni ? ) che non salassa il contribuente italiano.
Preferivate avere ancora un altro governo “negri&tasse” ?
ws

Si, hai ragione Nessie, ho visto che Salvini si dà da fare anche con la Russia, e la Libia e la Tunisia.
Ma questi “alleati” di governo (che tanto alleati non sono, a cominciare dal fico) mi sembra che non abbiano troppo le idee chiare, visto che hanno fatto promesse campate per aria, solo per prendere voti, cosa che, puntualmente, è successa.
So benissimo che Salvini con Berlusconi avrebbe avuto vita difficile (per usare un eufemismo), mi sarebbe piaciuto un governo Salvini/Meloni.
Vabbè, sognare ogni tanto male non fa.
Laura

Questo si chiama parlar chiaro! (Per chi facesse ancora finta di non capire):
http://www.ilgiornale.it/news/politica/salvini-contro-i-professoroni-io-sono-ignorante-voi-dove-1589483.html
Laura

ws, sai bene che sono sulla tua stessa lunghezza d’onda. Hai ragione quando parli di assedio interno del “tutto e subito”. Credo che gli italiani debbano imparare a essere disciplinati anche in questo senso: capire che la politica è l’arte dell’esame di realtà. Pertanto non c’è tempo per schizofrenie a base di “Osanna, osanna” quando si è vincitori e “Crucifige crucifige” quando si affrontano temi difficili come la Legge di Bilancio.

Laura, Salvini con una Meloni che non raggiunge il 4% non sarebbe andato da nessuna parte. Svegliamoci per favore, la politica è fatta anche di numeri. Ti ricordo inoltre che La Russa di FdI ( uomo Nato nel partito della Meloni) è colui che ha rimproverato Berlusconi perché non voleva partecipare direttamente all’impresa di Libia imposta da Napolitano. Non sono indiscrezioni ma verità:

questo, tanto per rimanere nel tema “alleati”. L'”alleato” ideale in politica non esiste e non è mai esistito.

Il Trattato di Dublino è stato voluto e firmato da Enrico Letta, anno 2020. Fine della supercazzola del PD che daventi alle telecamere lo attribuisce a Berlusconi. Ecco l’intervento di Borghi sulla Ue:

Grazie, ascoltato e preso nota. Ho verificato l’informazione data da Borghi sul Trattato di Dublino e risulta esatta:

Il regolamento di Dublino III (2020/604/CE) è stato approvato nel giugno 2020, in sostituzione del regolamento di Dublino II, e si applica a tutti gli Stati membri ad eccezione della Danimarca. È entrato in vigore il 19 luglio 2020.

Come tutti possono controllare c’era in carica il governo Letta nominato da Napolitano (28 aprile 2020- Dimissioni 14 febbraio 2020). Mai fidarsi delle dichiarazioni mendaci del PD, un partito si pasce di menzogne e brogli.

Mi correggo: un partito che si pasce di menzogne e brogli. Mancava il “che”.

Cos’è lo spread e perché è un problema se si alza troppo. Una guida

L’andamento del differenziale tra i Btp e i Bund tedeschi ha segnato le crisi politiche degli ultimi anni. Ecco com’è andato il differenziale dal 2020 a oggi

La crisi politica italiana ha riacceso i riflettori sullo spread. E l’incarico di governo a Carlo Cottarelli non placa i timori dei mercati. Una preoccupazione che ha visto lo spread raggiungere quota 320 punti. Ma cos’è di preciso? Come funziona? E a cosa serve?

In generale, il termine spread significa una differenza tra due tassi, che viene spesso misurata in punti base. Nel caso del mercato delle obbligazioni secondarie, dove viene scambiato il debito già emesso, è la differenza tra il tasso di rendimento del titolo decennale di un Paese (nel caso dell’Italia, il Btp) rispetto a quello tedesco decennale, il “Bund”.

A cosa serve?

Il confronto offre una visione dell’atteggiamento degli investitori nei confronti di un paese rispetto ad un altro, in questo caso dell’Italia rispetto alla Germania. Lo spread consente cioè di misurare la fiducia degli operatori di mercato nelle attività di un Paese e il premio di rischio concesso per i titoli meno richiesti.

Perché il Bund tedesco serve come riferimento?

Il tasso di finanziamento decennale della Germania serve da punto di riferimento perché è il “più grande mercato” nella zona euro. Ma soprattutto, è stato scelto perché la Germania viene percepita come il Paese più sicuro.

Come si muove lo spread

Lo spread si evolve in base ai movimenti di acquisto e di vendita di attività sul mercato delle obbligazioni secondarie. Quando molti investitori vendono le azioni di un Paese, il suo prezzo diminuisce, il che automaticamente aumenta il suo tasso di rendimento. Se, allo stesso tempo, vi è poco movimento, o se c’è poco da vendere (e quindi gli investitori hanno fiducia), il differenziale rimarrà stabile o diminuirà.

Cosa succede se lo spread si impenna

Se i timori sulla stabilità di un Paese aumentano, come ora nel caso dell’Italia, ciò significa che le sue obbligazioni sono vendute più sul mercato secondario rispetto a quelle del Paese di riferimento, il che abbassa il loro prezzo e aumenta il tasso di rendimento. Tuttavia, per emettere nuove obbligazioni, il Paese dovrà adeguarsi al tasso di rendimento del mercato secondario. L’aumento dello spread ha quindi “conseguenze di bilancio dal momento che le prossime emissioni obbligazionarie del Paese interessato gli costeranno automaticamente di più come tassi di interesse.

Se il tasso di rendimento si innalza

Se raggiunge livelli molto elevati, questo significa che il prezzo delle obbligazioni esistenti è stato così svalutato che nessuno le compra e il governo non può quasi più emettere obbligazioni per finanziare gli acquisti.

L’andamento dello spread dal 2020 a oggi

Il largo pubblico ignorava questa parola prima del 2020, cioè prima che la crisi finanziaria globale, con la crisi greca, colpisse l’Europa e più in particolare i paesi più indebitati, definiti ‘periferici’, come l’Italia e la Spagna. I livelli di spread si equivalevano. Poi hanno iniziato a differenziarsi e questo ‘differenziale’ ci ha fortemente penalizzato. Dal record del 9 novembre 2020 quando toccò quota 574 punti base con il rendimento del Btp decennale al 7,47%, e che portò alle dimissioni dell’allora governo Berlusconi, ad oggi. Ecco le principali tappe dell’andamento dello spread.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: