Il 2020 anno di gloria per gli USA

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

I migliori film del 2020

1. Chaos

  • Cortometraggio
  • Italia 2020
  • durata 19′

Regia di Giacomo Morlando

Con Titti Nuzzolese, Margherita Romeo, Bruno Memoli, Noemi Cognigni, Gabriele Savarese

La recensione di

2. Neon Genesis Evangelion: The End of Evangelion

  • Animazione
  • Giappone 2020
  • durata 90′

Titolo originale Shin seiki Evangelion Gekijô-ban: Air/Magokoro wo, kimi ni

Regia di Hideaki Anno, Kazuya Tsurumaki

In streaming su Netflix

La recensione di Stanley42

Prima che Anno e il nuovo studio Khara decidessero di spremere fino all’ultima goccia la popolarità dell’opera originale, tramite l’operazione commerciale della nuova versione cinematografica (pessima sotto parecchi punti di vista), il regista aveva messo la parola fine alla. segue

3. The Irishman

  • Biografico
  • USA 2020
  • durata 210′

Titolo originale The Irishman

Regia di Martin Scorsese

Con Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel, Jesse Plemons, Bobby Cannavale

In streaming su Netflix

La recensione di supadany

Festa del Cinema di Roma 2020 – Selezione ufficiale. Ogni avventura, per quanto splendente sia (stata), ha un inizio e una fine. Lancia bagliori durante la fioritura, tocca il cielo con un dito, in casi speciali, quando la maturità raggiunge la sua acme, si colloca su un piedistallo. segue

4. Vitalina Varela

  • Drammatico
  • Portogallo 2020
  • durata 120′

Titolo originale As filhas do Fogo

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Regia di Pedro Costa

Con Vitalina Varela, Ventura

La recensione di alan smithee

TFF 37 – ONDE Vitalina arriva di notte, scalza col suo piede più lungo dell’altro, frutto ingrato di una vita di sforzi e fatiche: scende i gradini della passerella aerea sempre a piedi nudi, e qualcuno la porta nella casa in cui suo marito, fuggiasco perenne ma senza segreti, ha vissuto. segue

5. L’ufficiale e la spia

  • Drammatico
  • Francia, Italia 2020
  • durata 126′

Titolo originale J’accuse

Regia di Roman Polanski

Con Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric, Grégory Gadebois

In streaming su Tim Vision

La recensione di obyone

Nella Francia repubblicana, sul finire dell’800, si consumò un caso giudiziario rimasto nella memoria collettiva e ancor oggi oggetto di dibattiti e riflessioni. L’Affaire fu un evidente esempio di malafede che costò al capitano dell’esercito francese Alfred Dreyfus. segue

6. Parasite

  • Drammatico
  • Corea del Sud 2020
  • durata 132′

Titolo originale Gisaengchung

Regia di Joon-ho Bong

Con Kang-ho Song, Sun-kyun Lee, Hyae Jin Chang, Yeo-Jeong Cho, Woo-sik Choi, So-dam Park

La recensione di steno79

Vincitore di una Palma d’oro a Cannes che ha suscitato molto scalpore a livello mediatico, “Parasite” del sudcoreano Bong Joon-ho sono riuscito a vederlo in un’anteprima romana. E’ una commedia che si trasforma in tragedia, una virulenta satira sociale che non. segue

7. C’era una volta a. Hollywood

  • Drammatico
  • USA 2020
  • durata 165′

Titolo originale Once Upon a Time in. Hollywood

Regia di Quentin Tarantino

Con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Al Pacino, Kurt Russell, Dakota Fanning

In streaming su Tim Vision

La recensione di EightAndHalf

Quentin Tarantino ci ha da sempre abituati ai suoi capricci. Dapprima i capricci narrativi di Pulp Fiction, con regole dell’intrattenimento che venivano riscritte ad ogni sequenza; dopo, i capricci storici, che rivedevano accadimenti reali in una chiave inedita a partire da Inglorious. segue

8. Monos – Un gioco da ragazzi

  • Drammatico
  • Colombia 2020
  • durata 102′

Titolo originale Monos

Regia di Alejandro Landes

Con Julianne Nicholson, Sofia Buenaventura, Moises Arias, Julian Giraldo

La recensione di

9. Richard Jewell

  • Drammatico
  • USA 2020
  • durata 129′

Titolo originale Richard Jewell

Regia di Clint Eastwood

Con Paul Walter Hauser, Sam Rockwell, Kathy Bates, Jon Hamm, Olivia Wilde, Nina Arianda

In streaming su Chili

La recensione di GIMON 82

Vedere un film di Eastwood è immergersi nei luoghi sicuri della propria cinefilia, è come avere di fronte quel vecchio e burbero zio che ha sempre un aneddoto da raccontare.Con modi spicci e scevri d’inutili moralismi egli ci riporta ai vecchi miti del cinema, questa volta. segue

10. Il traditore

  • Drammatico
  • Italia 2020
  • durata 135′

Regia di Marco Bellocchio

Con Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Cândido, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane

In streaming su Infinity

La recensione di steno79

“Il traditore” segna un ritorno ad un’ottima forma registica da parte di Marco Bellocchio, un film di robuste qualità spettacolari che guarda indubbiamente al “mobster movie” all’americana, ma sempre filtrato dallo sguardo rigoroso e preciso dell’ormai anziano cineasta di Bobbio. Un film. segue

11. Caterina

  • Documentario
  • Italia 2020
  • durata 72′

Regia di Francesco Corsi

Con Caterina Bueno

La recensione di

12. Joker

  • Drammatico
  • USA 2020
  • durata 122′

Titolo originale Joker

Regia di Todd Phillips

Con Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Frances Conroy, Zazie Beetz, Bill Camp, Brett Cullen

In streaming su Infinity

La recensione di EightAndHalf

Già sovrastano i titoli delle recensioni più entusiastiche: il primo cinecomic drammatico. Premettendo che probabilmente non è vero, e che già tanti altri cinecomic belli o brutti hanno preso pieghe drammatiche decisamente più interessanti e innovative. segue

13. La vita nascosta – Hidden Life

  • Drammatico
  • USA, Italia, Germania, Austria 2020
  • durata 173′

Titolo originale A Hidden Life

Regia di Terrence Malick

Con August Diehl, Valerie Pachner, Michael Nyqvist, Jurgen Prochnow, Martin Wuttke

La recensione di steno79

Il nuovo film di Terrence Malick, suo nono lungometraggio narrativo, sarebbe dovuto uscire nelle nostre sale il 9 Aprile, ma vista la situazione di emergenza in cui ci troviamo l’uscita è probabilmente destinata a slittare, così ho deciso di ricorrere alle vie “alternative”. segue

14. Dolor y gloria

  • Commedia
  • Spagna 2020
  • durata 108′

Titolo originale Dolor y gloria

Regia di Pedro Almodóvar

Con Antonio Banderas, Penélope Cruz, Asier Etxeandia, Leonardo Sbaraglia, Julieta Serrano

In streaming su Tim Vision

La recensione di steno79

“Il cinema della mia infanzia odora di pipì, di gelsomino, e della brezza d’estate”. Don Pedro torna alla grande con questo “Dolor y gloria”, opera autobiografica sincera fino allo spasimo, divisa tra i dolori della vecchiaia (soprattutto fisici, ma anche morali) e il costante anelito. segue

15. A Sun

  • Drammatico
  • Taiwan 2020
  • durata 155′

Titolo originale Yang Guang Pu Zhao

Regia di Mong-Hong Chung

Con Chien-Ho Wu, Yi-wen Chen, Samantha Ko, Liu Kuan-Ting, Guang-Han Xu

In streaming su Netflix

La recensione di michemar

“Prima di tutto complimenti a chi è passato: con questa nuova patente comincerà una nuova vita per voi. Potrete chiedere ai genitori i soldi per comprare un’auto e chi finora ha guidato senza patente potrà finalmente avere i soldi per comprare un’auto. Chi. segue

16. Buttiamo giù l’uomo

  • Drammatico
  • USA 2020
  • durata 90′

Titolo originale Blow the Man Down

Regia di Bridget Savage Cole, Danielle Krudy

Con Morgan Saylor, Sophie Lowe, Margo Martindale, June Squibb, Annette O’Toole

In streaming su Amazon Prime Video

La recensione di mck

Quel che di ‘sti tempi, ovvero dopo l’avvento della Peak Tv, vale a dire la Terza Golden Age della serialità televisiva (e multimediale), poteva essere una (mini)serie tv espressa lungo un periodo contenuto in due estremi che vanno dalle 4 puntate alla decina. segue

17. Storia di un matrimonio

  • Drammatico
  • USA 2020
  • durata 136′

Titolo originale Marriage Story

Regia di Noah Baumbach

Con Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern, Merritt Wever, Ray Liotta, Julie Hagerty

In streaming su Netflix

La recensione di mck

L’auto-ritratto moral-contestualizzante di questo magnifico film – ad oggi il migliore nella carriera dell’autore – profondamente e scopertamente borghese, e quindi più che parzialmente universale (in cui sceneggiatura e recitazione, coadiuvate dall’apparato. segue

18. Alla mia piccola Sama

  • Documentario
  • Gran Bretagna 2020
  • durata 95′

Titolo originale For Sama

Regia di Waad Al-Khateab, Edward Watts

La recensione di gaiart

Sama in arabo vuol dire cielo. Un cielo senza bombe a grappolo, azzurro, senza missili e granate, senza cecchini impazziti nei tetti di Aleppo e senza avvelenamenti nella sua aria di cloro gassoso o gas nervini tossici. Questo il sogno primario di Waad al-Kateab, giornalista siriana. segue

19. Sorry We Missed You

  • Drammatico
  • Gran Bretagna, Francia, Belgio 2020
  • durata 100′

Titolo originale Sorry We Missed You

Regia di Ken Loach

Con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone, Katie Proctor, Ross Brewster, Alfie Dobson

Il 2020 sarà un anno fondamentale per i rapporti tra Italia e Cina

Si celebreranno i cinquant’anni dall’inizio delle relazioni diplomatiche con Pechino. E in Cina andrà in visita il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Inoltre, ha spiegato Di Maio, è previsto lo sblocco di alcuni accordi per centinaia di milioni di euro

L’Italia punta a raccogliere i frutti del memorandum d’intesa firmato con la Cina sulla Nuova Via della Seta entro il 2020, anno cruciale nei rapporti con Pechino. È il messaggio del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che a Shanghai ha partecipato alla seconda della China International Import Expo, che si apre domani con un discorso del presidente cinese, Xi Jinping. Il prossimo anno si celebreranno i cinquant’anni dall’inizio delle relazioni diplomatiche. Verrà in visita il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ed è previsto lo sblocco di alcuni accordi per centinaia di milioni di euro, ha spiegato sempre Di Maio.

A marzo l’Italia è diventata il primo Paese del G7 e il primo Paese fondatore dell’Unione europea a firmare il memorandum d’intesa con la Cina e “tanti Paesi europei che ci avevano criticato si sono affrettati a venire qui, a provare a chiudere nuovi accordi”, ha rivendicato il titolare della Farnesina durante una visita agli stabilimenti di Shanghai del gruppo di robotica e automazione industriale Comau.

“Abbiamo chiuso accordi che erano fermi da tempo, penso all’agro-alimentare, e abbiamo messo mano a nuovi accordi che saranno chiusi tra la fine del 2020 e l’inizio del 2020 per esportare nuovi prodotti. Quello delle carni bovine vale circa 300 milioni di euro; quello del riso diverse decine di milioni di euro per i nostri produttori”.

I temi del commercio bilaterale sono centrali nella visita di Di Maio a Shanghai, che oggi ha incontrato il suo omologo cinese, il ministro degli Esteri e consigliere di Stato Wang Yi, con cui ha discusso anche di riforma del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e delle situazioni in Libia e Siria, oltre che delle possibili sinergie tra Italia e Cina nelle aree del Mediterraneo e dell’Africa. Con Wang c’è stato spazio anche per un passaggio sull’Unione europea, che la Cina vuole più forte, ha detto il capo della diplomazia cinese, a poche ore di distanza dalle parole del presidente Usa, Donald Trump, secondo cui l’Italia starebbe meglio senza l’Ue.

L’accelerazione da imprimere ai rapporti bilaterali dopo l’adesione italiana alla Via della Seta sarà affrontata anche domani durante l’incontro con il ministro del Commercio di Pechino, Zhong Shan, ha detto Di Maio, ricordando che “ci sono importanti aziende che vogliono investire qui e che hanno ancora delle difficoltà con le certificazioni, con le barriere non tariffarie”.

Il prossimo sarà l’anno del turismo e della cultura tra Italia e Cina. Con Pechino c’è un’intesa sulla necessità di rinegoziare l’accordo aeronautico sulle rotte turistiche tra i due Paesi, per aumentare i flussi turistici e promuovere il Made in Italy. “Ci lavoreremo per tutto il 2020”, ha assicurato Di Maio. Sullo sfondo, preoccupa la disputa tariffaria tra il paese asiatico e la Casa Bianca, nonostante spiragli di intesa.

Il leader del Movimento 5 Stelle ha auspicato un accordo “il prima possibile”, perché “le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina non aiutano il mercato internazionale e non aiutano le nostre imprese”. Dopo la visita a Comau, il ministro è stato ospite della cena di gala offerta dal presidente cinese, Xi Jinping, per gli ospiti giunti a Shanghai per l’evento, tra cui anche il presidente francese, Emmanuel Macron. Dopo il suo discorso, Xi Jinping compierà un tour degli ospiti di primo piano ai padiglioni della China International Import Expo, tra cui anche l’Italia, uno dei quindici Paesi ospiti d’onore dell’edizione di quest’anno, che raggruppa circa 160 aziende.

Coronavirus, negli Usa aumento record di disoccupati: 3,3 milioni. Washington vara il più grande intervento economico della storia: soldi in tasca ai cittadini e aiuto alle imprese. Per gli ospedali 100 miliardi

Negli States la pandemia moltiplica le richieste di accesso al sussidio di disoccupazione: un numero che è di oltre quattro volte superiore al record dell’ottobre del 1982, quando a richiedere i sussidi furono 695.000 cittadini. Il governo destina 300 i miliardi direttamente agli americani, che si traducono in 1.200 dollari a persona per coloro guadagnano meno di 75.000 dollari all’anno, e 500 dollari per ogni figlio. Gli aiuti saranno decrescenti per i lavoratori che guadagnano fino a 99.000 dollari, mentre non ci saranno fondi per i lavoratori che guadagnano di più. Il governo federale ha offerto sostegno diretto anche a imprese e autorità locali

Speciale Coronavirus – iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

È il piano di intervento economico più imponente mai varato nella storia degli Stati Uniti, e vale 2.200 miliardi di dollari. Più del doppio di quanto stanziato da Barack Obama per contrastare la crisi finanziaria del 2008. E insieme alla leva finanziaria della Federal Reserve, potrebbe raggiungere una capacità di 6.200 miliardi di dollari. “È la nostra moneta, possiamo gestirlo. Faremo tutto quello di cui c’è bisogno”. Donald Trump non bada a spese per sostenere, sul versante sanitario, sociale ed economico, il Paese a stelle e strisce. “Prima la vita e la sicurezza, poi l’economia”, ha detto in conferenza stampa, presentando il pacchetto di aiuti alla nazione che ha appena superato quota 100.000 casi registrati di Covid-19.

Le misure dirette – Saranno 300 i miliardi destinati direttamente ai cittadini americani, che si traducono in 1.200 dollari a persona per coloro guadagnano meno di 75.000 dollari all’anno, e 500 dollari per ogni figlio. Gli aiuti saranno decrescenti per i lavoratori che guadagnano fino a 99.000 dollari, mentre non ci saranno fondi per i lavoratori che guadagnano di più. Previsti 377 miliardi in linee di credito per le piccole imprese, con l’obiettivo di non perdere i posti di lavoro, 500 miliardi per le grandi imprese più colpite, come le aerolinee, con restrizioni sul riacquisto delle azioni e sulle retribuzioni dei dirigenti, e 250 miliardi di benefit addizionali per la disoccupazione: i lavoratori che hanno perso o perderanno il lavoro riceveranno il 100% del loro salario per 4 mesi, e aiuti saranno destinati anche agli autonomi e ai lavoratori della gig economy.

Leggi Anche

Usa: 124mila casi. Il consulente della Casa Bianca: “Temiamo milioni di contagi e fino a 200mila morti”. Trump convoca la stampa. Spagna, 6500 vittime. Uk, Johnson: “Le cose andranno peggio”

Record delle domande di disoccupazione – Lo scorso giovedì il Dipartimento del Lavoro ha rilevato che 3,3 milioni di persone, nella settimana che si è conclusa il 21 marzo, avevano richiesto il sussidio di disoccupazione, una cifra di gran lunga superiore ai 665.000 che lo avevano richiesto a marzo 2009, durante l’ultima crisi finanziaria, e che è di oltre quattro volte superiore al record dell’ottobre del 1982, quando a richiedere i sussidi furono 695.000 cittadini americani. Le industrie più colpite fino a questo momento appartengono ai settori dell’alimentare, alloggi, trasporti e intrattenimento. Steven Mnuchin, segretario al Tesoro, ha dichiarato che la disoccupazione potrebbe raggiungere il 20%, un livello dimenticato dalla Seconda guerra mondiale. A febbraio la disoccupazione era del 3,6% e nel mese corrente potrebbe essere già arrivata al 5,5 per cento.

100 miliardi per gli ospedali – Alle misure di supporto dell’economia si aggiungono interventi diretti per la gestione della crisi. Per il potenziamento degli ospedali e la costruzione di ospedali temporanei sono stati stanziati 100 miliardi di dollari. “Voglio ringraziare il Corpo ingegneri dell’esercito e l’Ente federale per la gestione delle emergenze: hanno costruito quattro ospedali in due o tre giorni a New York”, l’area attualmente più colpita, ha detto Trump. Altri 45 miliardi sono diretti al Disaster Relief Fund per supportare le autorità locali, mentre 27 miliardi saranno utilizzati per lo sviluppo di terapie, vaccini e tutto ciò che sarà necessario per rispondere all’emergenza sanitaria. In particolare, 16 miliardi sono riservati al potenziamento della Strategic National Stockpile, il deposito nazionale di vaccini, antibiotici, altri farmaci e dispositivi medici da utilizzare in caso di disastri naturali, pandemie o attacchi di bioterrorismo.

La battaglia contro General Motors – Pur non addebitando direttamente responsabilità all’amministrazione Obama, il presidente Usa ha puntato il dito contro i sistemi scadenti di test e gli scarsi rifornimenti che si è trovato in casa per fronteggiare l’emergenza. “Faremo 100mila test al giorno”, ha assicurato Trump, che ha inoltre ingaggiato il settore privato per la realizzazione massiva di ventilatori. E diverse sono state le risposte avute dalle industrie. Più volte l’inquilino della Casa Bianca ha tuonato contro General Motors, che aveva promesso 40mila ventilatori in tempi rapidi, per poi offrirne solo 6mila a costi maggiorati in aprile inoltrato. “Ho firmato un memorandum presidenziale che dà istruzione al segretario alla Salute di utilizzare qualsiasi autorità disponibile ai sensi del Defense Production Act per richiedere alla General Motors di accettare, eseguire e dare priorità ai contratti federali per i ventilatori”, ha dichiarato Trump. “La nostra lotta contro il virus è troppo urgente per consentire al processo di contrattazione di continuare a seguire il suo corso normale. GM stava perdendo tempo”. Ha invece ringraziato altri attori come Phillips, Ford, General Electric che si sono resi volontariamente disponibili per affrontare l’emergenza. Mentre Boeing, che ha già donato maschere, guanti ed equipaggiamenti medici agli ospedali, metterà a disposizione tre aerei cargo per distribuire attrezzature nelle aree più critiche del Paese. “Nei prossimi 100 giorni avremo 100mila ventilatori in più, oltre tre volte le unità che si producono regolarmente negli Stati Uniti”. I ventilatori addizionali, in eccesso per le esigenze di Washington, saranno dirottati verso Gran Bretagna, Italia, Germania e i Paesi che ne dovessero avere più bisogno. Infine parole di cortesia verso il presidente cinese Xi, con il quale Trump ha dichiarato di aver avuto una lunga telefonata di confronto sulle strategie sanitarie e di contrasto al virus. Sul piano dei dazi, però, al momento resta tutto invariato.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: