Esempi di strategia del News Trading

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Le migliori tecniche di trading per entrare a mercato (che puoi usare subito)

Oggi voglio spiegarti delle tecniche di trading per entrare in posizione quando hai deciso la direzione da sfruttare nel grafico del prezzo.

Esistono tante strategie di trading che possono farti guadagnare qualche soldo sui mercati, ma ricorda che non è tanto la strategia adottata quanto la mentalità e l’applicazione della tecnica di trading anche nei periodi di perdita.

Oggi vediamo 4 semplici tecniche di trading che puoi applicare da subito alle tue operazioni di Borsa, le trovi sui migliori libri di trading ma io te le spiego in modo più semplice ��

Le tecniche di trading per entrare a mercato

Prima di tutto chiariamo come si dividono queste tecniche di trading che andremo ad affrontare.

Le due grosse distinzioni riguardo le strategia di entrata ed uscita dal mercato sono basate su due caratteristiche:

  1. Tecniche di trading basate sulla forzadel prezzo
  2. Tecniche di trading basate sulladebolezzadel prezzo

Ti consiglio di usare queste strategie di trading operative avendo sempre chiaro il quadro complessivo dell’andamento grafico in quel momento.

Oggi ci concentriamo su come entrare ed uscire dal mercato con delle metodologie di trading facili da applicare.

UNA DELLE STRATEGIE DI TRADING CLASSICHE (e utili): la rottura dei livelli statici sul grafico

La tecnica di trading che sto per spiegarti è la classica rottura delle aree di prezzo che sul grafico fungevano da supporto o resistenza.

Questa strategia di trading è una delle più utilizzate e fa parte delle strategie basate sulla forza del prezzo.

È molto semplice da applicare, vediamo subito qualche esempio su un grafico di analisi tecnica.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Ho disegnato una linea blu che corrisponde ad una resistenza statica, a quel livello il prezzo era già stato respinto verso il basso ben due volte.

Un’eventuale rottura di questo livello ci dava la possibilità di un’entrata a rialzo, analizziamo bene il prezzo per capire questo metodo di trading.

Quando il prezzo si è portato a ridosso della resistenza per la terza volta la candela ha rotto il livello verso l’alto (ti ho indicato la candela con la freccia nera).

Questa tecnica di trading è molto semplice:

Si entra alla rottura del livello e si piazza lo stop loss sotto la resistenza oppure dietro la candela di rottura.

Ovviamente nel caso di rottura a ribasso parleremo di supporto e le parti sarebbero invertite.

Procediamo con la spiegazione del metodo e affrontiamo i due grossi dubbi che si presentano in questa strategia di trading:

  1. Quando devo effettivamente entrare a mercato?
  2. La rottura del livello è affidabile?

1. QUANDO ENTRARE EFFETTIVAMENTE A MERCATO CON QUESTA STRATEGIA DI TRADING?

Per quanto riguarda l’entrata effettiva possiamo utilizzare due metodi: rottura a percentuale o conferma in chiusura di periodo.

La rottura a percentuale si riferisce all’altezza media delle ultime N candele giapponesi.

Se sappiamo che il range medio delle ultime 20 candele è 6 centesimi, decidiamo di entrare a mercato quando il prezzo va oltre 1/3 di 6 centesimi (quindi 2 centesimi), il livello di resistenza.

Per calcolare il range delle ultime N candele possiamo usare l’indicatore Average True Range e impostarlo sulle ultime 20 candele, te lo mostro nel grafico qui sotto.

L’indicatore ATR, impostato su 20 periodi, segnava il valore di 0,07 centesimi nella candela prima della rottura. La freccia nera indica dove leggere il valore sull’atr e la linea verticale dove si trovava la linea prima della rottura.

Calcoliamo 1/3 di 7 centesimi= 0,023 centesimi

Per entrare a rialzo avremmo dovuto aspettare che la candela di rottura si portasse oltre la resistenza ( in area 1,48€ ), di 0,023 centesimi.

Con questa tecnica di trading saremmo entrati LONG appena la candela toccava il valore di 1.503€ (1.48+0.023). Centesimo più, centesimo meno. È solo un esempio.

Il prezzo ci avrebbe dato ragione e avremmo fatto una bella entrata long.

Per quanto riguarda invece l’altra conferma per entrare a mercato bisogna aspettare la chiusura di periodo della candela di rottura.

Questo metodo è più prudente ma si rischia, come in questo caso, di entrare a prezzi di acquisto maggiori.

Personalmente dipende dalla propria tolleranza al rischio e dove andiamo a ricercare il target per chiudere l’operazione di trading in guadagno.

In questo caso saremmo entrati a mercato nei pressi di area 1,552 che corrisponde al prezzo di chiusura, limitando così i nostri potenziali guadagni ma avendo abbassato il rischio di un falso segnale.

Lo stop loss come detto in precedenza sarebbe dovuto andare dietro la candela di rottura oppure appena sotto l’area di resistenza rotta a rialzo, dopo l’entrata potevamo seguire il prezzo con uno stop loss dinamico vicino l’evolversi delle contrattazioni.

2. LA ROTTURA DEL LIVELLO È AFFIDABILE?

L’altro dubbio inerente le strategie di trading, ed in particolare per quelle strategie di trading a breve termine, è se la rottura del livello utilizzato come riferimento per l’entrata sia affidabile o meno.

In questo caso ci vengono in aiuto i volumi delle contrattazioni, anche se comunque la sicurezza non l’avremo mai.

I break out di prezzo devono essere accompagnati dall’aumento dei volumi sulla candela di rottura, devono essere almeno il doppio della media delle ultime 20-25 candele.

Sotto puoi vedere lo stesso grafico con l’aggiunta dell’indicatore dei volumi e la sua media mobile a 25 periodi.

I volumi sulla candela di rottura (freccia rossa), erano aumentati più del doppio della media delle ultime 25 candele (freccia blu sui volumi). Questo era un segnale che faceva ben sperare nel proseguimento delle quotazioni verso l’alto.

Inoltre le candele, dopo aver rotto a rialzo l’area di resistenza, hanno fatto una piccola correzione toccando la vecchia resistenza diventata un supporto. Questo pull back rialzista poteva permetterci un’entrata con un fattore di rischio/rendimento ancora più vantaggioso.

Una strategia di trading semplice ma che rientra fra le tecniche di trading più efficaci.

UNA DELLE STRATEGIE DI TRADING PER ENTRARE A MERCATO CON L’ESPLOSIONE DELLA VOLATILITÀ

Le tecniche di trading basate sull’esplosione della volatilità del prezzo sono molte, anzi, le strategie di trading online che si basano sulla forza del prezzo derivano quasi tutte dal calcolo della volatilità.

Il calcolo della volatilità del prezzo è fondamentale per capire la velocità con cui avvengono gli spostamenti delle quotazioni sul grafico.

La volatilità si calcola in modo semplice: dovrai controllare la variazione del prezzo in quanto periodo avviene. Non stare a preoccuparti della formula tanto quando ci prenderai l’abitudine te ne accorgerai con un colpo d’occhio.

Facciamoci aiutare di nuovo dall’indicatore Average True Range.

Coma abbiamo già visto l’indicatore ATR calcola la variazione media delle ultime N candele, ovvero la volatilità del prezzo.

COME SAPERE QUANDO ESPLODE LA VOLATILITÀ SULLE CANDELE?

Per sapere quando la volatilità del prezzo esplode, dandoci un segnale di entrata a mercato, dobbiamo controllare il valore dell’ATR in un determinato momento e paragonarlo alla candela di “entrata”.

Se la candela mette a segno un performance doppia, o anche tripla, rispetto al valore segnato dall’indicatore, allora la volatilità è esplosa.

Ti mostro un esempio qui sotto con l’indicatore ATR calcolato su 14 periodi, il valore standard.

La candela che consideriamo di entrata (freccia nera), è quella che ha rotto la resistenza data dalla trend line di breve ribassista. Ha rotto anche un livello di resistenza statico dato dai due massimi precedenti, meglio ancora.

Il valore dell’indicatore ATR nel momento della rottura era 0,156.

Se il prezzo si fosse mosso di almeno 30 centesimi (il doppio circa di 0,156), sarebbe stato un chiaro segnale di esplosione della volatilità.

Questi sono i valori della candela che stiamo considerando:

L’apertura dei prezzi è avvenuta al livello di 2,104 la chiusura al livello di 2,482.

La differenza tra apertura e chiusura è di 0,378 centesimi, il valore dell’atr era 0,156. La candela ha messo a segno un rialzo maggiore del doppio della volatilità media delle ultime 14 candele (0.156).

Questa è un’esplosione di volatilità da manuale!

Ti mostro un altro esempio.

In questo caso l’esplosione di volatilità non ha rotto un livello di resistenza ma ha confermato la spinta rialzista del titolo.

In questo frangente la nostra tecnica di trading ci avrebbe aiutato a confermare la visione rialzista del prezzo.

Il valore dell’atr era di 0.074, la candela ha aperto a 3.53€ e ha chiuso a 3.66. 13 centesimi di variazione confronto alla media di poco superiore alla metà.

Queste due tecniche di trading possono anche essere usate insieme, una zona di supporto, o resistenza, che viene rotta con un’esplosione di volatilità, ci da un segnale ancora più potente.

LA TECNICA DI TRADING PER ENTRARE A MERCATO SULLA DEBOLEZZA DEL TREND

Le tecniche di trading viste in precedenza fondavano la loro operatività sulla forza dei prezzi. La strategia di trading che voglio spiegarti adesso si basa invece sulla debolezza del prezzo.

La tecnica è molto semplice e abbiamo bisogno di un Oscillatore, prendiamo lo Stocastico, i passi della strategia sono questi:

  1. Devo identificare un trend
  2. Devo aspettare una debolezza della spinta principale
  3. Il segnale di entrata lo cerco quando l’oscillatore mette a segno una divergenza

Vediamo un grafico di analisi tecnica e scopriamo come muoverci.

Il trend maggiore è ribassista e noi dobbiamo analizzare i periodi di debolezza della spinta a ribasso.

Tracciamo una trend line discendente per rendere migliore l’analisi grafica e avvicinarci al prezzo.

Analizzando il trend a ribasso possiamo tracciare una trendline partendo dal secondo minimo del trend.

Quando il trend maggiore ribassista esprimeva debolezza abbiamo assistito ad un rialzo dei corsi che ci ha spinto a contatto con la trend line disegnata.

Qui entra in gioco la lettura dell’Oscillatore Stocastico, se vuoi approfondire il suo utilizzo ti rimando a questo articolo: Oscillatore Stocastico , altrimenti continuiamo l’analisi del grafico.

L’oscillatore ha messo a segno una divergenza ribassista (l’ho indicata con una linea rossa), in questa situazione dovevamo tenerci pronti per un eventuale entrata a ribasso.

Il segnale di entrata veniva dato dallo Stocastico in due modi. Avvicino il grafico così ti spiego meglio questa tecnica di trading.

Potevamo avere due segnali di entrata differenti:

  • Il primo segnale era dato dal taglio della linea veloce dell’Oscillatore Stocastico (freccia blu).
  • Il secondo segnale, anche quello più prudente, l’uscita dell’Oscillatore dalla zona di ipercomprato (freccia nera).

Per quanto riguarda l’entrata a rialzo basta trovare grafici con trend invertiti e la strategia di trading è servita.

UNA TECNICA DI TRADING CON L’UTILIZZO DELL’INDICATORE MACD

Le tecniche di trading basate sull’indicatore MACD sono molto interessanti, oggi vedremo una strategia di trading che serve ad eliminare i falsi segnali generati da questo indicatore.

L’indicatore MACD è un indicatore che mostra due linee e un istogramma.

Valgono gli stessi principi di analisi tecnica applicati agli altri indicatori: dovrai controllare le divergenze, i tagli della linea dello zero ed eventuali incroci tra le due linee.

Oggi però voglio spiegarti una tecnica di trading che permette di filtrare i falsi segnali generati dal MACD nei periodi di scarsa direzionalità del prezzo.

La tecnica si compone di 2 passaggi:


INGRESSO LONG

  1. La linea di macd incrocia a rialzo la media lenta (signal line)
  2. Entro un certo numero di candele (5 o 6), il prezzo deve rompere un massimo fatto negli ultimi 10 giorni precedenti al taglio rialzista


INGRESSO SHORT

  1. La linea di macd incrocia a ribasso la media lenta
  2. Entro 5-6 candele, il prezzo deve rompere un minimo fatto dal prezzo negli ultimi 10 giorni precedenti al taglio ribassista

La linea tratteggiata verticale indica la candela in cui si è verificato il taglio a rialzo sul macd.

La linea orizzontale blu sul prezzo è il livello del massimo registrato dal prezzo nei dieci giorni prima del taglio, la freccia nera indica la candela di massimo che in questo caso era appena precedente a quella del taglio.

Alla terza candela il prezzo rompe il livello del massimo, per la rottura definitiva dobbiamo aspettare qualche candela dopo, precisamente la sesta candela dopo quella del taglio rialzista sul macd.

Questo metodo di trading consente di filtrare alcuni falsi segnali che si verificano utilizzando l’indicatore Macd nella propria strategie di trading.

Sotto ti mostro un falso segnale filtrato con questa tecnica di trading, è avvenuto sullo stesso grafico poco più avanti.

Nei due riquadri tratteggiati di blu, questa metodologia di analisi, ci avrebbe consentito di filtrare il falso segnale ribassista arrivato dall’incrocio delle due linee sul macd.

Sotto ti mostro la strategia in caso di un’entrata short.

In questo caso la rottura a ribasso del minimo è avvenuta alla settima candela dopo quella del taglio, l’importante è cercare di non sforare troppo da questi parametri.

Il segnale generato da questa tecnica di trading si è comunque verificato profittevole.

Lo stop loss l’avremmo piazzato sopra il massimo fatto dal prezzo prima della rottura a ribasso oppure appena sopra il supporto rotto.

Quali strategie di trading ti consiglio di usare?

Le strategie di trading sono da utilizzare solo dopo un attento periodo di prova e analisi. Che il tuo trading online sia su Forex o sulle azioni normali cambia poco. Fai pratica sui mercati finanziari con conti demo e solo dopo passa in reale.

Per quanto le tecniche di trading spiegate in questo post siano facili da applicare non dovrai cedere alla tentazione di entrare ed uscire dal mercato in continuazione.

Esistono strategie di trading intraday molto più aggressive di quelle che abbiamo imparato oggi, sta a te trovare quella che più si sposa con la tua operatività sui mercati.

Per fare trading online devi avere una strategia e devi essere in grado di seguirla con costanza, metodo ed applicazione anche nei periodi che non sta portando buoni risultati.

Oggi ti ho spiegato qualche strategia di trading multiday con candele giapponesi, che possono essere usate come strategie a lungo termine ma anche per un’operatività più breve.

Quale strategia adotti sui mercati? Parliamone nei commenti ��

Esempi di strategia del News Trading

Il news trading si configura come un ottimo metodo per avere successo nell’universo delle opzioni binarie perché anche le piccole variazioni di costo possono avere un grande destino in questo campo. Tuttavia è sempre importante fare controlli incrociati con altri tipi di indicatori, come l’analisi tecnica, per massimizzare al meglio le vostre possibilità di successo nel trading.

Comprendere la strategia del News Trading è semplice. Basta fare un esempio. Mettiamo che un rapporto di una grossa azienda quotata sul mercato metta in luce un punto debole della stessa. Se i nostri investimenti sull’azienda riguardano il mercato dei titoli, ci troveremmo costretti a svendere le nostre azioni, operazione che può essere molto dispendiosa. Per ottenere un profitto decente, dovremmo scambiare decine di migliaia di euro (o più) in azioni, e dovremmo avere una riserva sufficiente, nel nostro conto margine, al fine di impediere che accada un margin call. Invece, con le opzioni binarie, è possibile scambiare somme di piccola entità. Anche 100 euro potrebbero garantire un ottimo ritorno.

Immaginaniamo, tuttavia, che invece abbiamo avuto una reazione esagerata e che in realtà il rapporto sulla Apple non ha avuto un grande impatto. Per esempio, abbiamo svenduto le azioni dell’azienda ma queste avrebbero perso poi solo 0.5 euro per azione a causa del rapporto negativo. La nostra svendita non sarebbe stata ‘positiva’. La somma che ne abbiamo guadagnato, sempre che fosse sufficiente anche solo a coprire tariffe e commissioni, sarà stata al massimo di pochi euro. Per tale ragione la somma rischiata, in confronto alla somma guadagnata, non sembra affatto positiva. Ecco, dunque, scendere in soccorso le opzioni binarie e il news trading, che consente di correre rischi molto minori a fronte di possibilità di guadagno ben maggiori.

Come fare trading sul forex

Con la sua ampia selezione di coppie valutarie, dai cross major alle valute esotiche ed emergenti disponibili 24H, il forex è uno dei mercati più popolari tra i trader. Scopri come fare trading e come aprire la tua prima posizione sul forex con i turbo24, le barrier, le vanilla options e i CFD di IG.

Per informazioni o assistenza nell’apertura di un conto, chiamaci al numero verde 800 897 582 dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 CEST oppure scrivici all’indirizzo email [email protected]

Contattaci: 800 897 582

Guida al trading sul forex

Imparare a fare trading sui mercati può inizialmente sembrare complicato. Segui questi cinque passaggi e sarai pronto per fare trading sul forex:

Scegli una delle 4 modalità di trading sul forex

La maggior parte degli scambi sul forex avviene fra le banche internazionali e gli istituti finanziari, che comprano e vendono massicce quantità di valute ogni giorno. Per gli investitori, che non hanno la possibilità di scambiare miliardi di dollari nei mercati, esistono quattro possibilità per operare sullo strumento: il trading con i certificati turbo, con le barrier & vanilla options, con i CFD, oppure il trading tramite broker sul forex.

Come funziona il trading sul forex con i turbo24?

I turbo24, noti anche come turbo warrants o turbo certificates, sono titoli fisici trasferibili il cui prezzo segue il valore dell’asset sottostante. Con i turbo24 puoi andare long o short sul forex e altri mercati con rischio limitato e leva flessibile.

Ciascun ordine ha un livello di knock-out prestabilito (prezzo strike). Il raggiungimento del livello di knock-out comporta la chiusura immediata della posizione. La scelta del livello di knock-out determina il prezzo di apertura e il rapporto con leva del tuo ordine sul certificato turbo.

Con IG, puoi fare trading sui nuovi turbo24: i primi certificati turbo al mondo disponibili H24, dal lunedì al venerdì, a zero commissioni.

Come funziona il trading sul forex con le barrier e le vanilla options?

Questi due strumenti ti permettono di operare sulla variazione di prezzo di una valuta forex senza dover necessariamente possedere fisicamente la valuta stessa.

Il prezzo delle barrier si muove con rapporto 1 a 1 rispetto al mercato sottostante. Vengono chiuse automaticamente quando il prezzo raggiunge il livello di knock- out prestabilito.

Le vanilla options ti danno il diritto di comprare o di vendere un asset a un prezzo prestabilito entro una determinata scadenza. Poichè i tuoi profitti derivano dalla differenza di prezzo dal momento dell’apertura della posizione sino alla sua chiusura, non è necessario far fronte alla presa in consegna fisica dell’asset alla data di scadenza.

Come funziona il trading sul forex con i CFD?

Un CFD sul forex è un contratto per differenza che permette di scambiare la differenza di prezzo di una coppia valutaria tra il momento dell’apertura e quello di chiusura della posizione. Aprendo una posizione long, se il prezzo della coppia valutaria aumenta si otterrà un profitto, se al contrario il prezzo scende, si avrà una perdita. Aprendo una posizione short invece si verificherà il contrario.

I CFD sono soggetti alla tassa sulle plusvalenze, tuttavia è possibile compensare le perdite con i profitti realizzati per i fini fiscali.

Come funziona il trading sul forex tramite broker?

Il trading sul forex via broker, o tramite banca, ha caratteristiche molto simili al trading con i CFD. Puoi investire sulle fluttuazioni di prezzo delle coppie valutarie, senza possedere l’asset reale. Se pensi che il prezzo di una coppia valutaria scenderà, aprirai una posizione short.

Quando fai trading sul forex tramite un broker, però, non avrai accesso ad altri mercati e dovrai pagare una tassa su ogni profitto realizzato.*

Come funziona il mercato forex

Il forex è un mercato completamente diverso rispetto a quello azionario o dei future, per cui capire i meccanismi alla base di questo mercato è fondamentale.

Il forex non ha un ente centrale che regola gli scambi e le valute sono acquistate e vendute tramite una rete di banche internazionali. Questo tipo di mercato è definito over-the-counter, o OTC. In questo caso, le banche agiscono da market maker, ovvero impostano un prezzo d’asta, o d’acquisto e un prezzo di offerta, o di vendita per una coppia valutaria.

Trading attraverso broker di forex

Molti trader non hanno la possibilità di comprare o vendere coppie valutarie direttamente dalle banche principali e quindi si affidano a un broker. I broker negoziano con le banche per conto dei loro clienti, cercano il miglior prezzo disponibile e, una volta trovato, aggiungono il loro spread al prezzo di mercato.

Alcuni broker ti permettono di accedere e operare direttamente al book dei titoli. Questo servizio è noto come Accesso diretto al mercato o DMA. Con il Forex Direct puoi comprare o vendere coppie forex senza incorrere nei costi dello spread e delle commissioni offerte dai broker. Con IG, le Forex Direct sono disponibili soltanto per i clienti professionali.

Scopri come funziona il conto professionale e quali sono i requisiti necessari per averlo.

Aprire un conto ed effettuare il primo versamento

Per fare trading sul forex con i turbo24, con le barrier e vanilla options, o con i CFD, è necessario aprire un conto con IG. Il conto è gratuito e bastano pochi minuti.

Una volta verificati i tuoi dati, occorre effettuare un versamento (vedi sezione ‘Pagamenti’ del tuo conto) per poter iniziare a fare trading. Il primo versamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico. In seguito, potrai effettuare versamenti sul conto tramite carta di credito, bonifico bancario e PayPal.

Se invece vuoi provare a fare trading senza rischi, puoi aprire un conto demo ed esercitarti con le barrier con €30.000 virtuali.

Sviluppare una strategia di trading

Se sei alla tua prima esperienza di trading, creare una strategia è molto importante. Un piano di trading ti aiuterà ad evitare gli errori causati dal fattore emozionale nel momento in cui dovrai prendere una decisione importante e sarà il punto di riferimento per tutte le tue operazioni di trading. Inoltre, adottare una strategia di trading specifica ti permetterà di scoprire quali sono le opportunità sul mercato valutario.

Dopo aver scelto una strategia di trading sul forex, devi in seguito applicarla. Utilizza la nostra ampia gamma di strumenti e indicatori di analisi tecnica per approfondire la conoscenza dei mercati sui quali hai deciso di operare, prima di eseguire il primo ordine.

Anche se sei un trader esperto, devi sempre tenere in considerazione tutti i movimenti improvvisi e la volatilità dei prezzi del mercato. Anche gli annunci macro economici e le notizie dell’ultima ora potrebbero avere un impatto significativo sul trend dei mercati valutari, stravolgendo i tuoi piani iniziali e le analisi tecniche effettuate.

Scegliere la piattaforma

Le nostre piattaforme di trading ti offrono la possibilità di operare sul forex in maniera più veloce. Puoi fare trading sulla piattaforma IG tramite:

  • Il tuo browser web
  • Le nostre app per dispositivi mobili
  • Piattaforme avanzate come MT4 (per i CFD)

​ Puoi personalizzare la tua piattaforma di trading su qualunque dispositivo: aggiungi alert, grafici interattivi e strumenti di gestione del rischio.

Aprire la tua prima posizione

Apri il ticket di negoziazione e potrai visualizzare sia il prezzo di acquisto (prezzo buy), sia il prezzo di vendita (prezzo sell), del mercato scelto. Nel ticket, puoi anche visualizzare la size dell’ordine e selezionare altri parametri, che variano in base al prodotto scelto. Per i turbo24 e le barrier ad esempio, puoi scegliere il livello di knock-out, che corrisponde al livello di chiusura automatico della tua posizione. Quando fai trading sulle opzioni, devi selezionare ‘call’ per aprire una posizione long e ‘put’ per aprire una posizione short. Nel trading con i CFD, corrispondono rispettivamente ai tasti ‘buy’ e ‘sell’.

Quando fai trading con i turbo24, hai accesso completo e trasparente al book degli ordini. Puoi scegliere di aprire una posizione per fare trading contro altri trader al dettaglio, oppure puoi inserire un ordine all’interno del valore dello spread.

Puoi monitorare i tuoi profitti/perdite nella sezione ‘posizioni aperte’ della piattaforma di trading.

Quando vuoi chiudere la posizione, devi eseguire un’operazione opposta rispetto a quella di apertura. Di seguito, mostreremo alcuni esempi di operazioni sul forex e i possibili risultati.

Esempi di trading sul forex

Trading su GBP/USD con le barrier

Quando fai trading con le barrier di IG visualizzerai quattro prezzi differenti: prezzo put del nostro sottostante in caso di mercato in ribasso e prezzo call, se le tue previsioni puntano su un rialzo del mercato, oltre i nostri prezzi di apertura e chiusura riferiti al contratto stesso.

Il prezzo di apertura delle barrier di IG è dato dalla differenza fra il prezzo di vendita del sottostante e il livello knock-out da te scelto ( una volta raggiunto questo livello, la tua posizione verrà chiusa immediatamente) con l’aggiunta di un premio. Il premio knock-out è una forma di garanzia contro lo slippage e viene addebitato solo in caso di raggiungimento del livello di knock-out da te scelto.

I prezzi di chiusura vengono calcolati allo stesso modo e includono lo spread di mercato.

Supponiamo che il prezzo del sottostante per la coppia GBP/USD su una barrier call option sia di 12784, 0 e che le tue previsioni puntino su un rialzo del mercato. Decidi di acquistare dieci contratti, ciascuno dal valore di $1 per punto. Stabilisci la soglia del tuo livello di knock-out level a 12600. Qui di seguito il calcolo per l’importo totale che dovrai pagare al momento dell’apertura della posizione:

((12784 – 12600) + 2) = 186

(x 10 contratti) = $1860 costo di apertura

Inoltre, ti verrà addebitata una piccola commissione di $0,10 per ogni contratto, per un totale di $1 in questo caso. Hai acquistato 10 contratti, pertanto guadagnerai $10 per ogni punto registrato dal mercato in tuo favore. Al livello di apertura del mercato, il prezzo di chiusura è pari a 185,2 contando anche 0,8 punti di spread.

Se la tua previsione è corretta

Supponiamo che la coppia GBP/USD registri un rialzo di 100 punti nella stessa giornata, raggiungendo un livello di 12884,0. Decidi di chiudere la tua posizione al nuovo prezzo sell di 285,2 (aumentato di 100 punti), e paghi una commissione aggiuntiva pari a $1 per la chiusura. Puoi calcolare il tuo profitto come segue:

(x 10 contratti) = $992

(– $2 commissione) = $990

In questo caso, hai realizzato un profitto di $990. Se avessi tenuto aperta la posizione overnight, avresti dovuto pagare i costi di finanziamento.

Se la tua previsione non fosse corretta

Il premio corrisposto al momento dell’apertura della posizione con le barrier rappresenta l’importo massimo di perdita. Supponiamo che il mercato registri un ribasso di 184 punti in ribasso, arrivando così al tuo livello di knock-out. Il rischio di massima perdita sarà pari a $1860, ovvero il premio pagato all’apertura della posizione. Il costo totale comprenderà anche $2 di commissione, oltre gli eventuali costi di finanziamento qualora decidessi di mantenere aperta la tua posizione overnight.

Trading su GBP/EUR con i CFD

Ipotizziamo che il cross GBP/EUR venga negoziato a 1,1284, che il prezzo di acquisto sia 1,1285 e quello di vendita 1,1283, che lo spread sia 2 punti. Credi che la sterlina si apprezzerà rispetto all’euro, quindi decidi di acquistare a 1,1285.

La size della posizione con i CFD equivale al numero di contratti. Un contratto equivale a un singolo lotto della valuta base del cross. In questo caso, quindi, comprare 1 CFD su GBP/EUR equivale a negoziare £100.000 per €112.850. Decidi di comprare 3 CFD per un’esposizione totale di €338.550 (£300.000): guadagnerai/perderai €30 per ogni punto di movimento (pip).

I CFD sono un prodotto a leva, per cui non devi versare l’intero valore della posizione per fare trading. Il cross GBP/EUR ha un margine del 3,33%, per cui dovrai impegnare €11.273,71 di margine.

Se la tua previsione è corretta

La sterlina si apprezza contro l’euro e il cross GBP/EUR viene negoziato a 1,1309, con un prezzo di acquisto pari a 1,1310 e uno di vendita pari a 1,1308. Chiudi la posizione vendendo i 3 contratti a 1,1308.

Il controvalore della tua esposizione ha ora un valore di €339.240. Infatti: 1,1308 x £100.000 x 3 CFD) = €339.240. Il profitto che l’operazione genera è pari a €690: €339.240 – €338.550 oppure 1,1308 – 1,1285 = 23 che, moltiplicato per €30 (€10 per punto x 3 CFD), dà €690..

Se avessi tenuto aperta la posizione overnight, avresti dovuto pagare i costi di finanziamento e, in caso di profitto, incorrerai nel pagamento della tassa sul capital gain.

Se la tua previsione non fosse corretta

La sterlina si deprezza contro l’euro e il cross GBP/EUR viene negoziato a 1,1259, con un prezzo di vendita pari a 1,1258.

In questo caso: 1,1258 x (100.000 lotti x 3 CFD) = 337.740. Ciò vuol dire che ora i 3 contratti valgono €337.740, quindi €810 meno rispetto a quando hai aperto la posizione. Puoi calcolare la perdita anche come segue: 1,1285 – 1,1258 = 27 che, moltiplicato per €30 (€10 per punto x 3 CFD) , dà €810.

Dato che l’operazione è in perdita, non dovrai pagare il capital gain e potrai compensare la minusvalenza con eventuali profitti futuri.

Nota bene: se avessi tenuto aperta la posizione overnight, avresti dovuto pagare i costi di finanziamento.

Quali sono le differenze tra il trading con i turbo24, con le barrier e con i CFD?

Benchè i tre strumenti abbiano diverse differenze in fatto di modalità di trading, ci sono tuttavia anche diverse somiglianze. In tutti e tre i casi, andrete ad operare sulle differenze sul movimento di prezzo delle coppie forex anzichè sulla valuta stessa.

Tutti i trader forex al dettaglio traggono vantaggio dalla leva finanziaria, che permette loro di ottenere esposizione su un importo rilevante di valuta senza dover necessariamente pagare il valore totale dell’operazione. Quando si acquistano le opzioni, è richiesto il pagamento di un premio per poter aprire la posizione. Il premio equivale al rischio totale in caso di movimento sfavorevole del mercato, mentre i profitti sono potenzialmente illimitati. La vendita funziona diversamente. Riceverai il premio all’apertura ed equivale al tuo massimo profitto. Tuttavia, le potenziali perdite potrebbero essere illimitate nel caso di movimento sfavorevole del mercato.

I certificati turbo hanno un funzionamento simile alle barrier, perché l’investimento iniziale che paghi in anticipo rappresenta sempre il rischio di perdita massimo. 1 Il prezzo di apertura dei turbo24 include tutte le spese, lo spread e non ci sono costi aggiuntivi sugli interessi overnight, ai quali viene applicata giornalmente una variazione minima sul livello di knock-out. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare i dettagli operativi del prodotto.

Nel caso dei CFD, sarai tenuto al pagamento di un deposito, il margine, per poter aprire una posizione.

Il tuo profitto o la tua perdita saranno calcolati in base alla size della tua posizione, pertanto i profitti e le perdite saranno maggiori rispetto al margine inizialmente versato. Inoltre, spesso le perdite possono anche superare i depositi.

Qual è il capitale necessario per iniziare a fare trading sul forex?

Prima di iniziare a fare trading dovrai assicurarti che il tuo conto abbia fondi sufficienti. A differenza del mercato azionario, non esiste un minimo obbligatorio. Questo significa che il capitale richiesto dipende dai tuoi obiettivi e la tua modalità di trading, sebbene sia solitamente consigliato di non investire più del 1% dei fondi presenti sul proprio conto per ogni operazione. Ad esempio, se la disponibilità sul tuo conto è pari a € 10.000, non investirai più di € 100 ogni singola operazione.

Come iniziare a fare trading sul forex?

Una volta stabilito l’ammontare del tuo capitale disponibile per il trading, dovrai lavorare sul resto del tuo piano di trading sul forex e tale piano dovrà stabilire: quando vorrai chiudere le tue posizioni, il momento in cui ti impegnerai ad operare sul forex, ricerca dei mercati sui quali operare, strategia di trading e di gestione del rischio.

Chi può fare trading sul forex?

Se non sei un trader esperto o non hai mai fatto trading sui mercati, la volatilità del forex rappresenta una caratteristica molto difficile da comprendere . Tuttavia, chiunque sviluppi una conoscenza, strategia ed esperienza di trading, può operare nel mercato del forex.

Qual è una buona strategia di trading sul forex?

Una strategia di trading sul forex deve considerare la modalità di trading più adatta agli obiettivi di trading, oltre che al tempo a disposizione. Ad esempio, la strategia di day trading comporta l’apertura e la chiusura di una posizione entro la stessa giornata e trae beneficio dai piccoli movimenti di prezzo della coppia valutaria prescelta . Al contrario, position trading è la strategia di mantenimento delle posizioni per un lungo periodo di tempo al fine di trarre vantaggio dai movimenti di prezzo più significativi. Entrambe le strategia si basano su diverso tempo a disposizione e diverse tecniche da adottare per il successo del proprio trading.

Quali sono le valute migliori per il trading?

Il mercato forex per definizione è estremamente volatile. Una coppia valutaria può registrare molti movimenti all’interno di una settimana e nella successiva può registrare scarsi movimenti. Tuttavia, la maggior parte del volume del trading sul forex è dato dalle seguenti valute: EUR/USD, UDS/JPY, GBP/USD, AUD/USD and USD/CHF. Poichè sono le valute più attraenti per gli investitori, sono quelle più fluttuanti.

Se vuoi stare al passo con tutti gli eventi del mercato forex, visita la nostra sezione news e idee di trading.

Impara a fare trading con IG Academy

Migliora le tue conoscenze grazie ai nostri corsi interattivi, webinar, eventi e molto altro ancora.

Potrebbero interessarti anche…

Scopri le nostre barrier

Gestisci l’effetto leva e il rischio attraverso i nostri nuovi prodotti.

Gestione del rischio

Scopri come puoi imparare a controllare e gestire il rischio del trading sul forex con IG

Piattaforme di trading

Scopri le piattaforme per fare trading sul forex con IG

* Le leggi fiscali sono soggette a modifiche. Le norme differiscono da paese a paese.
1 Per i turbo24 sull’Italy 40 si applica l’imposta sulle transazioni finanziarie, conosciuta anche come ‘Tobin tax’. Scopri di più .

Mercati

Trading

Piattaforme e app

Analisi di mercato

Contatti

Non cliente: 800 897 582 oppure [email protected]

Programma di collaborazione: contattaci

Fare trading comporta dei rischi. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Le perdite dei clienti professionali possono eccedere i loro depositi.

I conti CFD sono offerti da IG Markets Ltd; i conti CFD, opzioni e certificati sono offerti da IG Europe GmbH. IG è un marchio registrato. IG si riferisce a IG Markets Ltd e IG Europe GmbH. IG Markets Ltd (una società registrata in Inghilterra e Galles al n. 04008957, con sede legale a Cannon Bridge House, 25 Dowgate Hill, London, EC4R 2YA) è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority di Londra al n. 195355 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 72. P. IVA 06233800967. IG Markets Ltd Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano. IG Europe GmbH (una società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte) è autorizzata e regolamentata nella Repubblica Federale di Germania dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht e dalla Deutsche Bundesbank al n. 148759 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 170. P. IVA 10372620962. IG Europe GmbH Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano, Italia.

Le informazioni contenute nel presente sito non sono dirette a soggetti residenti negli Stati Uniti d’America o in Belgio o in qualsiasi altro paese al di fuori dell’Italia. Le informazioni contenute nel presente sito non sono destinate né intese alla distribuzione, o all’utilizzo da parte di soggetti residenti in una giurisdizione o paese in cui tale utilizzo o distribuzione sarebbero contrari alla legge o normativa locale applicabile.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: