Come scegliere quando fare trading con le opzioni

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come scegliere quando fare trading con le opzioni?

Scegliere il momento ideale in cui fare trading con le opzioni binarie per un massimo profitto è una fase che può dipendere sia dal profilo del trader e sia dal broker scelto per operare. Il profilo del trader è infatti il primo punto di partenza nel definire se l’investimento è svolto come livello iniziale e nel tempo libero o come livello professionale. Mentre il broker scelto, può incidere soprattutto sulla qualità della piattaforma di trading utilizzata per le operazioni e per garantire tempi di esecuzione rapidi e in tempo reale.

Esperienza del trader e scelta tra scadenze nel breve e lungo termine

Il profilo di esperienza del trader e soprattutto il suo livello di esperienza nelle opzioni, influenza quindi in prima battuta la scelta del momento in cui fare trading. Un profilo alle prime armi, ad esempio, potrebbe essere più orientato ad investire nelle scadenze a lungo termine, per cogliere i maggiori vantaggi in termini operativi con analisi su più orizzonti temporali, per definire in modo più immediato possibili trend al rialzo o al ribasso e investire i primi capitali nel tempo libero con delle opzioni call o put.

Al contrario, un trader con un profilo più professionale potrebbe essere più orientato ad investire nelle scadenze nel breve termine, per ottenere dei maggiori rendimenti. Questo perché la maggiore esperienza e capacità di analisi di mercato in tempo breve, permette di poter investire in un qualsiasi momento della giornata sulle opzioni e di non perdere le differenti opportunità presenti sul mercato.

Piattaforma di qualità e supporti del broker per gestire quando fare trading

Il profilo del broker influenza invece in termini operativi la scelta da parte del trader su quando fare trading con le opzioni binarie e dove una qualità maggiore sia in termini di piattaforme di trading e sia sui momenti ideali in cui operare, possono essere fondamentali per individuare fasi migliori e dal maggiore profitto.

La piattaforma di trading deve infatti essere in grado di garantire un’ottima gestione delle posizioni da aprire e chiudere sul mercato, flessibilità e velocità nell’esecuzioni delle stesse. Mentre rispetto ad un supporto sui momenti ideali in cui operare, può essere utile ritrovare broker con sezioni utili sul quando fare trading.

Vi è in particolare uno degli ultimi ebook di OptionTime, che presenta un capitolo dal nome “imparare quando fare trading”, che può senza dubbio favorire tale fase, accanto ad una sezione specifica dal nome “orari mercati globali”, con informazioni sugli orari dei principali mercati borsistici.

Le tre informazioni alla base della scelta sul quando fare trading con le opzioni binarie

Ecco alcune informazioni che possono essere utili per ogni profilo di trader e per individuare quando è opportuno fare trading:

  • Apertura Wall Street, laddove l’interesse del trader sia verso investimenti sul forex (con la coppia valutaria Euro e Dollaro) o sui titoli delle principali aziende Americane.
  • Conoscere gli orari dei principali mercati borsistici: New York, Londra, Tokyo e Sydney.
  • Verificare la notazione oraria (GMT) utilizzata dal broker come riferimento per gli orari delle transazioni di mercato.

Queste tre informazioni sono alla base nel definire quando fare trading con le opzioni e devono essere conosciute da ogni profilo di trader e per operare su una qualsiasi piattaforma.

Come funzionano le Opzioni FX?

Tra le ultime novità offerte da IQ Option ai suoi clienti ci sono le Opzioni FX.

L’opzione FX è un nuovo strumento d’investimento che sfrutta tutte le funzionalità del Forex offrendo ai trader l’opportunità di negoziare coppie di valute a breve termine.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Le Opzioni FX hanno un potenziale rendimento illimitato per tutte le negoziazioni che sono andate a buon fine, per le negoziazioni con previsione errata, le perdite possono essere inferiori al 100%, ma non si perde mai più di quello che si è investito.

Cosa sono e come funzionano le Opzioni FX

Guida per fare Trading Azioni Bayer in pochi minuti

Le Opzioni FX consentono ai trader di aprire una posizione di negoziazione con una scadenza di 60 minuti, con un importo minimo di 25 euro, la negoziazione si può chiudere in qualunque momento, si può scegliere tra sei coppie di valute (in europa), tra le più importanti.

Le Opzioni FX sono semplici da negoziare, basta scegliere le coppia di valute con cui vuoi negoziare, decidere il prezzo d’esercizio e l’importo con cui investire, il minimo è di 25 euro, per poi scegliere quale posizione prendere, se si prevede che il prezzo salga allora acquistiamo, se si prevede che il prezzo cali allora vendiamo.

Le Opzioni: Concetti di Base

Un’opzione è un derivato, ossia un prodotto finanziario il cui valore “deriva” (da cui il nome) da quello di un’altra attività. Dalle opzioni derivano le ormai famose “opzioni binarie“.

Volendo dare una definizione sintetica potremmo dire che:
Le opzioni sono dei contratti in cui il compratore dell’opzione acquisisce il diritto (e non l’obbligo) di comprare (opzioni call) o di vendere (opzioni put) una grandezza (sottostante) ad una certa data (o entro una certa data) e ad un certo prezzo (strike price).

Dalla definizione qui sopra capiamo che ci sono 4 concetti fondamentali nelle opzioni:

  • Il tipo. Le calls danno diritto di comprare mentre le puts danno il diritto di vendere;
  • Il sottostante. E’ la grandezza oggetto del contratto, ossia il bene che ho il diritto di comprare o vendere al venditore dell’opzione;
  • La scadenza. E’ la data in cui o entro la quale posso esercitare il mio diritto;
  • Lo strike price. Ossia il prezzo di acquisto o di vendita che ho fissato nel contratto.

Chi compra l’opzione deve pagare al venditore un premio.

Potremmo pensare all’opzione come alla RCA della nostra auto: noi paghiamo un premio alla nostra Assicurazione (venditore dell’opzione) per assicurarci che il costo massimo di un incidente con colpa sia pari al premio stesso!

Le opzioni possono avere sottostanti di tutti i tipi: metalli preziosi, prodotti agricoli, azioni, obbligazioni e persino condizioni meteorologiche.

Guida per fare Trading Azioni

Esempio:

L’opzione è quindi un contratto in cui ci sono due parti:

  • Lo scrittore dell’opzione che è colui che la crea;
  • Il detentore che è colui che l’ha comprata.

Con l’acquisto dell’opzione il detentore acquisisce il diritto (e non l’obbligo) di acquistare (opzioni call) o vendere (opzioni put) una certa grandezza (il sottostante) ad una certa data (expiry date) e ad un certo prezzo (strike price).

Le opzioni sono un mezzo di copertura dal rischio straordinario.

Le Opzioni: definizione

Le opzioni, sono un contratto, in cui l’acquirente dell’opzione ha comprato il diritto di comprare dal venditore dell’opzione o di vendere un certo sottostante al venditore dell’opzione. Le opzioni, quindi, le possiamo classificare in due grandi tipologie:

  • Call: danno il diritto all’acquirente di comprare il sottostante ad una certa data e a un certo prezzo;
  • Put: danno il diritto all’acquirente di vendere il sottostante ad una certa data e a un certo prezzo.

In entrambi i casi il venditore subisce la scelta dell’acquirente che, tuttavia, eserciterà l’opzione solo se conveniente per lui.

Il prezzo di acquisto/vendita è il cd strike price o prezzo di esercizio.

Se, a scadenza dell’opzione, il prezzo di mercato del sottostante è maggiore dello strike price, il detentore di una call ha convenienza ad esercitare l’opzione (si dice che l’opzione è in the money) perché pagherebbe un bene meno del suo valore di mercato di quel momento. Nel caso di un valore inferiore, invece, l’opzione non verrebbe esercitata (l’opzione è out of the money).

Nel caso di un valore pari a quello dello strike price avremmo indifferenza tra l’esercizio o meno dell’opzione (opzione at the money).

Naturalmente, nel caso di una put, l’opzione sarebbe in the money se il prezzo di mercato a scadenza fosse sotto lo strike price perché, in quel caso, il compratore della put avrebbe il diritto di vendere il sottostante ad un prezzo maggiore di quello di mercato di quel momento.

La data di esercizio dell’opzione è la data alla quale (opzione di tipo europeo) o entro la quale (opzione di tipo americano) avviene o meno l’esercizio dell’opzione. In questa data l’acquirente della call (se in the money) paga lo strike price al venditore dell’opzione che, invece, consegna il sottostante.

L’acquirente della put, invece, incassa lo strike price e consegna il sottostante al venditore dell’opzione.

Una spiegazione sintetica di come si prezzano le opzioni la potete trovare qui

Le Opzioni: Esempio

Poniamo di aver programmato un viaggio negli USA per la prossima estate e di avere intenzione di sfruttare la differenza tra €uro e Dollaro per comprare un’iPhone al prezzo di $ 1.000. Se potessi andare oggi negli USA e il tasso di cambio fosse 1,30$=1€ (0,769$=1€) potrei comprare l’iPhone pagando € 769. Tuttavia io non so se al momento del viaggio il cambio sarà uguale o peggiore.

A questo punto ho 3 possibilità:

  • Cambio oggi € 769 con i $ 1.000 e mi li tengo in tasca fino al viaggio.
  • Aspetto di andare negli USA e compro al cambio del momento.
  • Compro un’opzione sul cambio put €/ call $ con strike price 1,30 e scadenza nella data di partenza per il viaggio.

Nei punti 1 e 2 ho già fissato quello che sarà il mio esborso in €uro (l’unica differenza che è nel punto 1 i dollari li prendo subito e nel 2 solo a scadenza). Con l’opzione, invece, io compro il diritto di vendere i mie €uro in cambio dell’acquisto dei dollari al cambio di 1,30:

Al momento del viaggio il cambio può essere salito, sceso o rimasto uguale:

  • Poniamo che il tasso di cambio €/$ sia arrivato a $ 1,20 = € 1. In tal caso, non cambia nulla nel punto 1, mentre se ho scelto la seconda possibilità dovrò sborsare € 833 per cambiarli con i $ 1.000. Con l’opzione invece ho la possibilità di continuare a comprare i dollari al prezzo di $1,3/€1, pagandoli € 769 e risparmiando, quindi, €833 – € 769 = € 64!
  • Il tasso di cambio è rimasto a $1,30=€1 e le tre situazioni sono identiche.
  • Il tasso di cambio è $1,4=€1. Ora se ho scelto la seconda opzione posso avere i $ 1.000 sborsando solo € 714 cosa che, però, posso fare anche con l’opzione semplicemente non esercitandola! Nel caso avessi scelto la possibilità 1 avrei perso circa € 769 – € 714 = € 54!

Quindi, grazie all’opzione, ho potuto “fissare” il prezzo massimo per il mio acquisto senza precludermi la possibilità di pagarlo meno. Naturalmente questa possibilità ha un costo, rappresentato dal premio.

Il premio delle opzioni viene corrisposto dal compratore al venditore al momento dell’acquisto. Questa spesa esaurisce il rischio per l’acquirente: il costo massimo sarà sempre pari a questo! Il venditore invece, è esposto agli eventi: se l’opzione verrà esercitata dal compratore, il venditore dovrà comprare o vendere al prezzo prestabilito.

Tornando all’esempio precedente, poniamo che questa opzione costi € 5 (0,005€ per ogni 1€).

Ora nel caso A devo considerare che, comprando l’opzione, il mio risparmio non è stato di € 64, ma di € 59 a causa del costo dell’opzione.

Nel caso B, invece, le situazioni non sono equivalenti perché l’opzione ha un costo e l’acquisto della stessa rende questa scelta la più costosa delle tre.

Nel caso C, invece, la situazione che avrei comprando le opzioni risulta peggiore di quella che non prevede alcuna azione proprio per i € 5.

Potremmo rappresentare tutti questi eventi in un grafico.

Come si vede, nel caso il tasso di cambio sotto gli 0,769 € per i 1$ io avrei una perdita pari al costo dell’opzione. A 0,774 € per 1$ avrei una situazione di indifferenza: l’opzione costa €0,005 mentre il mio guadagno è €0,774 – €0,769 = € 0,005. Oltre gli 0,774 ho un guadagno potenzialmente infinito.

Vediamo ora di rappresentare, invece, il costo del mio iPhone con e senza opzione.

Poniamo che il tasso di cambio diventi $1=€0,00001; il costo del mio iPhone diventerebbe praticamente 0€ (€0,1=$ 1.000) mentre al salire del tasso di cambio avrei un costo sempre maggiore e, potenzialmente, infinito. Se invece mi compro l’opzione avrei che al cambio $1=0,00001, spenderei comunque €5, mentre, al massimo, spenderei € 769. Ho fissato il mio costo massimo.
Anche qui per un cambio pari a 0,774 avrei l’indifferenza tra comprare l’opzione e non: sempre € 774 spenderei!

Da quanto emerge dall’esempio precedente è chiaro come le opzioni possano rappresentare una sorta di assicurazione contro uno specifico rischio.

Come negoziare con le opzioni FX

Per negoziare con le Opzioni Fx su IQ Option è molto semplice, occorre seguire pochi semplici passaggi.

  • Aprire il proprio account di negoziazione;
  • scegliere tra le 6 coppie di valute disponibili, con cui vuoi negoziare;
  • Scegliere la scadenza, l’orario esatto della chiusura del contratto, il tempo di scadenza massimo è di 60 minuti;
  • Indicare l’ammontare dell’investimento, il minimo richiesto per l’investimento è di 25 euro in su;
  • Indicare lo strike price, ossia il prezzo di partenza del contratto;
  • Scegliere tra due opzioni per aprire una posizione di negoziazione Call se si pensa che la coppia di valute andrà il rialzo oppure Put se si pensa che le
  • coppia di valute scenderà di valore;
  • IQ Option consente di chiudere (aprire) in qualunque momento la posizione di opzioni fx, manualmente.

Migliori piattaforme di Trading online

Broker Forex Trading, Criptovalute e Trading CFD

Tutti i broker sono stati testati dal nostro esperto staff.
Ci teniamo molto ad offrire solamente piattaforme di Broker che siano legali e sopratutto certificati e autorizzati in Europa dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) ente addetto al controllo ed alla sicurezza per il trading online.

Broker Caratteristiche Demo
BROKER DEL MESE
Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Conto Demo di 100.000€!
Apri conto Demo Gratuito!
Licenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Conto Demo di 100.000€!
Apri conto Demo!
Licenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!
Trade minimo: 1€
Apri conto Demo Gratuito!
Licenza: CySEC
Broker affidabile
Deposito minimo: 100€
Apri conto Demo Gratuito!
Licenza: Cysec – FCA – KNF
Conto Demo di 100.000€!
Nessun Deposito Minimo!
News e Idee di Trading!
Apri conto Demo Gratuito!
Licenza: CySEC
100% Regolamentato
Conto Demo di 50.000 €!
Apri conto Demo Gratuito!


*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.

Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita rapida del proprio denaro a causa della presenza della leva. Circa il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono il proprio denaro quando fanno trading con i CFD. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro“.

Come fare trading con le opzioni binarie

Le opzioni binarie sono state vietate dall’ESMA dal 2020 per i trader retail. Esse sono disponibili solo per i trader professionisti.

Le opzioni binarie hanno rappresentato una frontiera del business online, grazie all’investimento in opzioni binarie si possono ottenere percentuali di guadagno che arrivano a toccare l’85% del capitale investito se la tua operazione va a buon fine, altrimenti perdi il capitale investito. Per questa ragione solo i trader professionisti sono in grado di capire quando è opportuno investire con questo strumento.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Se ti stai chiedendo come cominciare a fare trading in opzioni binarie comprendiamo la tua situazione perché prima di te, molti altri ci hanno posto la stessa domanda ed abbiamo sempre risposto in modo serio ed esaustivo.

Certamente la domanda che ci si pone non è del tutto chiara e ben definita, infatti: “come fare trading con le opzioni binarie” può avere molte ma molte risposte, perciò cerchiamo di andare per gradi e di spiegare quali sono i passi da compiere e quali sono le giuste strategie per ottenere dei guadagni.

I primi passi da compiere per iniziare a fare trading con le opzioni binarie

Il primo passo da compiere è quello di iscriversi ad una broker online di opzioni binarie, il broker di opzioni binarie ti fornisce tutti gli strumenti giusti per cominciare a fare trading come:

  • Piattaforma di investimento
  • Conto personalizzato
  • Grafici in tempo reale
  • Informazioni economiche
  • Corsi gratuiti di trading
  • Conto demo opzioni binarie

La cosa più importante è che il broker al quale ti rivolgi abbia ottenuto la regolare licenza europea, tale licenza è obbligatoria, infatti, i broker che non hanno la licenza europea sono illegali e non possono operare nel mercato europeo così come non possono offrire alcuna forma di garanzia al trader.

Nella sezione: broker opzioni binarie trovi tutti i migliori broker regolamentati, da lì puoi scegliere quello che meglio rispecchia le tue esigenze.

Il secondo passo è comprendere le basi dell’investimento in opzioni binarie, la cosa, te lo assicuriamo, non è semplice, ma neppure impossibile, ovviamente non esistono guadagni facili ed il trading in opzioni binarie non è certo un guadagno facile, bisogna imparare a conoscere il mercato e seguire le giuste strategie senza agire d’istinto.

Per aiutare gli utenti che hanno veramente intenzione di capire come sfruttare l’investimento in opzioni binarie per ottenere guadagni concreti abbiamo realizzato una sezione dedicata alle strategie di trading in opzioni binarie. Le strategie raccolte nella sezione si fondano sull’analisi tecnica, ossia, sull’osservazione dei grafici di prezzo. Una strategia di trading è l’unica cosa che realmente può portare dei guadagni al trader, non esiste il fiuto o l’istinto, esiste il metodo.

Per leggere ed imparare ad utilizzare le strategie di trading visita la sezione: strategie opzioni binarie
La sezione si presenta molto completa e semplice da capire, le strategie sono tutte spiegate nel dettaglio e contengono degli esempi grafici reali.

Ma come fare trading in opzioni binarie ?

In questo articolo andremo a spiegare passo per passo, come fare Trading di Opzioni Binarie. Le Opzioni Binarie sono uno strumento finanziario ormai molto conosciuto tra I Trader e apprezzato per la sua flessibilità ma anche semplicità.

Con le Opzioni Binarie, potrete fare Trading con svariati Asset (Titoli Azionari, Valute, Indici Azionari, Materie Prime) sapendo fin dall’inizio il vostro potenziale profitto e perdita. Tutto viene fissato dall’inizio, anche prima di quando investirete I vostri soldi sull’Opzione Binaria. Ecco perché molti Traders le apprezzano: il rischio e il profitto sono conosciuti da subito, cosa che non accade con gli altri strumenti finanziari (Quali Forex e Titoli Azionari).

Punto d’inizio: creare un account di trading

La prima cosa che dovremo fare è aprire un account di Trading presso un Broker di Opzioni Binarie Regolamentato. Sfortunatamente, essendo diventato il Trading di Opzioni Binarie molto popolare tra i Trader, vi sono parecchie truffe online in giro: ed è l’ultima cosa che si può desiderare, quella di cadere in una truffa del genere al giorno d’oggi.

Ma continuiamo con la nostra guida passo-passo: Nel nostro caso useremo IQ Option, Broker rinomato e regolamentato dalla CySEC.

Come prima cosa dovrete visitare il sito di IQ Option, e cliccare su “Registrati”.

Come per tutti gli altri Broker esistenti di Opzioni Binarie, dovrete inserire delle informazioni base che possono variare da Broker a Broker. Tra le informazioni che vi possono essere richieste:

  • Nome & Cognome
  • Email
  • Numero di Telefono
  • Nazionalità
  • Valuta del Conto

Di solito vi basteranno questi dati per poter aprire un conto presso un Broker di Opzioni Binarie. Ovviamente, siate certi di inserire le informazioni esatte e veritiere sul vostro conto altrimenti non potrete prelevare i vostri profitti dal conto, né depositarli o comunque in generale avreste problemi.

Comunque, dato che prima o poi dovrete fare un deposito iniziale per fare Trading con le Opzioni Binarie, dovrete compilare una form apposito. Dovrete perciò inserire I dati di una carta di credito funzionante, inserendo tutti I dati correttamente e scegliendo l’importa da versare. Riguardo l’importo l’unica regola da seguire è: Versate quanto potete permettervi di perdere.

Non vi stiamo augurando di perdere tutto il denaro investito, bensì quello di usare cautela, dovete scegliere attentamente la cifra da investire.

Rischierete sempre di potervi bruciare tutti I soldi sul vostro conto, se non usate strategie ponderate e un buon Money Management. Quindi, pensate alla peggiore dell’ipotesi fin dall’inizio: cioè la perdita di tutti i vostri soldi investiti. Questo evento come influirebbe sulla vostra vita? Avreste I soldi per andare avanti fino a fine mese o vi mancherebbe il denaro con cui comprare da mangiare?

Sta qui la risposta a quanto investire inizialmente nelle Opzioni Binarie. Permettetevi di investire solamente cifre che non vi cambieranno drasticamente la vostra vita a livello economico.

Fate la Vostra scelta

Perfetto, adesso siamo registrati. Accedete al vostro account ed ora si possono aprire le danze: è tempo di fare Trading di Opzioni Binarie.

1. Scegliete il tipo di Opzione Binaria: è la prima cosa da fare. Nella Piattaforma, cercate l’Opzione Binaria su cui volete investire. A seconda del Broker, nella piattaforma troverete vari tipi di Opzioni Binarie come Alto/Basso (High/Low), Touch o No Touch, One Touch, Range (Chiamata anche Boundary).

Nel nostro esempio, sceglieremo un classico: l’Opzione Alto/Basso (High/Low) dove dovremmo fare una predizione sul movimento del prezzo di un Asset in un determinato tempo (Quindi o aumento o decremento del prezzo).

2. Scegliete l’Asset: una volta scelto il Tipo di Opzione Binaria, dovrete selezionare il giusto Asset. A seconda dell’Opzione Binaria scelta, potranno essere disponibili più o meno Assets (Cioè dipende dal Broker che state utilizzando). Per scegliere l’Asset, assicuratevi di sceglierne uno di cui conoscete il mercato e l’attuale andamento. Di norma potrete scegliere tra Titoli Azionari, Valute, Indici Azionari e Materie Prime. Una vasta scelta insomma.

Nel nostro esempio, opteremo per la coppia di Valute GBP/USD: come potete vedere dalla schermata della piattaforma, fin da subito vediamo il nostro Ritorno (In Inglese “Return”) sull’investimento: ben l’80% di quanto investiremo.

3. Scegliete la Scadenza: Scelta l’Opzione, scelto l’Asset, non rimane altro che la Scadenza. Ovvero il tempo alla cui fine verrà calcolata la posizione della vostra Opzione Binaria: scegliete questo aspetto con cautela, basandovi sulle vostre previsioni ed analisi. Può davvero fare la differenza scegliere la giusta Scadenza. Perché magari alla Scadenza di una Opzione potreste avere una perdita, ma se aveste scelto la Scadenza successiva che durava 10 minuti in più magari avreste ottenuto un profitto. Basate la vostra scelta sempre in maniera logica e razionale, non a caso.

Nel nostro esempio, sceglieremo la Scadenza di 15 minuti. Potete notare dal menù a tendina della Scadenza, che vi è disponibile la Scadenza da 15 minuti, da 30 minuti, da 1h, 1h e 30, 6h e quella di 1 giorno. Le scadenze disponibili dipendono da Asset ad Asset e da Broker a Broker.

4. L’importo da Investire: A questo punto dovrete scegliere l’importo da investire. Tale importo dovrebbe basarsi sul vostro piano di gestione dei fondi da investire, il cosiddetto Money Management Plan. Non investite più del solito: ovvero se il vostro piano di investimenti è quello di investire fino a 50 EUR per Opzione Binaria, beh non investite più di tale cifra. Se infatti per esempio investite il doppio, cioè 100 EUR e perdete l’Opzione Binaria, è come se ben 2 investimenti non fossero andati a buon fine e non uno solo.

Inoltre non fatevi “distrarre” dai Profitti: spesso, si rischia di voler investire più del normale solamente per ottenere più profitti. Ancor una volta, vi sconsigliamo fortemente di fare ciò: fidatevi del vostro piano di investimenti. Poiché è meglio avere ritorni economici per la lunga durata, che per quella corta.

Nel nostro esempio, abbiamo scelto di investire $100 (Circa 80 EUR), e come potete vedere già è possibile vedere il potenziale ritorno ($185 cioè circa 140-150 EUR) oppure la potenziale perdita (In questo caso $0.00).

5. La scelta decisiva, ovvero Su o Giù: Dato che abbiamo scelto l’Opzione Alto/Basso (High/Low), dovremo scegliere se il prezzo a fine Scadenza sarà maggiore o minore di quello attuale. La scelta deve essere basata sullo studio dei grafici del prezzo dell’Asset scelto, studi che potrete fare direttamente o dalla piattaforma del Broker o tramite un servizio esterno (Sempre gratuito). Una volta fatta la vostra analisi, fate la vostra previsione. Non seguite il caso o l’istinto: seguite la logica e la parte razionale di voi.

Nel nostro caso optiamo per un rialzo, perciò scegliamo Alto (In Inglese “High”). Come vedete il prezzo è listato a 1.61096 quando decidiamo di investire. In caso avessimo optato per un Ribasso, avremmo dovuto scegliere Basso (In Inglese “Low”)

L’esecuzione di una Opzione Binaria

Abbiamo scelto tutto, l’Opzione Binaria su cui investire è pronta. Basterà cliccare su “Compra” (In Inglese “Buy”) o “Esegui” a seconda della piattaforma del Broker, per investire sull’Opzione Binaria.

A questo punto ci resta solamente da aspettare e aspettare. Non chissà quanto: 15 minuti e la Scadenza è finita. A fine Scadenza sapremo se la nostra Opzione Binaria risulterà vincente oppure perdente. Come potete vedere dalla schermata, il grafico riporta in tempo reale l’oscillazione del prezzo dell’Asset scelto: la schermata si illuminerà di verde in caso il prezzo si stia muovendo nella direzione da noi prevista, si illuminerà di rosso nel caso contrario.

Nel nostro esempio, che si tratta di una previsione rialzista, il prezzo si sta muovendo al rialzo e perciò la schermata è verde.

Ma non dobbiamo girarci I pollici mentre facciamo passare il tempo: è consigliabile seguire l’andamento del movimento infatti. A meno che non si tratti di Scadenze a lungo termine, come ore o giorni, è consigliabile tenere d’occhio il grafico.

Chiudere in anticipo, significa vendere la propria posizione e incassare o un profitto in anticipo oppure una perdita. Tale funzione viene usata per assicurarsi immediatamente un profitto (Ovviamente non tutto, ma solo una parte) in caso che si noti che la previsione iniziale non era proprio corretta e vi è un forte rischio che alla Scadenza otterremo una perdita. Oppure si può usare per limitare una perdita: se proprio si vede che non c’è più speranza, si può chiudere in anticipo e ottenere comunque indietro una buona parte del capitale investito inizialmente.

Nel nostro esempio, non converrebbe molto dato che dei $100 investiti ne guadagneremo solo $8.54 (A malapena 6 EUR di profitto) in più. Ma ognuno ovviamente, può fare le proprie scelte, su questo non ci sono dubbi.

Una Opzione alla volta

Finita l’Opzione Binaria, avrete ottenuto un profitto oppure una perdita. Indipendentemente dal risultato ottenuto, andate avanti con il Trading e non fatevi influenzare dall’Operazione precedente. Infatti in caso di vittoria si rischia di essere troppo euforici e fare previsioni azzardate. Viceversa in caso di perdita si rischia di essere arrabbiati con sé stessi o peggio ancora giù di morale, entrambi fattori che potrebbe limitare le nostre capacità di analisi e giudizio.

Ricordatevi sempre che le emozioni nel Trading, sono il vostro peggiore nemico poiché non vi fanno ragionare con lucidità e razionalità. Fattori essenziali per un Trading di successo.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: