Come comprare Azioni Dropbox quotazioni grafico

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Come comprare Azioni Dropbox quotazioni: grafico notizie [previsioni 2020]

Vorresti sapere come comprare azioni Dropbox quotazioni e non sai dove andare e come fare?

Magari sei andato presso la tua banca e ti hanno suggerito di aprire un deposito titoli, ma non sei convinto?

Allora sei nel posto giusto per approfondire, perché qui di seguito troverai un approfondimento su come fare trading sulle azioni Dropbox quotazioni 2020 e con le commissioni più basse del mercato.

Nella guida ci occuperemo insieme sia dell’analisi del titolo, del suo andamento e della sua storia, sia della possibilità di acquistare le azioni con diversi strumenti.

Se vuoi saperne di più su come comprare le azioni Dropbox dopo la famosa IPO , continua a leggere qui sotto.

Vuoi comprare delle azioni Dropbox quotazioni e non sai come fare? Di certo ci sono molti modi per comprare azioni sia quotate in Europa che in USA e lo puoi fare anche con il tuo computer o smartphone, dato che Internet è disponibile quasi ovunque.

L’obiettivo di tutti i trader e investitori è di comprare e vendere e cioè negoziare degil asset, azioni, titoli, coppie di valute, materie prime come oro o petrolio, con le commissioni più basse possibili. Negoziare significa speculare sulla variazione del prezzo dei beni, un po’ come se compri oggi per rivendere più tardi facendo un guadagno.

In questa mini guida parleremo di come poter acquistare delle azioni Dropbox quotazioni e speculare sul suo prezzo.

Parleremo anche del titolo in sè, della sua storia e di come approcciare l’acquisto o la vendita allo scoperto sui mercati finanziari della borsa Nasdaq dopo l’IPO di Dropbox avvenuta a marzo 2020.

Quotate alla borsa Newyorkese del Nasdaq , le azioni di Dropbox (NASDAQ: DBX) sono aumentate dopo la loro offerta pubblica iniziale IPO di oltre il 40%.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Negoziando intorno ai $ 30 per azione, gli investitori stanno valutando Dropbox a circa $ 12 miliardi di capitalizzazione, contro il concorrente Box (NYSE: BOX), che attualmente ha una capitalizzazione di mercato di circa 3 miliardi di dollari.

Poiché gli investitori stanno prendendo in considerazione le implicazioni dell’IPO di Dropbox e del prezzo in rialzo delle azioni, ecco una panoramica di alcuni dei fondamentali della società, nonché uno sguardo a come Dropbox si confronta con il concorrente Box.

Cosa sono le azioni Dropbox quotazione e come funzionano?

Come Box, Dropbox è specializzato nella fornitura di servizi di archiviazione e condivisione di file online.

Tuttavia, una delle cose che la gestione Dropbox lo distingue dalla concorrenza è che la società commercializza il suo prodotto in gran parte attraverso la pubblicità del passaparola.

Gli utenti registrati di Dropbox sono i suoi “migliori venditori”:

Hanno diffuso Dropbox ai loro amici e li hanno portato nei loro uffici. Ogni anno, milioni di singoli utenti si iscrivono a Dropbox al lavoro.

L’adozione del servizio di archiviazione all’interno delle organizzazioni è stata fondamentale per il loro successo in quanto gli utenti scelgono sempre più i propri strumenti al lavoro.

Generano oltre il 90% delle loro entrate da canali self-service: utenti che acquistano un abbonamento tramite la nostra app o il nostro sito web.

In altre parole, concentrandosi sul fornire un valore significativo ai membri non paganti registrati, il management crede che sia essenzialmente la costruzione di una forza vendita che aiuterà a far crescere rapidamente i suoi membri paganti nel tempo.

Dropbox ha circa 500 milioni di utenti registrati, ma solo 11 milioni di utenti pagano.

Dropbox sta guadagnando mercato e supera il concorrente Box

L’approccio “virale” di Dropbox nell’adozione dei clienti avendo una forte crescita.

Nel 2020, le entrate di Dropbox sono aumentate del 31% anno su anno.

Questo è più veloce della crescita del fatturato annuale del 27% di Box nell’anno fiscale 2020 della società, conclusasi il 31 gennaio 2020.

Dropbox cresce non solo più velocemente di Box, ma vanta anche entrate molto più elevate e una base molto più ampia di utenti registrati.

Nel 2020, il fatturato totale di Dropbox è stato di circa 1,1 miliardi di dollari – più del doppio del fatturato di Box di 506 milioni di dollari nell’anno fiscale 2020.

La differenza nelle rispettive dimensioni delle due società è ancora più pronunciata se misurata dagli utenti.

Dropbox ha circa 500 milioni di utenti registrati, mentre Box ha solo 58 milioni di utenti registrati.

Dropbox distrugge anche Box quando si tratta di aziende che utilizzano il suo servizio. Dropbox ha dichiarato nei suoi documenti IPO che ha oltre 300.000 team Dropbox Business.

Questo è paragonabile agli 82.000 “società paganti” di Box.

Mentre Dropbox misura le sue attività retribuite in team all’interno di un’organizzazione e Box misura le sue attività di pagamento come entità distinte, la differenza nel pagamento dei clienti aziendali in Dropbox versus Box è ancora notevole.

Dropbox sta perdendo meno soldi del concorrente Box

Con l’aiuto della strategia virale di acquisizione dei clienti di Dropbox, il fatturato e il marketing sono solo il 28% delle entrate rispetto al 60% delle entrate di Box: questo significa che la società perde meno denaro rispetto a Box.

Dropbox ha perso 112 milioni di dollari nell’anno fiscale 2020, mentre Box ha perso 155 milioni di dollari nei 12 mesi precedenti conclusisi il 31 gennaio 2020.

Meglio ancora, le perdite di Dropbox stanno migliorando rapidamente.

La sua perdita di 112 milioni di dollari nel 2020 è significativamente più ristretta della sua perdita di $ 210 milioni nel 2020.

Nel frattempo, la perdita di Box si è ampliata da $ 152 milioni nel suo bilancio fiscale 2020 a $ 155 milioni nell’anno fiscale 2020.

Considerando la rapida crescita di Dropbox e i suoi fondamentali più favorevoli rispetto a Box, è facile capire perché gli investitori premiano Dropbox con una valutazione più alta rispetto al suo rivale.

Ma con le azioni Dropbox quotazioni che sono salite così bruscamente durante l’IPO, gli investitori potrebbero voler considerare che Dropbox sia sovravvalutato.

Dropbox ha ora un rapporto prezzo / vendite di circa 11 – rapporto prezzo / vendite quasi doppio di Box – e molto più avanti del rapporto prezzo / vendite medio di 6,1 per i pari nel settore del software.

Dropbox IPO: 5 cose da sapere sulla società di cloud-storage

Per le aziende che si preparano a diventare pubbliche, il processo dell’IPO non solo riguarda il business nel suo specifico, ma anche le previsioni e quello che l’azienda ha in mente di fare nel futuro prossimo.

Questo è stato il caso della società di cloud storage Dropbox Inc. DBX.

Gli investitori, bruciati dalle recenti IPO di tecnologia avanzata, compresi quelli di Snap Inc. SNAP, -7,19% e Blue Apron Holdings Inc. APRN, -5,75%, sono stati molto attenti nel ricercare i modi in cui Dropbox fosse simile agli altri nomi di tecnologia online.

Nel discutere i concorrenti, ad esempio, Dropbox ha detto agli investitori che era solo un po’ come Box Inc. BOX, un fornitore in crescita più lento di soluzioni di archiviazione cloud.

Nel frattempo, la società ha dichiarato che la sua attività era simile a quella di Atlassian Corp. TEAM, che rende numerosi strumenti per la collaborazione aziendale, nonché parti di Apple Inc. AAPL , Alphabet Inc. GOOGL e Amazon.com Inc. AMZN , che offrono tutti il servizio di archiviazione agli utenti.

Secondo i documenti della Securities and Exchange Commission, la società aveva fissato il prezzo dell’IPO a $ 21 rispetto al range previsto tra $ 18 e $ 20 per azione.

In precedenza la società si aspettava una partecipazione da $ 16 a $ 18. A $ 21 per azione, gli investitori hanno dato una valutazione iniziale del mercato di $ 8,24 miliardi e la società ha rafcolto oltre $ 750 milioni.

Le azioni sono aumentate del 35,6% nel loro debutto sul mercato sulla Borsa Exchange Nasdaq con il simbolo “DBX”, spingendo la valutazione a 10 miliardi di dollari.

Dropbox, che è stata fondata nel 2007, aveva precedentemente raccolto più di $ 600 milioni in contanti da fondi privati ed era valutato $ 10 miliardi, secondo il Wall Street Journal.

Ecco i punti salienti dell’IPO di Dropbox.

Come fa Dropbox a fare soldi?

Sebbene la maggior parte dei clienti di Dropbox non paghi per l’archiviazione di file, la società afferma di avere oltre 11 milioni di utenti paganti su oltre 500 milioni di utenti registrati.

Gli utenti paganti includono le persone che hanno aggiornato i loro account e gli utenti aziendali.

La società afferma che Dropbox Basic, la versione gratuita disponibile per i singoli utenti, “funge da canalizzazione principale per le conversioni ai nostri piani di abbonamento a pagamento”.

La società non spende molti soldi per i team di vendita: oltre il 90% delle entrate proviene da “canali self-service”, ovvero da utenti che acquistano un abbonamento tramite l’app o il sito Web dell’azienda, secondo il prospetto informativo della società.

La maggior parte dei singoli utenti memorizza i file di lavoro sul servizio, che Dropbox ritiene possa essere un’opportunità per ottenere più utenti del team aziendale.

Dropbox ha generato $ 1,1 miliardi di entrate nel 2020, da $ 845 milioni nel 2020 e $ 604 milioni nel 2020.

“Il nostro tasso di crescita delle entrate è diminuito negli ultimi periodi e potrebbe continuare a rallentare in futuro”, ha detto la società nel suo prospetto, citando il mercato competitivo e le pressioni e la sua maggiore penetrazione nel mercato.

Come Dropbox perde soldi?

Dropbox ha registrato una perdita minore nel 2020 rispetto ai due anni precedenti, registrando una perdita netta di $ 112 milioni rispetto alle perdite di $ 210 milioni nel 2020 e $ 326 milioni nel 2020.

Questo non vuol dire che il modello è pronto a continuare, comunque. Dropbox prevede di aumentare le spese di ricerca e sviluppo e di ampliare la propria “infrastruttura tecnica”.

L’azienda sta inoltre assumendo nuovi dipendenti per lavorare su ingegneria, prodotto e design.

Come Dropbox si interfaccia con la concorrenza?

Dropbox ammette che ci sono un certo numero di attori importanti che offrono anche prodotti nel cloud storage e “content collaboration”.

Questi includono Apple , Amazon.com , Alphabet , Microsoft Corp. MSFT e Atlassian. Questi grandi società “beneficiano di vantaggi competitivi”, ha dichiarato Dropbox nel suo prospetto, tra cui un maggiore riconoscimento, basi utenti esistenti di considerevoli dimensioni e maggiori risorse finanziarie.

Naturalmente, c’è anche Box, che fa l’archiviazione aziendale per le imprese.

Si potrebbe pensare che, dato il nome e la linea di lavoro, Box faccia un buon confronto con Dropbox.

Dropbox, tuttavia, sta cercando di prendere le distanze da Box, che produce circa la metà delle entrate e sta crescendo più lentamente. Box negozia anche a prezzi scontati per molti servizi.

Dropbox ha dichiarato di competere con Box “su una base più limitata” quando si tratta di “mercato dello storage cloud per implementazioni da parte di grandi imprese”.

L’azienda preferisce che tu la paragoni ad Atlassian, il che rende i prodotti di collaborazione come Jira e Trello che servono gruppi di dipendenti. Atlassian sta crescendo più rapidamente di Box e le sue azioni comandano un multiplo più elevato sulla base del valore aziendale delle vendite.

Flusso di cassa?

Mentre Snap sta bruciando denaro, Dropbox è in positivo, con il suo saldo netto di cassa e il flusso di cassa libero in crescita nel periodo più recente.

Dropbox ha dichiarato di aver generato 305 milioni di dollari in free cash nel 2020, da 137 milioni di dollari nel 2020 e un flusso di cassa negativo di 64 milioni di dollari nel 2020, grazie alla diminuzione delle spese in conto capitale e alla forte crescita dei ricavi.

La società ritiene che la liquidità sul suo stato patrimoniale, oltre al suo credito esistente e al suo potenziale di cassa, “sarà sufficiente a soddisfare le nostre esigenze di liquidità per il prossimo futuro.”

Un sacco di azioni limitate nel voto?

Come è normale che le aziende tecnologiche diventino pubbliche in questi giorni, Dropbox ha più classi di azioni con diversi diritti di voto.

Le azioni di Classe A hanno un voto, le azioni di Classe B hanno 10 voti e le azioni di Classe C non hanno diritto di voto.

La struttura di Dropbox dà ancora un forte potere di voto ai fondatori e agli investitori chiave, ma è “leggermente” migliore rispetto a quella lanciata da Snap un anno fa, in cui gli investitori ordinari non ottengono alcun diritto di voto.

Il co-fondatore e amministratore delegato Drew Houston detiene il 38,3% delle azioni di classe A e il 24,3% delle azioni di Classe B, con il 24,4% del diritto di voto totale.

La società di capitale di rischio Sequoia Capital ha in realtà più potere di Houston, con il 25% delle azioni di Classe B e il 24,8% del totale potere di voto.

Il co-fondatore Arash Ferdowski ha un potere di voto complessivo del 9,9%, composto principalmente da azioni di Classe B.

Azioni Dropbox: investire con i CFD. Quotazione e grafico in tempo reale

Comprare Azioni Dropbox conviene?

Quante volte hai desiderati di investire in azioni e in azioni che siano produttive? Allora sei capitato nel posto giusto. Quello che in questa guida oggi ti illustreremo è un semplice sistema che ti illustra come fare trading e come investire in un settore in costante crescita.

�� Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Trading in sicurezza, e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Per altro, se sei arrivato su questo post è perché anche tu sei deciso a comprare azioni Dropbox.

Sei anche indeciso perché non hai trovato tutto quello di cui hai bisogno come per esempio quotazioni e grafici in tempo reale.

Se non sai come investire e come fare per ottenere un profitto, allora segui i nostri consigli di seguito riportati.

Prima di tutto, prima di procedere oltre, volevamo ricordarti che è meno conveniente recarti in banca, perché il trading online oggi offre non solo rendimenti migliori ma anche possibilità di sfruttare meglio le performance dei titoli .

Per altro oggi le banche ti consigliano solo di aprire un deposito titoli , noi invece non ne siamo convinti che queste siano delle ottime soluzioni.

Ecco anche il perché ti consigliamo di approfondire questo argomento con tutti i consigli e le opinioni su questo strumento.

Azioni Dropbox: quotazione e grafico in tempo reale

Trading su azioni Dropbox: come fare?

Trading su azioni Dropbox: come fare?

In pratica si tratta di un approfondimento su come fare trading sulle azioni Dropbox con quotazioni e commissioni basse su tutto il mercato .

In pratica all’interno di questa guida, troverai l’analisi del titolo , come anche un grafico che t permette di analizzare l’andamento e la storia, se non anche la possibilità di acquistare le azioni con diversi strumenti.

In breve, se sei davvero interessato e vuoi saperne di più su come comprare le azioni Dropbox dopo la famosa IPO, continua a leggere quanto di seguito abbiamo da dirti.

Vuoi comprare delle azioni Dropbox e non sai come fare?

Di certo oggi esistono differenti sistemi che te lo permettono di fare. In tanti sono i trader che si chiedono come investire in questo settore. Per altro molto attraenti sono le azioni quotate in Europa e in USA e lo puoi fare anche direttamente con il tuo computer o il tuo smartphone, dato che Internet è disponibile quasi ovunque.

E’ chiaro che in questo caso, il tuo obbiettivo, come quello di un qualsiasi altro trader è quello di comprare e vendere azioni , ovvero comprare a poco prezzo per rivedere a prezzi più alti.

Puoi quindi iniziare ad investire su questi asset che possono anche essere azioni , titoli , coppie di valute, ma anche materie prime come oro o petrolio, con commissioni più basse possibili.

Nota bene che negoziare vuol dire anche speculare sulla variazione del prezzo dei beni, un po’ come se compri oggi per rivendere più tardi facendo un guadagno.

In pratica la nostra mini guida si pone come scopo quello di poter acquistare delle azioni Dropbox quotazioni e speculare sul suo prezzo .

Negoziare azioni Dropbox : come fare?

Negoziare azioni Dropbox : come fare?

Analizzeremo anche in seguito il titolo completo, la sua storia e come approcciare l’acquisto o la vendita allo scoperto sui mercati finanziari della borsa Nasdaq in seguito all’avventa dell’IPO di Dropbox nel marzo 2020.

Queste sono quotate alla borsa Newyorkese del Nasdaq.

Tutte le azioni di Dropbox (NASDAQ: DBX) sono aumentate dopo la loro offerta pubblica iniziale IPO.

Si noti infine che al momento della stesura di questo articolo, lo stock è aumentato di ben oltre il 40%.

Si potrebbe procedere alla negoziazione intorno ai $ 30 per azione , con gli investitori che stanno valutando Dropbox a circa $ 12 miliardi di capitalizzazione, mentre il concorrente Box (NYSE: BOX), attualmente ha una capitalizzazione di mercato di circa 3 miliardi di dollari .

Allo stesso tempo, possiamo dire che nonostante gli investitori stanno prendendo in considerazione le implicazioni dell’IPO di Dropbox e il prezzo in rialzo delle azioni , ecco una panoramica di alcuni dei fondamentali della società che noi ti riportiamo anche per analizzare le differenze che intercorrono tra Dropbox e il concorrente Box.

Cosa sono le azioni Dropbox e come funzionano?

Cosa sono le azioni Dropbox e come funzionano?

Allo stesso modo di Box, anche Dropbox è specializzato nella fornitura di servizi di archiviazione e condivisione di file online.

Allo stesso tempo, possiamo dire che una delle cose che la gestione Dropbox lo distingue dalla concorrenza è il fatto stesso che la società commercializza il suo prodotto in gran parte attraverso la pubblicità del passaparola.

Tutti gli utenti registrati di Dropbox sono i suoi “migliori venditori”.

Questi infatti hanno diffuso il termine Dropbox presso tutti i suoi amici e li hanno portato anche all’interno dei loro uffici.

Allo stesso tempo, ogni anno, milioni di singoli utenti si iscrivono a Dropbox direttamente per lavorare. Nota anche che l’adozione del servizio di archiviazione all’interno delle organizzazioni è stata fondamentale per il loro stesso successo in quanto tutti i trader come tutti gli investitori scelgono meglio di puntare su strumenti di lavoro.

Questi per altro possono essere in grado di generare oltre il 90% delle loro entrate da canali self-service. Quindi gli utenti che acquistano un abbonamento tramite l’app o il sito web possono essere dei potenziali investitori.

In breve, se ci si concentra su questi investimenti e per altro si analizzano anche i valori significativi dei membri non paganti registrati, il management potrebbe essere tale da rendere la vendita di questo prodotto un punto di forza che aiuterà tutti i far crescere rapidamente i suoi membri paganti nel tempo.

Dropbox ha circa 500 milioni di utenti registrati, ma solo 11 milioni di utenti pagano

Dropbox sta guadagnando mercato e supera il concorrente Box

Dropbox sta guadagnando mercato

Analizzando l’approccio “virale” di Dropbox e prendendo in esame l’adozione dei clienti avendo una forte crescita è possibile notare come nel solo 2020, le entrate di Dropbox sono aumentate del 31% di anno in anno. Un dato che non deve essere sottovalutato.

Per altro, questo è un valore che viene analizzato in maniera veloce e considerato un elemento in forte crescita perché presenta un fatturato annuale del 27% di Box.

Dropbox cresce quindi in misura maggiore rispetto a quella di Box, anche se vanta entrate molto più elevate ed una base molto più ampia di utenti registrati.

Solo nel 2020, il fatturato totale di Dropbox è stato di ben oltre 1 miliardo di dollari . Si tratta di più del doppio del fatturato di Box di 506 milioni di dollari nell’anno fiscale 2020.

Ecco che la differenza nelle rispettive dimensioni delle due società è ancora più pronunciata se misurata dagli utenti.

In breve Dropbox ha ben 500 milioni di utenti registrati. Allo stesso tempo, analizzando la concorrente Box possiamo notare come essa ne possiede solo 58 milioni di utenti registrati.

Dropbox potrebbe distrugge Box perché si tratta di aziende che utilizzano il suo servizio. Infatti è stato proprio Dropbox a dichiarare nei suoi documenti un IPO di ben oltre 300.000 team Dropbox Business.

Tutto questo è paragonabile agli 82.000 “società paganti” di Box.

Nota bene che mentre Dropbox misura le sue attività retribuite in team all’interno di un’organizzazione, il suo concorrente Box misura le sue attività di pagamento come entità distinte. La differenza nel pagamento dei clienti aziendali in Dropbox versus Box è ancora notevole.

Dropbox sta perdendo meno soldi del concorrente Box

Grazie anche all’aiuto della strategia virale legata all’acquisizione dei clienti di Dropbox, il fatturato e il marketing sono solo del 28% delle entrate se confrontate con il 60% delle concorrente Box.

Questo vuol dire anche che la società perde meno denaro rispetto a Box.

Dropbox ha perso ben 112 milioni di dollari nel solo anno fiscale 2020. Molto meno rispetto a quanto invece ha perso la sua rivale e concorrente Box il quale ha perso 155 milioni di dollari nei 12 mesi precedenti conclusisi il 31 gennaio 2020.

Si noti poi che al momento Dropbox sta migliorando rapidamente. La sua perdita infatti di 112 milioni di dollari fatta registrare nel 2020 è significativamente più ristretta rispetto alla perdita di $ 210 milioni nel 2020.

Questo vuol dire che il colosso si sta riprendendo e nel frattempo, la perdita di Box si è ampliata passando da $ 152 milioni nel suo bilancio fiscale 2020 a $ 155 milioni nell’anno fiscale 2020.

Non possiamo dunque in fase di investimento non tenere presente la rapida crescita di Dropbox e i suoi fondamentali più favorevoli rispetto a Box.

Allo stesso tempo, non è difficile comprendere perché gli investitori premiano Dropbox con una valutazione più alta rispetto al suo rivale.

Anche in caso di investimenti, con le azioni Dropbox e prendendo in esame le sue quotazioni si deve considerare la possibilità che esse salgano in maniera vertiginosa.

Grazie anche alle IPO, gli investitori potrebbero voler considerare Dropbox con valore sovravvalutato.

Dropbox ad oggi presenta un rapporto prezzo / vendite di circa 1.

Il rapporto invece della concorrente Box, prezzo / vendite è di quasi il doppio in quanto si ferma a 6,1 per i pari nel settore del software.

Dropbox IPO: 5 cose da sapere sulla società di cloud-storage

Dropbox IPO: 5 cose da sapere sulla società di cloud-storage

Devi poi anche considerare che per tutte le aziende che si preparano a diventare pubbliche, si deve analizzare il processo dell’IPO che non solo riguarda il business nel suo specifico, ma anche le previsioni e quello che l’azienda ha in mente di fare nel futuro prossimo.

Questo caso è bene rappresentato dalla società di cloud storage Dropbox Inc. DBX.

Qui gli investitori, bruciati dalle recenti IPO di tecnologia avanzata, compresi quelli di Snap Inc. SNAP, -7,19% e Blue Apron Holdings Inc. APRN, -5,75%, sono stati i primi a prestare particolare attenzione nel ricercare i modi in cui Dropbox fosse simile agli altri nomi di tecnologia online.

Allo stesso tempo, nel discutere di concorrenti, Dropbox ha detto a tutti i trader e a tutti gli investitori quelli che erano i suoi progetti e quindi divenire qualcosa di molto simile a Box Inc.

BOX, in pratica è un fornitore in crescita anche se più lento rispetto a Bropbox di soluzioni di archiviazione cloud.

Allo stesso tempo, la società ha dichiarato che la sua attività era molto simile a quella di Atlassian Corp.TEAM, che rende numerosi strumenti per la collaborazione aziendale, nonché parti di Apple Inc. AAPL, Alphabet Inc. GOOGL e Amazon.com Inc. AMZN, che offrono tutti il servizio di archiviazione agli utenti.

In breve, sulla base di alcuni documenti da essi rilasciati, oggi si parla di documenti della Securities and Exchange Commission, ovvero della società che aveva fissato il prezzo dell’IPO a $ 21 rispetto al range previsto tra $ 18 e $ 20 per azione .

In precedenza però la società si aspettava una partecipazione da $ 16 a $ 18.

A $ 21 per azione , gli investitori hanno dato poi una valutazione iniziale del mercato di $ 8,24 miliardi e la società raccoglierà oltre $ 750 milioni.

Le azioni sono anche aumentate del 35,6% nel loro debutto sul mercato sulla Borsa Exchange Nasdaq con il simbolo “DBX”, spingendo la valutazione a 10 miliardi di dollari .

Dropbox, in pratica è stata fondata nel 2007, e molto prima di questo aveva già raccolto più di $ 600 milioni in contanti da fondi privati e ad esempio essa era valutato $ 10 miliardi, secondo il Wall Street Journal.

Ecco i punti salienti dell’IPO di Dropbox.

Come fa Dropbox a fare soldi?

Anche se la maggior parte dei clienti di Dropbox non paga l’archiviazione di file, la società afferma di avere oltre 11 milioni di utenti paganti su oltre 500 milioni di utenti registrati.

In breve in questo caso, si deve analizzare il fatto che tutti gli utenti paganti includono le persone che hanno aggiornato i loro account e gli utenti aziendali.

In breve la società afferma che Dropbox Basic, la versione gratuita disponibile per i singoli utenti, “funge da canalizzazione principale per le conversioni ai nostri piani di abbonamento a pagamento”.

Al momento la società non spende molti soldi per i team di vendita. Infatti oltre il 90% delle entrate proviene da “canali self-service“, ovvero da utenti che acquistano un abbonamento tramite l’app o il sito Web dell’azienda, secondo il prospetto informativo della società.

Oggi una buona fetta degli iscritti registrati su dropbox, memorizza i file di lavoro sul servizio, che viene loro offerto e come tale ritiene possa essere un’opportunità per ottenere più utenti del team aziendale.

Dropbox in pratica ha generato $ 1,1 miliardi di entrate nel 2020, in aumento rispetto al 2020 in cui si registravano $ 845 milioni nel 2020 e $ 604 milioni nel 2020.

Il tasso di crescita di questo servizio è diminuito negli ultimi periodi e potrebbe continuare a rallentare in futuro. Ma non per questo andrebbe in perdita. Normali assestamenti di mercato .

Questo è stato affermato dalla società nel suo prospetto, citando il mercato competitivo e le pressioni e la sua maggiore penetrazione nel mercato .

Come Dropbox perde soldi?

Dropbox abbiamo visto che ha registrato una perdita minore nel 2020 rispetto ai 2 anni precedenti. In pratica si tratta di una perdita netta di $ 112 milioni rispetto alle perdite di $ 210 milioni nel 2020 e $ 326 milioni nel 2020.

Questo nota bene che non vuol dire che il modello è pronto a continuare, comunque.

Dropbox prevede in pratica un aumento delle spese di ricerca e di sviluppo che permettono di ampliare la propria “infrastruttura tecnica“.

In pratica l’azienda sta assumendo nuovi dipendenti per lavorare su ingegneria, prodotto e design. Tutto questo potrebbe far ben sperare.

Come Dropbox si interfaccia con la concorrenza

Dropbox allo stesso tempo, però si dice preoccupata della concorrenza e ammette che ci sono un certo numero di attori importanti i quali per altro offrono anche prodotti nel cloud storage e “content collaboration“.

In pratica essi includono Apple, Amazon.com, Alphabet, Microsoft Corp. MSFT e Atlassian.

Queste grandi società “beneficiano di vantaggi competitivi”. Per altro questo è stato dichiarato da Dropbox nel suo prospetto, tra cui un maggiore riconoscimento, basi utenti esistenti di considerevoli dimensioni e maggiori risorse finanziarie.

Naturalmente, c’è anche Box che ancora oggi rappresenta il primo concorrente e come tale funziona da archiviazione aziendale per le imprese.

Allo stesso tempo si potrebbe pensare, alla linea di lavoro, in quanto anche Box fa un buon confronto con Dropbox.

Dropbox, sta cercando di prendere le distanze da Box, e questo produce circa la metà delle entrate e sta crescendo anche lentamente.

Box negozia anche a prezzi scontati per molti servizi.

Dropbox ha dichiarato invece di competere con Box “su una base più limitata” quando si tratta di “ mercato dello storage cloud per implementazioni da parte di grandi imprese“.

L’azienda in pratica preferisce essere paragonata ad Atlassian, il che rende i prodotti di collaborazione come Jira e Trello che servono gruppi di dipendenti.

Atlassian infatti è una societ che sta crescendo più rapidamente rispetto a Box e come tale le sue azioni comandano un multiplo più elevato sulla base del valore aziendale delle vendite.

Flusso di cassa

Nota bene che mentre Snap sta bruciando denaro, Dropbox fa registrare un saldo positivo. Qui infatti il suo saldo netto di cassa e il flusso di cassa libero è in crescita nel periodo più recente.

Dropbox in breve ha dichiarato di aver generato 305 milioni di dollari in free cash nel 2020, rispetto ai 137 milioni di dollari nel 2020 con un flusso di cassa negativo di 64 milioni di dollari invece del 2020. Questo lo si deve alla diminuzione delle spese in conto capitale e alla forte crescita dei ricavi.

In pratica la società ritiene che la liquidità sul suo stato patrimoniale, oltre al suo credito esistente e al suo potenziale di cassa, “sarà sufficiente a soddisfare le nostre esigenze di liquidità per il prossimo futuro.”

Un sacco di azioni limitate nel voto

Allo stesso modo di come è normale che le aziende tecnologiche diventino pubbliche in questi giorni, sempre più classi di azioni con diversi diritti di voto ampliano l’offerta Dropbox.

Le azioni di Classe A hanno un voto, mentre le azioni di Classe B hanno 10 voti con le le azioni di Classe C che invece non prevedono nessun diritto di voto.

Per altro la struttura di Dropbox dà ancora un forte potere di voto ai fondatori e agli investitori chiave, anche se è “leggermente” migliore rispetto a quella lanciata da Snap un anno fa, in cui gli investitori ordinari non ottengono alcun diritto di voto.

Allo stesso tempo, il co-fondatore e amministratore delegato Drew Houston detiene il 38,3% delle azioni di classe A e il 24,3% delle azioni di Classe B, con il 24,4% del diritto di voto totale.

La società di capitale per altro ha in realtà più potere di Houston, con un +25% delle azioni di Classe B e il +24,8% del totale potere di voto.

Allo stesso tempo, il co-fondatore Arash Ferdowski ha un potere di voto complessivo del 9,9%, composto principalmente da azioni di Classe B.

Come investire in azioni Dropbox?

L’IPO, si è tenuto il 23 marzo 2020, ed è diventato il più grande IPO tecnologico da quella di Snapchat.

Dopo questo straordinario evento, oggi ti possiamo dire che puoi investire e fare trading su Dropbox con IQ Option .

In pratica puoi negoziare questa compagnia nella sezione CFD della piattaforma.

Inizialmente con un prezzo di 21 dollari , le azioni della società hanno visto un immediato aumento di valore, salendo del 36%.

Allo stesso tempo, possiamo analizzare quella che è l’attuale situazione di Dropbox Inc. essa fa registrare un valore di 11 miliardi di dollari .

Non male per un’impresa nata come piccola startup solo 11 anni fa.

Cosa aspettarsi dalle azioni Dropbox quotazioni nel prossimo futuro?

Nel prossimo futuro, non possiamo non aspettarci un aumento della compagnia che potrebbe trovarsi a dover combattere duramente con i pesi massimi, inclusi Google e Microsoft.

Dropbox ha circa 11 milioni di abbonati, di cui solo 3,3 milioni (30%) utilizzano account aziendali.

Tutti i clienti privati sono più desiderosi di cambiare il proprio provider di archiviazione cloud, se necessario.

Nel caso in cui una nuova tecnologia / prodotto fosse offerta da una delle concorrenti, Dropbox può perdere una parte considerevole della sua base clienti.

Lo storage cloud, è parte integrante del modello di business della società e sta diventando sempre più economico, compromettendo in questo modo la principale fonte di reddito.

Vale anche la pena notare che durante tutti questi anni Dropbox non ha ancora realizzato profitti.

Tuttavia, gli esperti si sentono ancora ottimisti.

Al momento, però noi consigliamo a tuti i trader che ricevono un mix di segnali positivi e negativi che daranno forma all’ azione dei prezzi nel prossimo futuro.

Le azioni di DBX sono salite per la prima volta a $ 31, perdendo quindi l’8% del valore solo per raggiungere $ 30 ancora una volta diversi giorni dopo.

Come fare trading sulle azioni Dropbox quotazioni?

Basta seguire i seguenti punti:

  • Aprire un cotno di trading con I Q Option e fare clic su apri nuova risorsa (il segno più) nella parte superiore dello schermo e scegli “CFD”.
  • Qui procedere con la scelta tra le aziende nell’elenco delle risorse disponibili.
  • Clicca poi su ‘Acquista’ se ti aspetti che l’azienda cresca e ‘Vendi’ se credi che avrà un ribasso di valore.

Trading su DBX con Iq Option in tempo reale

Piattaforma di trading online IQ Option

Indipendentemente dal futuro di Dropbox, i trader di IQ Option possono ancora capitalizzare il proprio denaro.

I movimenti positivi e negativi delle azioni DBX pongono importanti opportunità di trading . Ecco perché noi lo consigliamo in questo momento, visto e considerato che entrambe le strategie possono essere utilizzate consecutivamente a seconda del comportamento del mercato .

Quando un trader per altro ritiene che la società stia per fare un annuncio positivo, introdurre un nuovo prodotto o rivelare un rapporto sugli utili migliore del previsto, dovrebbe considerare l’acquisto (compra).

Al contrario, invece, nel caso in cui la società sta attraversando un periodo negativo, la vendita può essere un’ opzione da prendere in considerazione.

Investire in azioni Dropbox con i contratti per differenza (CFD)

In questo caso, è possibile investire con i CFD e fare trading online , ed in questo modo, possiamo anche speculare sulla differenza di prezzo , del momento dell’apertura dell’operazioni a quello della chiusura.

I CFD sono molto popolari e ultimamente, l’ESMA europeo, visto l’enorme popolarità raggiunta, ha voluto ridurre la leva finanziaria per inserire nuove norme più stringenti sul mercato .

Con i CFD potrai infatti:

  • Investire velocemente e senza commissioni di gestione
  • Avere delle piattaforme professionali che ti permettono di eseguire analisi del grafico e inserire ordini condizionali
  • Differenziare il proprio portafoglio anche se non hai grandi capitali a disposizione
  • Operare con la leva finanziaria , che serve per moltiplicare il capitale che hai a disposizione, importante per chi non ha grandi capitali da investire.

>> Approfondimento: Come funziona il trading CFD su criptovalute ?

Investire in azioni Dropbox con IQ Option

IQ Option è una delle più conosciute piattaforme di trading online , grazie alla quale è possibile fare trading online con un conto demo o un conto reale con appena 10 € di capitale. Grazie ad IQ Option puoi avere anche la possibilità di fare trading online con la gestione dei grafici e grazie agli strumenti di gestione all’avanguardia.

Ti mette a disposizione un conto demo gratis ed un conto reale con un deposito minimo di appena 10 euro, con operazioni minime a partire da solo 1 euro.

Con questo broker regolamentato europeo accedi a un sistema con procedure trasparenti e grande sicurezza, in quanto regolamentato dalla CySEC.

IQ Option ti offre anche listino ricco di titoli , i quali ti permettono di fare trading in azioni italiane e straniere, obbligazioni , indici, materie prime e forex , e le innovative ed emergenti criptovalute .

Uno degli aspetti più importanti di IQ Option è che questo broker ti offre la possibilità di vendere allo scoperto e dunque di operare con profitto anche quando il titolo si trova in una fase ribassista negativa.

Iq option: guide al trading online

Previsioni azioni Dropbox quotazioni in tempo reale

Mentre Dropbox è salito nel suo debutto sul mercato azionario venerdì, le azioni del software cloud rivale Box sono andate nell’altro senso, precipitando del 7%.

Alla chiusura del mercato , il titolo Box è diminuito dell’8,2% circa.

Nota bene che le 2 società competono da oltre un decennio nel mercato dello storage di file cloud, con entrambi i vantaggi del rapido passaggio ai dispositivi mobili e della necessità di accedere ai dati da qualsiasi luogo in qualsiasi ora del giorno.

Anche il CEO di Box Aaron Levie ha insistito sul fatto che la sua azienda è più concentrata sul lavoro con le grandi aziende rispetto a Dropbox, ma gli investitori riconoscono chiaramente la minaccia della forte competizione.

Dropbox ha acquisito anche un’ampia adozione nel mercato consumer con un prodotto che ha livelli gratuiti e a pagamento e ha iniziato ad ottenere trazione nelle aziende man mano che gli utenti hanno portato l’app al lavoro.

Box è uno dei sette concorrenti che Dropbox elenca nel suo prospetto IPO, insieme a società molto più grandi come Amazon, Google, Apple e Microsoft. Dropbox dice che compete con Box “su una base più limitata” per i clienti aziendali.

Per altro anche le condivisioni di Dropbox sono aumentate fino al 50 percento dal prezzo dell’IPO di $ 21 fino a $ 31,60, dando all’azienda un valore di borsa di oltre $ 12 miliardi.

Alla fine del giorno di negoziazione , Box è stato valutato a $ 2,8 miliardi.

Fino a venerdì, Dropbox aveva affrontato critiche per non aver rispettato la sua valutazione di $ 10 miliardi dal 2020 e gli investitori avevano segnato le loro azioni Dropbox private negli ultimi anni.

Dropbox ha detto nel suo prospetto che ha 500 milioni di utenti registrati, ma solo 11 milioni di abbonati paganti. Circa il 30 percento di quelli ha un piano aziendale.

“Si tratta di circa 330 milioni di dollari di entrate rispetto ai nostri 500 milioni di dollari , che sono interamente guidati dall’azienda”, ha detto Levie a proposito di Dropbox alla conferenza Morgan Stanley Technology, Media and Telecom di San Francisco all’inizio di marzo 2020.

Dropbox: come investire con eToro?

etoro : piattaforma di social trading e copy trader regolamentata

Anche sulla piattaforma eToro è possibile fare trading tramite i CFD su Dropbox.

Il broker infatti offre non solo una piattaforma di trading demo gratuita ma anche una con conto reale.

A questo si aggiunge anche la possibilità di investire e fare trading con la piattaforma di social trading e di copy trader . A qyesti si aggiunge anche la possibilità di investire senza applicazione di commissione alcuna, sia per l’apertura sia anche per la chiusura delle operazioni di trading .

Allo stesso tempo, il guadagno del broker deriva maggiormente dallo spread su ogni asset finanziario presente sulla piattaforma.

Oltre ad Dropbox su eToro è possibile anche fare trading su tantissimi altri asset, come ad esempio forex e azioni e obbligazioni .

Questo vuol dire anche che sono presenti numerosi titoli azionari provenienti dalle borse nazionali più influenti del mondo.

In sostanza, fare trading con eToro presuppone investire con un broker che non solo è regolamentato, ma che ti permette anche di farlo con la leva finanziaria sui titoli azionari.

Le società su cui si può investire su eToro sono quotate ssu diverse borse presenti in tutto il mondo.

Nota bene anche che il broker eToro permette il trading attraverso i CFD direttamente sugli indici azionari con una leva che varia da 1:2 a 1:100.

In questo caso, è possibile sia prevedere il rialzo sia il ribasso degli indici sopraelencati.

In breve si crede che non solo Dropbox possa ottenere un rialzo o un ribasso, ma anche che è possibile investire su tutto il comparto tecnologico americano. Lo puoi fare come tutti i trader direttamente aprendo una posizione sull’indice Nasdaq.

Come nel Forex o in altri asset, eToro ti permette di mettere in pratica le tue strategie di social trading a prescindere che utilizzi un conto demo o un conto reale. In entrambi i casi puoi scegliere di investire sfruttando il copy trading e il social trading .

Tutti i dettagli e gli approfondimenti in merito sono disponibili consultando le nostre guide:

Comprare azioni Dropbox e quotazione in tempo reale

Laureato in Giurisprudenza con Master in Finanza, segue da sempre i principali mercati finanziari mondiali. Appassionato di trading online, scrive di finanza da più di 10 anni.

Vuoi comprare azioni Dropbox e non sai da dove cominciare? Il deposito titoli della tua banca non ti offre ancora questa opportunità, oppure ti costringe a pagare commissioni altissime?

Sei nel posto giusto, perché nella guida che i nostri esperti hanno preparato per te oggi, troverai tutto quello di cui hai bisogno per comprare azioni Dropbox e cominciare ad investire in una delle aziende più interessanti del momento, recentemente quotata in Borsa e con enormi possibilità di crescita per il futuro a breve, medio e lungo termine.

Nella guida troverai i consigli degli esperti, un’analisi approfondita di Dropbox come realtà aziendale, come realtà finanziaria e come realtà contabile, cercando anche di capire insieme se convenga davvero o meno investire in questa compagnia.

Chi è Dropbox?

Dropbox è un servizio di cloud storage, ovvero un’azienda che offre la possibilità di salvare i propri file su server remoti, condividerli, pubblicarli online. Il servizio è gratuito per gli utenti che non hanno bisogno di capienze superiori ai 2 GB.

Il servizio è monetizzato con le sottoscrizioni Dropbox Plus, che permettono di avere:

  • Controllo avanzato sulle opzioni di sharing con altri utenti;
  • Possibilità di cancellare il disco nel caso in cui si perda uno dei dispositivi connessi allo stesso account;
  • Possibilità di avere un archivio completo di quello che è stato caricato negli ultimi 30 giorni.

Il sistema è tra i più utilizzati al mondo, grazie anche alla facilità d’uso e alla possibilità di accedervi praticamente con qualunque tipo di computer o smartphone: Windows, Mac Os, iOS, Android, Windows Phone.

Gli avveniristici uffici di Dropbox

Dropbox ha inoltre aggiunto ulteriori servizi a quelli di base di storage: oggi è possibile, tramite l’acquisita MailBox, avere anche una casella mail, e avere un servizio di note condivise attraverso DropBox Paper.

Dropbox, al decimo anno di età, si è quotato in borsa ed oggi è, come avremo modo di vedere tra poco, uno dei titoli tech più interessanti di tutto il listino NASDAQ.

Dove è quotata Dropbox?

Dropbox è quotata sul listino NASDAQ, e dunque alla borsa di New York, sotto il ticker DBX. Chi vuole investire dunque in questa azienda, dovrà seguire il mercato dalle ore pomeridiane fino a tarda sera, seguendo appunto gli orari della borsa NYSE.

Questo non deve essere assolutamente un motivo per non guardare più a Dropbox con l’attenzione di prima, anzi. Con i sistemi che andremo a proporti tra pochissimo, potrai investire senza alcun tipo di problema anche su Dropbox, al mattino come al pomeriggio o alla sera, grazie a piattaforme che ti permettono di investire in modo intelligente e semi-automatico, preparando strategie in grado di reagire da sole ai movimenti di mercato.

La borsa di New York è di gran lunga la più importante del mondo e dovrai necessariamente farci i conti se vuoi investire con profitto e emulando i risultati ottenuti dai migliori investitori del pianeta.

Il primo giorno di contrattazioni Dropbox al Nasdaq

Come comprare azioni Dropbox?

Ci sono in realtà diversi sistemi per acquistare azioni Dropbox e investire su questa interessantissima azienda. Alcuni sono vantaggiosi, altri invece sono sistemi che non possono in alcun modo aiutarti e che faresti bene a lasciar perdere.

  1. Puoi investire in azioni Dropbox con un deposito titoli che ti garantisca accesso al mercato americano; ne parleremo diffusamente più avanti, con una guida completa; per il momento ti basti sapere che è il metodo più costoso per operare sul mercato americano;
  2. Puoi invece operare con contratti CFD, tramite piattaforme adeguate, che ti consentono di acquistare e vendere azioni Dropbox con costi di commissione molto più bassi e senza andare a gestire il tutto in modo poco professionale.

Acquistare azioni Dropbox con il deposito titoli

Il deposito titoli è la modalità storica per acquistare azioni, almeno nel nostro Paese. Si tratta infatti di un sistema che ci permette di intervenire acquistando direttamente i titoli, con il tramite della banca, e tenerli fino a quando vorremo venderli. È il metodo preferito dagli investitori cassettisti, ovvero da quelli che comprano e mantengono azioni per lunghissimi periodi, per andare a sfruttare i movimenti di lungo periodo.

Questo sistema, sebbene sia stato la pietra angolare del risparmio in Borsa degli italiani, presenta oggi tutti i suoi problemi. Chi investe infatti scegliendo questa specifica strategia:

  • Paga commissioni estremamente alte, anche 10 volte più alte rispetto a sistemi analoghi e più efficienti;
  • Ha accesso a listini limitati, dove è la banca a decidere praticamente dove possiamo e dove non possiamo investire;
  • Non ha piattaforme adeguate per organizzare strategie di trading efficaci; le piattaforme offerte dai depositi titoli sono estremamente semplicistiche, e spesso molto difficili da usare;
  • Non ha accesso a strumenti avanzati di investimento come la leva finanziaria e l avendita allo scoperto. Questo vuol dire che dovrà contare necessariamente sulla massima esposizione del proprio capitale e non avrà a disposizione un aiuto da parte del broker per differenziare il proprio investimento pur con capitali particolarmente ridotti.

Per questi motivi, l’investimento in azioni Dropbox attraverso il deposito titoli offerto dalla banca, deve essere necessariamente abbandonato, in favore di altri tipi di sistemi che possono garantirci accesso più rapido al mercato, costi più bassi e maggiore facilità nel creare strategie di trading adeguate. Niente paura, perché oggi abbiamo finalmente a disposizione, anche a casa nostra, tutti gli strumenti di cui abbiamo bisogno per cominciare a fare trading su Dropbox (e su centinaia di altri titoli), senza gli inconvenienti di cui abbiamo appena parlato.

Acquistare azioni Dropbox tramite i CFD

I CFD sono al momento la migliore alternativa che abbiamo a disposizione per cominciare ad investire in azioni Dropbox (e in tantissimi altri sottostanti, come avremo modo di vedere più avanti).

  • Operare con commissioni bassissime, che sono anche 10 volte più basse rispetto a quelle che vengono offerte dai depositi titoli delle banche;
  • Operare su listini ampi e variegati, potendo scegliere davvero tra tutti i titoli che ci fanno gola, ovvero quei titoli che possono essere in grado di arricchire il nostro portafoglio, renderlo più differenziato e più in generale di avvicinarlo alle nostre strategie di trading e al nostro profilo di rischio;
  • Ricorrere a piattaforme professionali, ma comunque molto facili da usare anche se si è alle prime armi; scegliendo un buon broker CFD avrai effettivamente a disposizione la possibilità di investire come un trader di professione, avendo dunque gli stessi strumenti dei vecchi falchi del NASDAQ;
  • Accedere a strumenti come la leva finanziaria, che ti permette di investire al margine e dunque di andare a gestire capitali più ampi di quelli che hai effettivamente a disposizione; grazie alla leva finanziaria hai a disposizione maggiori capitali per differenziare, senza chiederli in prestito, grazie soltanto alla grande organizzazione dei migliori broker che offrono questo tipo di contratti;

I CFD sono ad oggi una soluzione nettamente superiore rispetto a quella che viene offerta dai vecchi depositi titoli, il tutto ad esclusivo vantaggio di chi opera sui mercati, anche nel caso dei piccoli risparmiatori che magari si stanno affacciando magari per la prima volta su questo tipo di mercati.

I migliori broker CFD per acquistare azioni Dropbox

La scelta del miglior broker CFD per investire in Dropbox deve seguire alcuni importantissimi criteri:

  1. Deve essere un broker autorizzato, ovvero un broker che è sottoposto a controlli in ambito MiFID e dunque può offrire garanzie assolute di trasparenza e di correttezza;
  2. Deve offrire listini variegati, con accesso a tutti i migliori mercati;
  3. Deve costare poco, a livello di commissioni e a livello di gestione della piattaforma;
  4. Deve offrire leva finanziaria e vendita allo scoperto, due strumenti che sono assolutamente necessari per investire in strumenti come le azioni Dropbox;

Tenendo bene a mente questi criteri, i nostri esperti ti presenteranno le migliori piattaforme per investire in questo tipo di titoli.

Comprare azioni Dropbox con eToro

eToro è una delle piattaforme preferite da chi si affaccia per le prime volte al mercato azionario americano. Siamo infatti davanti ad una piattaforma che è in grado di offrire tanto, anzi tantissimo a chi sta muovendo i primi passi: interfaccia semplice e possibilità di accedere gratuitamente al sistema copy trading, ovvero copiando le strategie degli utenti con le migliori performance con un semplice click.

eToro offre anche la possibilità di investire in azioni Dropbox con leva finanziaria, e anche di puntare su una perdita di valore del titolo attraverso la vendita allo scoperto.

eToro è disponibile sia per PC, che per smartphone o tablet, per investire quando e come vuoi in azioni Dropbox e in altri tipi di titoli.

Puoi cliccare su INVESTI per fare trading sulle azioni Dropbox – Apri subito un conto, versa almeno 200 euro e fai trading con capitale reale, oppure apri un conto demo per investire con capitale virtuale

IQ Option per investire in Azioni Dropbox

Anche IQ Option ha di recente aggiunto al suo listino azioni quelle di Dropbox, immediatamente dopo l’ingresso in borsa del gruppo di riferimento della piattaforma sharing. IQ Option è un broker che offre la possibilità di investire in oltre in criptovalute, valute sul mercato Forex con una piattaforma unica, gestendo tutti gli investimenti tramite pc o smartphone.

IQ Option offre inoltre leva finanziaria anche sulle azioni Dropbox e la possibilità di investire senza alcun tipo di problema anche con vendita allo scoperto.

Per visitare il sito ufficiale di IQ Option, clicca su questo link.

Per la guida completa di IQ Option, leggi: IQ Option recensione

Trade.com: come comprare azioni Dropbox

Trade.com è la terza delle piattaforme consigliate per investire in azioni Dropbox. È una delle preferite dai professionisti, dato che include la possibilità di investire sui migliori titoli azionari del mondo, sulle materie prime, sugli indici e anche sul Forex.

Trade.com è autorizzata in ambito MiFID e ti permette di investire anche allo scoperto, con costi bassissimi e margini altrettanto bassi.

Se vuoi giocare con i più forti, Trade.com potrebbe davvero essere la piattaforma che fa al caso tuo e del tuo portafoglio.

  • Verifica la tua identità con un documento qualunque (va bene anche la carta di identità);
  • Versa con carta di credito MasterCard, Visa oppure prepagata. Puoi anche scegliere di pagare con Carta di Debito o bonifico bancario: ti bastano anche solo 100 euro per fare trading su azioni Dropbox;
  • Scarica o MetaTrader 4, la piattaforma professionale disponibile gratuitamente del broker, oppure scegli WebTrader per fare le operazioni via browser;
  • Scegli Azioni/Stocks e opera sulle azioni Dropbox se credi che le azioni saliranno, oppure vendile allo scoperto, se pensi che scenderanno.

Grafico LIVE con quotazioni Dropbox in tempo reale e proiezioni future

Puoi seguire l’andamento delle azioni Dropbox con il grafico gentilmente offerto da Plus500, piattaforma di trading CFD che ti permette di accedere, in tempo reale, ad un enorme numero di asset.

Plus500, proprio come le altre piattaforme che ti abbiamo presentato su queste pagine, ti permette di investire con leva finanziaria e vendita allo scoperto con commissioni bassissime e senza costi di mantenimento.

Puoi fare trading online su Dropbox grazie ai CFD offerti da Plus500. Per iniziare ad investire in azioni dropbox su Plus500 occorre:

  • Aprire un conto cliccando qui ( anche con un CONTO DEMO GRATUITO per provare le tue strategie);
  • Effettuare la verifica del proprio conto;
  • Effettuare un deposito minimo iniziale anche di soli 100€;
  • Infine cliccare su —>Trading azioni Dropbox su Plus500 e comincia ad investire aprendo le posizioni sull’asset in riferimento.

Per visitare il sito ufficiale di Plus500, clicca quì: Sito ufficiale Plus500

Conviene investire in azioni Dropbox?

Il titolo Dropbox si è quotato di recente e attraverserà necessariamente un periodo di assestamento, con forte volatilità e la necessità, per chi vi investe, di tenere conto del particolare momento che vivono tutte le aziende tech appena quotate in borsa.

Detto questo, al netto della volatilità, possiamo muoverci in modo organizzato, sfruttando anche eventuali trend negativi, grazie alla possibilità di vendere allo scoperto che ci viene offerta dalle piattaforme che abbiamo presentato nella guida di oggi.

Scegli quella che più fa al caso tuo, e rendi Dropbox un investimento interessante e conveniente da aggiungere al tuo portafoglio.

Tutti i portafogli che si rispettano dovrebbero contenere diverse azioni del segmento tech. Dropbox è una delle migliori da includere.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: