Brasile capitali in fuga dal paese

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Brasile: capitali in fuga dal paese?

L’economia brasiliana sta attraversando una fase molto critica e come nella peggiore delle tradizioni europee, le incertezze economiche si accompagnano all’instabilità politica del governo. Il popolo brasiliano ha reagito con forza all’instabilità e alla crisi economiche e infatti, durante la competizione calcistica si sono verificati numerosi scontri. Si teme il peggio anche per i mondiali di calcio del 2020.

Gli scontri che hanno opposto la polizia ai manifestanti sono stati molto duri e hanno impressionato tutti i media. La scintilla che ha acceso il detonatore della protesta è stato l’aumento dei prezzi dei biglietti per il trasporto pubblico. Adesso il governo brasiliano ha pensato di annullare i rincari per evitare l’acuirsi degli scontri.

La crisi brasiliana è tanto più importante se si considera che interessa un paese emergente che nonostante sia destinato a crescere più dei paesi in crisi, adesso sembra accusare il clima finanziario globale.

L’andamento di questa porzione di Sudamerica si aggiunge alla crisi che ha incrinato in modo pericoloso anche il PIL cinese. In più ad aggravare la situazione c’è anche il calo dei prezzi delle commodities e, per quanto riguarda il contesto americano, c’è da aggiungere la decisione della FED di rallentare il piano d’acquisti entro la fine dell’anno per abbandonarlo dal 2020.

Capitali in fuga dall’Italia

Gli investitori stranieri hanno portato via 78 miliardi di euro in due mesi. Colpa (quasi sicuramente) dell’incertezza politica

Oltre 78 miliardi di euro in due soli mesi. Fa impressione il valore dei capitali stranieri che sono usciti dal nostro Paese a maggio e giugno 2020, secondo i dati della bilancia dei pagamenti riportati dalla Banca d’Italia. La colpa, quasi di sicuro, è delle incertezze politiche dopo le elezioni di marzo e i timori, poi rientrati, che il nuovo governo potesse subito portarci fuori dall’Eurozona.

Dei 78 miliardi di capitali in fuga dall’Italia, infatti, oltre 58 sono rappresentati da vendite di titoli del nostro debito pubblico, cioè di Buoni del Tesoro. Più di 10 miliardi sono invece rappresentati da dismissioni di obbligazioni delle banche. Meno pesante il bilancio dei cosiddetti investimenti diretti esteri, cioè quelli di carattere produttivo e industriale, fatti dalle aziende straniere.

Peggio che nel passato

A maggio sono aumentati di 2 miliardi di euro ma a giugno sono diminuiti di oltre 4 miliardi di euro. Il che è indubbiamente una cattiva notizia perché questo genere di investimenti, che già di per sé non abbondano in Italia, di solito sono meno volatili di quelli finanziari e più resistenti di fronte alle turbolenze dei mercati.

Certo, non è la prima volta che gli investitori esteri se la danno a gambe in periodi di turbolenze politiche. Lo ha messo in evidenza la ricercatrice Silvia Merler su le pagine de Lavoce.info, facendo notare che nel dicembre 2020, dopo la vittoria dei no al referendum costituzionale, uscirono dall’Italia oltre 33 miliardi di euro di capitali.

Nel 2020, durante la fase più acuta della crisi di Eurolandia, il valore dei capitali in fuga superò addirittura i 160 miliardi di euro. Tale cifra, però, fu toccata nell’arco di ben 2 anni di tempo. Prima dell’estate 2020, invece, sono bastati due mesi per superare la metà dei flussi negativi del biennio 2020. C’è dunque da augurarsi che questo trend subisca un’inversione nei mesi a venire. Altrimenti, la fuga di capitali può essere considerata davvero preoccupante.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Argentina, 20 miliardi di capitali in fuga dal paese nei primi sette mesi del 2020

Anche i piccoli e i medi risparmiatori, ormai, cercano rifugio nel dollaro

Ammonta ad oltre 20 miliardi di dollari, una cifra iperbolica, il totale dei capitali in fuga dall’Argentina nei primi sette mesi del 2020, una cifra più che doppia rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Lo rende noto la Banca Centrale Argentina, attraverso la pubblicazione del documento ufficiale sul Bilancio cambiario del mese di luglio, in cui i capitali in fuga vengono eufemisticamente classificati come “formazione di attivi esterni di residenti”.

Soltanto a luglio, secondo i registri ufficiali, sono stati portati via dal paese 3,351 miliardi di dollari, a cui vanno aggiunti 915 milioni come rimpatrio degli investimenti dei non residenti e altri 165 come investimenti su titoli del mercato secondario.

Oltre 4,415 miliardi di dollari, dunque, via dall’Argentina nel solo mese di luglio. Ma qual è il motivo principale della fuga? In massima parte, secondo gli esperti della Banca centrale, l’acquisto di valuta per 2,386 miliardi di dollari e trasferimenti all’estero per 965 milioni.

Il 47% degli acquisti di valuta riguarda somme fino a 10mila dollari, con acquisto medio di 2725 dollari, a indicare come siano ormai anche i medi e i piccoli risparmiatori a cercare rifugio nel dollaro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie: vero o falso?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: