Breaking News

Accordi Italia-Cina non solo a Pechino

Attualità / Business / In evidenza / Slider / Top News / 6 Novembre 2019
Tempo di lettura 3 minuti

Ci sono un italiano, un cinese e un molisano…

Sembra l’inizio di una barzelletta divertente invece è la base di un progetto molto serio messo in atto dalla Fondazione Quid Novi di concerto con la Fondazione Italo-Cinese e le istituzioni regionali. Mentre il Ministro degli Esteri Luigi di Maio dialoga di accordi strategici con il Presidente cinese Xi Jinping in Molise si tratta di affari regionali, industria e microeconomia.



Vittorio Nola e gli imprenditori cinesi.

Muovendosi per Campobasso, in questo periodo, non è difficile incrociare imprenditori e investitori Cinesi, si tratta dei primi “pionieri” targati Quid Novi, una Fondazione pro-attiva che in poco più di un anno di incontri, meeting e contatti sta cominciando a raccogliere frutti importanti, con i primi risultati già ben marcati nella colonna degli attivi.

La strategia , semplice quanto efficace è il prodotto della collaborazione tra due importanti realtà, la stessa Quid Novi e la Fondazione Italo-Cinese che sfruttando i rispettivi network e condividendo i propri modelli operativi, stanno ponendo le basi per uno sviluppo economico concreto e reale della regione.

La parola d’ordine per entrambe le realtà è “microeconomia come motore del metamercato” ed è proprio in questa direzione che si svolgono i vari tavoli di lavoro bilaterali e gli incontri interlocutori con le istituzioni. Ovviamente si parla anche di grandi progetti e di operazioni a lungo termine che non sono poi altro che la composizione ordinata di vari progetti di dimensioni più ridotte.

I fatti

Ieri, Martedì 5 novembre, Vittorio Nola, Vicepresidente della Commissione Sviluppo Economico regionale ha incontrato una delegazione della Wiselogic Investment Group Ltd guidata dal presidente mister David Chen. L’incontro favorito da Antonello Ke, presidente della Fondazione Italo-Cinese aveva come obiettivo l’avvio di un dialogo costante e serrato su tematiche prioritarie per la nostra regione.

La Wiselogic Investment Group Ltd

Conversando con Aida Romagnuolo.

La Wiselogic Investment Group e la Shanghai Jintian Enterprise Group, istituite a Roma e Hong Kong nel 1989, coprono diverse aree di business, tra le altre: immobiliare, istruzione, chimica, infrastrutture, moda ecc. Nel corso degli anni le aziende hanno avviato diversi progetti non solo in Italia ma anche in Gran Bretagna, Francia e ovviamente Hong Kong, la madre patria.

Dal canto suo, non è la prima volta che Dottor Ke accompagna Mr. Chen in Molise, infatti, grazie all’attività delle due fondazioni, i rappresentanti della Wiselogic avevano già fatto un sopralluogo nell’area del complesso aziendale ex Ittierre a Pettoranello, per analizzare le opportunità di rilancio del settore. Un comparto, quello della moda, che vede la Wiselogic in prima linea, con gli importanti investimenti destinati al rilancio della moda milanese.

Di cosa si è parlato

Durante i colloqui, cui ha presenziato anche la consigliera Regionale Aida Romagnuolo si è anche ipotizzata la predisposizione di una sede di rappresentanza a Termoli che possa fungere da centro di business e intercambio culturale. Si è poi parlato di economia circolare, facendo anche cenno al progetto sperimentale di trasformazione della plastica in ecodiesel che sarà presentato, da alcuni imprenditori molisani, alla Fiera Ecomondo di Rimini, in cartellone nei prossimi giorni.

Inaugurazione Molise Food.

Il presidente della Fondazione Italo Cinese Antonello Ke e Francesco Caterina, direttore generale di Quid Novi si sono detti molto soddisfatti del percorso intrapreso e proseguono con fiducia nella medesima direzione. Come il Dottor Ke, Caterina ha espresso parole di apprezzamento riguardo l’operato del Vicepresidente della Commissione Sviluppo economico regionale Nola evidenziando le sue: “eccellenti qualità manageriali e imprenditoriali prestate, in questo caso, allo sviluppo del bene comune”. La delegazione cinese parteciperà anche all’ inaugurazione di Molise Food in programma a Roma il prossimo 19 novembre. “un’ottima occasione per festeggiare i primi scambi e le prime operazioni commerciali avviate tra Cina e Molise” ha concluso Caterina.

Abbiamo dunque ragione di credere che sentiremo ancora molto parlare delle fondazioni pro-attive e di sviluppo economico regionale, in assoluta controtendenza rispetto alle notizie che provengono quotidianamente dal mondo degli affari della regione.

 



[Voti: 0    Media Voto: 0/5]





Oiluj Moeno




Articolo precedente

I numeri del cancro in Italia 2019, in Molise 622 nuovi casi





0 Commenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altre Storie

I numeri del cancro in Italia 2019, in Molise 622 nuovi casi

I numeri del cancro in Italia 2019, in Molise 622 nuovi casi. Il tumore ai polmoni il più letale. Per la prima volta, calano...

26 Settembre 2019